Announcement

Collapse
No announcement yet.

Archivio - Pandemia H1N1 2009: Antivirali, chiusura scuole, infezione pediatriche (2009-1a meta' 2010)

Collapse
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Archivio - Pandemia H1N1 2009: Antivirali, chiusura scuole, infezione pediatriche (2009-1a meta' 2010)

    DANIMARCA: NUOVA INFLUENZA H1N1, PRIMO CASO DI VIRUS RESISTENTE ALL'OSELTAMIVIR.

    La notizia è stata data da un portavoce della casa farmaceutica Roche, che fabbrica il medicinale contenente il composto antivirale oseltamivir (nome commerciale: Tamiflu). Lo riporta la Reuters (http://www.alertnet.org/thenews/newsdesk/LT217844.htm)

    Il virus è stato identificato durante il trattamento di un paziente danese affetto dal virus della nuova influenza H1N1.

    E' il primo caso al mondo di isolamento di un ceppo di H1N1v resistente all'oseltamivir, uno dei due farmaci con cui è possibile trattare i casi di infezione. L'altro, lo zanamivir (nome commerciale Relenza), è meno usato a causa della somministrazione tramite un dispositivo meccanico, ritenuto meno pratico delle capsule.

    L'oseltamivir appartiene alla classe di farmaci antivirali neuramminidasi inibitori; sfortunatamente casi di resistenza a questo farmaco erano già emersi in passato a carico di ceppi umani stagionali di H1N1: nel breve spazio di un anno, tutti i virus umani stagionali appartenenti a questo sottotipo divennero resistenti al Tamiflu, così da renderne inutile la somministrazione.

    I virus stagionali diventati resistenti, hanno però mantenuto suscettibilità allo zanamivir e ai farmaci adamantani.

    Non è chiaro al momento se il virus della nuova influenza H1N1 abbia mantenuto suscettibilità allo zanamivir. Si sa già dall'inizio della pandemia che questo virus è resistente all'amantadina.

    Le prospettive terapeutiche - in caso di diffusione massiva di varianti resistenti - si assotiglieranno ulteriormente.

    Una urgente verifica internazionale delle possibili contrimisure è attesa.

    -
    ------

  • #2
    Re: H1N1v: PRIMO CASO DI RESISTENZA ALL'OSELTAMIVIR, DANIMARCA (URGENTE!)

    Influenza H1N1, in Danimarca il primo caso resistente al Tamiflu - IL MANIFESTO
    Influenza H1N1, in Danimarca il primo caso resistente al Tamiflu

    ZURIGO/COPENHAGEN (Reuters)


    Gli scienziati hanno registrato il primo caso della nuova influenza H1N1 in grado di resistere al Tamiflu, il principale farmaco antivirale per curarla, secondo quanto riferito oggi da alcuni funzionari danesi e dal produttore del medicinale.


    "Mentre gli veniva somministrato il farmaco, il paziente sembrava aver sviluppato una (forma di) resistenza", ha spiegato David Reddy, a capo della taskforce che si occupa delle pandemie alla Roche Holding Ag, durante una conference call coi giornalisti sul primo caso registrato in Danimarca.

    "Questa è la prima notizia che abbiamo di un fenomeno del genere nell'ambito della H1N1", ha aggiunto.

    Anche la comune influenza di stagione è in grado di resistere al Tamiflu e Reddy ha spiegato che ci si aspettano casi di resistenza anche nella H1N1, nonostante la Roche stia lavorando a strategie per contrastare questa eventualità.

    Lo scorso 11 giugno, l'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato la prima pandemia influenzale del 21esimo secolo, aumentando il livello di allerta alla fase 6 e ha consigliato i governi di prepararsi a una lunga battaglia contro il nuovo virus che non si può arginare.

    L'Oms non ha commenti al momento sul caso di resistenza al Tamiflu.
    -
    <cite cite="http://www.ilmanifesto.it/reuters/agenzia/5918/">IL MANIFESTO</cite>

    Comment


    • #3
      Re: H1N1v: PRIMO CASO DI RESISTENZA ALL'OSELTAMIVIR, DANIMARCA (URGENTE!)

      Virus A/H1N1, ''i tre casi resistenti restano sporadici''
      Virus A/H1N1, ''i tre casi resistenti restano sporadici''

      7 luglio 2009 - 23.08 (Ultima Modifica: 07 luglio 2009)
      ROMA


      Sono 440 i morti nel mondo a causa del virus influenzale A/H1N1.


