Announcement

Collapse
No announcement yet.

MERS-CoV, Regione Europea, aggiornamenti OMS (Archivio 2013)

Collapse
X
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • MERS-CoV, Regione Europea, aggiornamenti OMS (Archivio 2013)

    [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Adattato.]
    Nuovo Coronavirus, aggiornamento

    11 febbraio 2013


    Il Regno Unito (UK) ha informato l’OMS di un caso confermato di infezione da nuovo coronavirus (NCoV). Il caso riguarda un residente del Regno Unito che ha sviluppato sintomatologia il 26 gennaio 2013. Le indagini di laboratorio su campioni respiratori hanno rivelato la presenza sia di una infezione da virus dell’influenza stagionale A(H1N1)pdm09 e sia di una infezione confermata da NCoV. Il paziente si trova ricoverato in terapia intensiva.

    Le indagini preliminari indicano che il paziente aveva compiuto dei viaggi in Pakistan e in Arabia Saudita. Ulteriori indagini sul caso sono in corso.

    L’Agenzia per la Protezione della Salute (HPA) ha istituito delle misure stringenti di controllo delle infezioni attorno al paziente e identificato i soggetti che sono entrati in contatto con esso e che potrebbero essere stati esposti durante la malattia.

    Questo è un caso sporadico e non altera l’attuale valutazione del rischio effettuata dall’OMS e relativa al NCoV; tuttavia il nuovo caso indica che il virus persiste. All’11 febbraio 2013, I casi confermati e notificato all’OMS ammontano a 10.

    In base alla situazione attuale e alle informazioni disponibili, l’OMS incoraggia I Paesi Membri a continuare la sorveglianza per le infezioni respiratorie acute severe (SARI) e di valutare attentamente ogni scenario inusuale. Il test per la ricerca del nuovo coronavirus dovrebbe essere considerato per quei pazienti che mostrino una polmonite inesplicabile, o con malattie gravi, progressive e complicate che non rispondano al trattamento, specie se in soggetti che abbiano risieduto o siano di ritorno da viaggi nella Penisola Arabica e zone limitrofe.

    Qualsiasi focolaio di SARI o la comparsa di SARI fra il personale sanitario dovrebbe essere attentamente indagato, in qualunque parte del mondo si verifichi.

    I nuovi casi umani dovrebbero essere prontamente notificati sia alle autorità nazionale sia all’OMS.

    L’OMS non raccomanda attività di screening ai punti di frontiera nè l’istituzione di misure di restrizione ai viaggi o ai commerci riguardo questo incidente.
    -
    ------

  • #2
    Nuovo coronavirus, aggiornamento (OMS, 13 febbraio 2013)

    [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]
    Nuovo coronavirus, aggiornamento

    13 febbraio 2013



    La Gran Bretagna ha informato l’OMS di un altro caso confermato di infezione da nuovo coronavirus (nCoV). Il paziente è un residente britannico e parente del caso notificato l’11 febbraio scorso.

    Il paziente in questione non ha effettuato alcun viaggio all’estero recentemente e si trova attualmente ricoverato in terapia intensiva. E’ stato reso noto che il paziente soffre di condizioni mediche pregresse che potrebbero averlo reso più suscettibile alle infezioni respiratorie.

    La conferma di una infezione da NCoV in un soggetto senza storia di viaggi recenti indica che l’infezione è stata acquisita in Gran Bretagna.

    Alla data, le prove della trasmissione interumana del virus sono limitate.

    Sebbene il caso sia suggestivo di una istanza di trasmissione interumana, sulla base delle evidenze attuali, il rischio di una trasmissione sostenuta da persona a persona appare molto basso.

    L’Agenzia per la Protezione della Salute (HPA) ha posto sotto sorveglianza tutti I soggetti entrati in contatto ravvicinato (famigliari e personale sanitario) con I pazienti e che potrebbero essere stati esposti ad uno o a entrambi i due nuovi casi confermati.