      Il vice direttore dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), Keiji Fukuda, ha raccomandato di non cambiare le terapie per trattare i pazienti contagiati.

      Il monito arriva dopo tre casi (uno in Danimarca, uno in Giappone ed uno a Hong Kong) risultati resistenti al farmaco antivirale che viene usato nella terapia contro l'influenza.

      "Ad oggi, i tre casi resistenti - ha spiegato Fukuda - restano casi sporadici. Non ci sono evidenze sulla diffusione di questo ceppo di virus resistente".

      Secondo l'Oms, i tre casi resistenti al trattamento oseltamivir sarebbero virus mutati e non derivanti da un riassortimento del materiale genetico nè tanto meno da una combinazione con altri ceppi di virus dell'influenza, per questo non pericolosi.

      Gli esperti continuano a mantenere alta la guardia, in modo da riuscire a riconoscere in tempo eventuali cambiamenti del virus in forme più pericoloso.
      -
      <cite cite="http://www.romagnaoggi.it/esteri/2009/7/7/129569/">Virus A/H1N1, ''i tre casi resistenti restano sporadici''</cite>

      Comment


      • #4
        H1N1v. ITALIA - CHIUSURA DELLE SCUOLE, notizie, aggiornamenti.

        Nuova influenza, cresce l'allarme "Ma non c'è un rinvio delle lezioni" - cronaca - Repubblica.it
        Nuova influenza, cresce l'allarme - "Ma non c'è un rinvio delle lezioni" - Il virologo tranquillizza: "Nessuna preoccupazione in Italia"

        ROMA


        La nuova influenza è in arrivo in Italia, e la riapertura delle scuole a settembre potrebbe avere un effetto "amplificatore" per il virus A/H1N1.

        Tanto che il viceministro alla Salute, Ferruccio Fazio, non esclude un possibile rinvio della riapertura degli istituti scolastici se l'andamento della malattia lo rendesse necessario. Ma precisa che al momento tale misura "non è allo studio". E il ministro del'Istruzione Mariastella Gelmini sottolinea che c'è la "massima attenzione sull'evolversi della situazione della nuova influenza e sta valutando con scrupolo tutti gli scenari", compreso "rinviare l'apertura delle scuole". Sul fronte epidemia, mentre i 50 studenti italiani contagiati dal virus della nuova influenza a Londra rientreranno domani a Milano guariti, altri nove alunni di una scuola media di Pistoia, ritornati a casa dopo una vacanza studio in Inghilterra, sono stati trattenuti in ospedale perché affetti dal virus dell'H1N1.

        "Casi raddoppieranno ogni dieci giorni".

        "L'epidemia di nuova influenza - ha affermato Fazio - arriverà anche in Italia e, quando arriverà, presenterà una capacità di raddoppio dei casi in media ogni 10 giorni". L'epidemia, ha precisato, "quando arriverà, si svilupperà cioè in modo progressivo ma veloce e la riapertura delle scuole è un momento cruciale. Per ora i contagi sono fermi a 258, ma è probabile che si diffonda anche da noi una vera e propria epidemia".

        Gelmini: "Scuole apriranno regolarmente".

        "Sono in perfetta sintonia con il viceministro Fazio -ha detto il ministro dell'Istruzione Gelmini - è ovvio che se l'epidemia dovesse assumere nel nostro paese un significato importante, si assumerebbero tutte le precauzioni necessarie, compresa quella di rinviare l'apertura delle scuole. Ma, ripeto, al momento questa è un'ipotesi che non esiste".

        Pd: "Si mettano d'accordo".

        "In meno di un'ora - dice Giuseppe Fioroni del Partito Democratico - un ministro parla di rinviare l'apertura delle scuola per la minaccia di una epidemia influenzale e un altro dice il contrario. La scuola e la salute dei nostri figli sono cose serie che non meritano improvvisazione, superficialità, pressapochismo e tantomeno allarmismo. Sommessamente, mi permetto di suggerire al governo che prima di comunicare a mezzo stampa, sarebbe opportuno compiere una seria riflessione e arrivare a una decisione comune per la tranquillità e il bene del Paese".

        Da lunedì numero verde 1500. I numeri sono allarmanti: secondo le proiezioni del ministero della Salute, entro marzo si potrebbero ammalare circa 4 milioni di persone solo in Italia. Che sarebbero comunque meno di quelli provocati ogni anno dalla normale influenza, ma resta comunque un numero ragguardevole. Per questo il ministero sta pensando di vaccinare 8 milioni di italiani entro la fine dell'anno. Per fornire tutte le informazioni utili alla popolazione, da lunedì sarà attivo il numero verde gratuito 1500.

        Il virologo: "Nessuna preoccupazione in Italia".

        "La situazione è sotto controllo - ripete il ministro del Walfare Maurizio Sacconi - non alimentiamo gli allarmismi". Anche il professor Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università di Milano, smorza l'allarme per le ricadute della nuova influenza nel nostro Paese. "La malattia - afferma Pregliasco - non è grave sul singolo soggetto. La preoccupazione del viceministro occorre inquadrarla più su un piano istituzionale. Le parole di Fazio erano prevedibili, dopo che l'Oms ha annunciato l'inizio della pandemia. In Italia, però, la situazione è stata affrontata in tempo. Siamo riusciti a frenare la diffusione grazie a un'azione coordinata delle Asl. E' normale che con le vacanze e con i viaggi, il virus possa diffondersi", continua Pregliasco. "E' importante però sottolineare che questa volta, rispetto al passato abbiamo dei piani pandemici. Ogni Regione sa cosa deve fare".

        Altre vittime in Cile e Singapore. Le notizie dal mondo confermano la diffusione pandemica del virus. In Cile ieri 7 nuovi decessi portano il drammatico bilancio a 40 nel Paese. Singapore ha annunciato la sua prima vittima: un 49enne già affetto da altre patologie mentre in Cina, più di 100 studenti americani e britannici, insieme ai loro insegnanti, sono in quarantena in un hotel dopo che otto di loro sono risultati positivi alla nuova influenza A.

        "Rimandare le gravidanze".

        E intanto in Inghilterra pensano a misure più drastiche per arginare la pandemia. Secondo il Daily Telegraph, Il National Childbirth Trust, il maggiore organismo britannico di assistenza per gestanti e neonati, ritiene che rinviare una gravidanza possa ridurre il rischio di contrarre il virus o la gravità dei suoi effetti.

        "Vaccino a settembre".

        L'unico argine alla diffusione della malattia è il vaccino. Si prevede che nei Paesi dell'Unione europea saranno 60 milioni le persone che dovranno sottoporsi alla vaccinazione. Quattro società in Europa stanno lavorando su alcuni ceppi influenzali selezionati. Il direttore generale aggiunto per la sanità alla Commissione europea Paola Testori Coggi è convinta che, "anche se non si può sapere esattamente quando, entro settembre sono convinta che si potrà arrivare ad un vaccino".

        (18 luglio 2009)
        -
        <cite cite="http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/nuova-influenza/virologo-milano/virologo-milano.html?rss">Nuova influenza, cresce l'allarme "Ma non c'è un rinvio delle lezioni" - cronaca - Repubblica.it</cite>

        Comment


        • #5
          Re: H1n1. Notizie, aggiornamenti, sviluppi dall'italia e dal mondo

          FEBBRE SUINA: PROF. AIUTI, CHIUSURA SCUOLE MISURA INUTILE E IMPOSSIBILE
          FEBBRE SUINA: PROF. AIUTI, CHIUSURA SCUOLE MISURA INUTILE E IMPOSSIBILE

          Roma, 19 lug. - (Adnkronos)


          ''L'influenza in Italia sara' inarrestabile come nel resto del mondo. Colpira' almeno 6-8 milioni di persone specie sotto i 55 anni. Tuttavia la chiusura delle scuole non servira' ad arrestare l'epidemia ed e' una soluzione impossibile anche perche' dovrebbe essere protratta fino a marzo 2010''.

          Lo afferma l'immunologo Ferdinando Aiuti, presidente della Commissione Consiliare Speciale Politiche Sanitarie del Comune di Roma.
          -
          <cite cite="http://www.romagnaoggi.it/cronaca_adnkronos/2009/7/19/73427/">FEBBRE SUINA: PROF. AIUTI, CHIUSURA SCUOLE MISURA INUTILE E IMPOSSIBILE</cite>

          Comment


          • #6
            H1N1v. ITALIA - CHIUSURA DELLE SCUOLE, notizie, aggiornamenti.

            Di seguito post relativi alla chiusura delle scuole in Italia in autunno.

            Comment


            • #7
              Re: H1N1v. ITALIA - CHIUSURA DELLE SCUOLE, notizie, aggiornamenti.

              #2:"... IMPOSSIBILE ..."

              Bollare di impossibile una misura che non si vuole fare per vari motivi,
              non e' accettabile.

              #1:
              "Nuova influenza, cresce l'allarme - "Ma non c'è un rinvio delle lezioni" - Il virologo tranquillizza: "Nessuna preoccupazione in Italia""

              Ma si possono scrivere cose simili nell'era di internet?
              E la rincorsa di un identico modello informativo d'appertutto.

              Comment


              • #8
                Re: H1N1v. ITALIA - CHIUSURA DELLE SCUOLE, notizie, aggiornamenti.

                Indicazioni operative e la gran confusione sulla chiusura delle scuole

                Ecco le ultime interessanti indicazioni operative pubblicate da OMS e ECDC:

                WHO recommendations on pandemic (H1N1) 2009 vaccines (OMS)

                Changes in reporting requirements for pandemic (H1N1) 2009 virus infection (OMS)

                Managing schools during the current A(H1N1) 2009-10 pandemic – Reactive and proactive school closures in Europe (ECDC).

                Si tratta di documenti importanti che consiglio a tutti gli operatori sanitari e ai cittadini che vogliono comprendere meglio gli indirizzi strategici relativi alla preparazione e al controllo della pandemia.
                Il terzo link è un interessante documento sulla chiusura delle scuole proposto dall'ECDC, musica per le mie orecchie dopo aver letto quanto dichiarato sulla chiusura delle scuole da Fazio, Sacconi, Gelmini, Aiuti, Crovari, Brunetta (!), etc... Mi chiedo cosa l'italiano "medio" possa comprendere della chiusura delle scuole a seguito della schizofrenica comunicazione italiana.
                Se solo prendessimo esempio dai seri operatori dell'ECDC, magari la nostra classe politica non lascerebbe spazio a stupide diatribe, ma sarebbe impegnata a rispondere a queste domande...
                Cosa dovrebbe accadere perchè le scuole vengano chiuse proattivamente?
                Quali segnali si attenderebbero per riaprire le scuole?

                Quanto dovrebbe durare la chiusura delle scuole?
                Come sostenere insegnamento e apprendimento per tempi di chiusura prolungati, specie per gli studenti prossimi agli esami?
                Come far fronte alla necessità di accudimento dei figli in casa?

                Le Università dovrebbero essere interessate da questei provvedimenti?

                Come al solito non riesco a evitare la polemica.

                Pubblicato da Daniel Fiacchini
                -
                http://pandemitalia.blogspot.com/200...operative.html
                ------

                Comment


                • #9
                  Re: H1N1v: ANTIVIRALI, CEPPI DI VIRUS PANDEMICO H1N1 2009 RESISTENTI ALL'OSELTAMIVIR, NOTIZIE, AGGIORNAMENTI

                  Influenza A: casi resistenza Tamiflu (ANSA, editato)
                  2009-08-04 14:51

                  Influenza A: casi resistenza Tamiflu - Al confine tra Usa e Messico, lo usavano come automedicazione

                  (ANSA) - LA JOLLA (STATI UNITI), 4 AGO


                  Sono stati registrati casi di resistenza al Tamiflu, il principale antivirale utilizzato contro l'influenza A/H1N1.

                  Ne da' notizia l'Organizzazione panamericana della sanita' (Ops), precisando che sono stati accertati alla frontiera tra gli Stati Uniti e il Messico, in particolare a El Paso e vicino a McAllen, in Texas.

                  Le persone resistenti al farmaco traversavano frequentemente la frontiera e assumevano l'antivirale come forma di automedicazione.
                  -
                  <cite cite="http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mondo/news/2009-08-04_104395295.html">ANSA.it - Mondo - Influenza A: casi resistenza Tamiflu</cite>

                  Comment


                  • #10
                    Re: H1N1v: ANTIVIRALI, CEPPI DI VIRUS PANDEMICO H1N1 2009 RESISTENTI ALL'OSELTAMIVIR, NOTIZIE, AGGIORNAMENTI

                    FEBBRE SUINA: IL VIROLOGO, CASI RESISTENZA A FARMACO PREOCCUPANO MA NON STUPISCONO - Adnkronos Cronaca
                    FEBBRE SUINA: IL VIROLOGO, CASI RESISTENZA A FARMACO PREOCCUPANO MA NON STUPISCONO

                    ultimo aggiornamento: 04 agosto, ore 15:49
                    Roma, 4 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute)


                    "Preoccupano, ma non stupiscono" gli esperti, i casi di influenza H1N1 resistenti al Tamiflu al confine fra Usa e Messico.

                    "Attenzione, perche' usando troppo e male gli antivirali, magari con un impiego fai da te, rischiamo di ritrovarci, quando servira', con un'arma spuntata".

                    Parola del virologo dell'Universita' di Milano, Fabrizio Pregliasco, che spiega: "Sapevamo che si potevano verificare dei casi di resistenza: gli antivirali sono ancor piu' sensibili al problema rispetto agli antibiotici".
                    -
                    <cite cite="http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/?id=3.0.3619776646">FEBBRE SUINA: IL VIROLOGO, CASI RESISTENZA A FARMACO PREOCCUPANO MA NON STUPISCONO - Adnkronos Cronaca</cite>

                    Comment


                    • #11
                      Re: H1N1v: ANTIVIRALI, CEPPI DI VIRUS PANDEMICO H1N1 2009 RESISTENTI ALL'OSELTAMIVIR, NOTIZIE, AGGIORNAMENTI

                      FEBBRE SUINA: VIRUS RESISTENTE AD ANTIVIRALE AL CONFINE USA-MESSICO - Adnkronos Cronaca
                      FEBBRE SUINA: VIRUS RESISTENTE AD ANTIVIRALE AL CONFINE USA-MESSICO

                      ultimo aggiornamento: 04 agosto, ore 13:41
                      Roma, 4 ago. - (Adnkronos/Adnkronos Salute)


                      Identificato un ceppo del virus A/H1N1 resistente al Tamiflu al confine fra Usa e Messico, dove si sono verificati alcuni casi che non hanno risposto alla terapia.

                      Lo affermano gli esperti dell'Organizzazione panamericana della sanita' (Paho), con una certa preoccupazione.
                      -
                      <cite cite="http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/?id=3.0.3619261809">FEBBRE SUINA: VIRUS RESISTENTE AD ANTIVIRALE AL CONFINE USA-MESSICO - Adnkronos Cronaca</cite>

                      Comment


                      • #12
                        Re: H1N1v. ITALIA - CHIUSURA DELLE SCUOLE, notizie, aggiornamenti.

                        Influenza A, Ue: no rinvio aperture scuole ma libertà locale. Per chi slitta niente feste - Il Messaggero
                        Influenza A, Ue: no rinvio aperture scuolema libertà locale. Per chi slitta niente feste

                        Libertà ai 27 Stati di decidere, ma chi sceglie l'avvio in ritardo vietare anche raduni e sport. 4 casi sospetti in Trentino

                        BRUXELLES (13 agosto)


                        In fumo il sogno di qualche studente di vedere rinviato l'inizio dell'anno scolastico: il comitato per la sicurezza sanitaria della Ue non ritiene necessario rimandare l'apertura delle scuole europee prevista per settembre.

                        «Al momento non vediamo la necessità di una chiusura di massa delle scuole», fanno sapere gli esperti del comitato in un comunicato spiegando che gli stati membri «potranno decidere caso per caso sull'eventuale chiusura delle loro scuole».

                        Agire localmente. Nella loro comunicazioni gli esperti della Ue raccomandano agli stati membri di agire «localmente e caso per caso in quegli istituti dove rimandare l'attività scolastica avrà un beneficio effettivo sulla diffusione del virus» inoltre, in caso di chiusura delle scuole, gli esperti raccomandano di evitare che i bambini e ragazzi si aggreghino in altri luoghi alternativi. Per quanto riguarda le indicazioni per gli aeroporti, gli esperti della Ue raccomandano che non vi siano «restrizioni di movimento dentro i confini della Ue, nonostante la pandemia».

                        Niente partite di calcio o feste. Nel caso in cui uno Stato membro della Ue decida di far slittare la riapertura delle scuole per paura di accelerare il contagio, dovrà anche evitare che bambini e ragazzi stiano a contatto in altri posti, come partite di calcio o feste. È quanto ha spiegato oggi un portavoce della Commissione Ue. Gli esperti del Comitato della sicurezza sanitaria della Ue hanno lasciato libertà ai 27 di decidere sulla riapertura dell'anno scolastico, ma, in caso venga disposta la chiusura degli istituti, «occorre prevenire altre forme di aggregazione, altrimenti il problema del contagio si sposta soltanto ma resta invariato», ha spiegato il portavoce. «I genitori non dovrebbero organizzare raduni di bambini e ragazzi», ha aggiunto. Tra i «raduni» sconsigliati, feste e partite di calcio.

                        Quattro casi sospetti in Trentino. Altri quattro casi sospetti di nuova influenza sono stati accertati al pronto soccorso dell'ospedale di Arco, in Trentino. Si tratta di turisti tedeschi. In particolare - scrive il quotidiano Trentino - nei giorni scorsi hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari tre ragazzi di una scolaresca alloggiati in una struttura ricettiva del Basso Sarca e un turista di mezza età. In tutti i casi i pazienti, dopo le prime cure, hanno chiesto di essere dimessi e hanno già fatto rientro in patria. In Trentino i casi confermati di A-H1N1 sono finora 12, tutti rilevati in persone al ritorno da viaggi all'estero, informa l'Azienda sanitaria provinciale.
                        -
                        <cite cite="http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=69447&sez=HOME_NELMONDO">Influenza A, Ue: no rinvio aperture scuole ma libertà locale. Per chi slitta niente feste - Il Messaggero</cite>

                        Comment


                        • #13
                          Re: H1N1v. ITALIA - CHIUSURA DELLE SCUOLE, notizie, aggiornamenti.

                          Influenza A: Ue, no rinvio apertura (ANSA, editato)
                          2009-08-13 13:02

                          Influenza A: Ue, no rinvio apertura - In aeroporti nessuna restrizione dentro confini europei

                          (ANSA) - BRUXELLES, 13 AGO


                          Il comitato per la sicurezza sanitaria Ue non ritiene necessario rimandare l'apertura delle scuole prevista per settembre.

                          'Al momento non vediamo la necessita' di una chiusura di massa delle scuole', fanno sapere gli esperti del comitato in un comunicato spiegando che gli stati membri 'potranno decidere caso per caso sull'eventuale chiusura delle loro scuole'.
                          -
                          <cite cite="http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mondo/news/2009-08-13_113410029.html">ANSA.it - Mondo - Influenza A: Ue, no rinvio apertura</cite>

                          Comment


                          • #14
                            Re: H1N1v. ITALIA - CHIUSURA DELLE SCUOLE, notizie, aggiornamenti.

                            FEBBRE SUINA: UE, PER ORA NESSUN RINVIO APERTURA SCUOLE - Adnkronos Cronaca
                            FEBBRE SUINA: UE, PER ORA NESSUN RINVIO APERTURA SCUOLE

                            ultimo aggiornamento: 13 agosto, ore 15:04
                            Bruxelles, 13 ago. - (Adnkronos/Aki)


                            Nessun rinvio per ora nell'apertura delle scuole europee prevista per settembre.

                            E' quanto ha stabilito il comitato Ue per la sicurezza sanitaria, formato dai rappresentanti dei 27 paesi membri, al termine di una riunione a Bruxelles sulla strategia Ue contro il virus dell'influenza A.

                            "E' importante che gli stati membri e Commissione continuino a coordinare i loro sforzi e condividere le informazioni", afferma da parte sua il commissario Ue alla Salute Androulla Vassiliou in una nota diffusa al termine dei lavori.
                            -
                            <cite cite="http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/?id=3.0.3654464840">FEBBRE SUINA: UE, PER ORA NESSUN RINVIO APERTURA SCUOLE - Adnkronos Cronaca</cite>

                            Comment


                            • #15
                              Re: H1N1v: ANTIVIRALI, CEPPI DI VIRUS PANDEMICO H1N1 2009 RESISTENTI ALL'OSELTAMIVIR, NOTIZIE, AGGIORNAMENTI

                              FEBBRE SUINA: OMS, SU SCADENZA TAMIFLU DECIDANO AUTORITA' NAZIONALI
                              FEBBRE SUINA: OMS, SU SCADENZA TAMIFLU DECIDANO AUTORITA' NAZIONALI

                              Ginevra, 18 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute)


                              Saranno le autorita' sanitarie nazionali a stabilire il periodo di validita' che riterranno piu' opportuno per l'antivirale Tamiflu (oseltamivir), tra i farmaci ritenuti chiave contro la nuova influenza A/H1N1.

                              Lo riferisce ai giornalisti il portavoce dell'Organizzazione mondiale della sanita' (Oms), Gregory Hartl.

                              Il gruppo farmaceutico svizzero Roche, produttore del Tamiflu, ha infatti diffuso dati secondo cui il periodo di validita' delle capsule di farmaco e' superiore a quanto ritenuto in precedenza: 7 anni invece di 5.
                              -
                              <cite cite="http://www.romagnaoggi.it/cronaca_adnkronos/2009/8/18/77596/">FEBBRE SUINA: OMS, SU SCADENZA TAMIFLU DECIDANO AUTORITA' NAZIONALI</cite>

                              Comment

                              Working...
                              X