    Alla data del 13 febbraio 2013, complessivamente sono stati confermati e notificati all’OMS 11 casi umani di infezione da nuovo coronavirus (NCoV), di cui cinque fatali, a partire da aprile 2012.

    In base alla situazione attuale e alle informazioni disponibili, l’OMS incoraggia tutti gli Stati Membri a continuare la sorveglianza per le infezioni respiratorie acute severe (SARI) e a valutare con estrema attenzione ogni quadro inusuale. I test di laboratorio per la ricerca del nuovo coronavirus dovrebbero essere considerati per tutti quei pazienti che dimostrino una polmonite inesplicabile o in pazienti con malattie respiratorie, progressive o complicate che non rispondano ai trattamenti.

    Qualsiasi cluster di SARI o lo sviluppo di SARI fra il personale sanitario dovrebbero essere investigati accuratamente, in qualunque parte del mondo dovesser verificarsi.

    I nuovi casi e I cluster di casi di NCoV dovrebbero essere notificati prontamente sia alle autorità nazionale sia all’OMS.

    L’OMS non raccomanda l’implementazione di speciali screening ai punti di ingresso transfrontalieri nè l’adozione di misure di restrizione ai viaggi o ai commerci in relazione a questo evento.

    L’OMS continua a monitorare attentamente la situazione.

    -
    ------

    Comment


    • #3
      Gran Bretagna, terzo caso di infezione da nuovo coronavirus identificato in un cluster famigliare (15 febbraio 2013)

      [Fonte: Agenzia per la Protezione della Salute, Gran Bretagna, pagina originale completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]
      Gran Bretagna, terzo caso di infezione da nuovo coronavirus identificato in un cluster famigliare

      15 febbraio 2013



      L’Agenzia per la Protezione della Salute (HPA) è in grado di confermare un terzo caso di infezione da nuovo coronavirus in un cluster familiare, dopo le diagnosi di infezione confermata in due altri membri all’inizio della settimana. Il paziente, che risiede in Gran Bretagna e non ha storia di viaggi all’estero recenti, è in convalescenza dopo aver sviluppato una lieve malattia respiratoria ed è in buone condizioni. Quest’ultimo caso porta il totale cumulativo globale a 12, di cui quattro hanno ricevuto la diagnosi in GB.

      Il professor John Watson, capo del dipartimento per le malattie respiratorie presso l’HPA ha dichiarato:

      "Sebbene questo paziente avesse una forma lieve di malattia respiratoria, come precauzione l’HPA ha consigliato al soggetto di auto-isolarsi e limitare I contatti con le persone al di fuori del suo alloggio. La sorveglianza per gli altri familiari e le persone con cui è entrato in contatto è in corso.’’

      “Sebbene questo caso appaia dovuto a una trasmissione interumana del virus, il rischio di infezione per I contatti è da considerarsi, per la maggior parte delle circostanze, basso. Se il nuovo coronavirus fosse maggiormente infettivo, avremmo visto un numero più alto di casi rispetto a quelli osservati sin dal primo paziente diagnosticato tre mesi fa. Tuttavia, questo nuovo sviluppo giustifica le misure che sono state immediatamente implementate per prevenire ogni ulteriori diffusione dell’infezione e per identificare e sorvegliare I contatti dei pazienti conosciuti.’’

      “Vorremmo sottolineare che il rischio associato a questo nuovo coronavirus per la popolazione generale in Gran Bretagna rimane molto basso. L’HPA continuerà a cooperare strettamente con le autorità nazionali e internazionali e diffonderà ogni ulteriore raccomandazione con il personale sanitario e il pubblico una volta che le informazioni diverranno disponibili.’’

      ====



      Note:

      1. Casi confermati tramite analisi di laboratorio alla data: 12
      • Arabia Saudita: 5 casi (3 decessi)
      • Giordania: 2 (2 decessi)
      • GB: 4 (1 paziente dal Qatar – ancora ricoverato, 3 pazienti dalla GB, 2 ancora ricoverati, 1 guarito)
      • Germania: 1 (paziente dal Qatar – dimesso)
      (…)
      -
      -------

      Comment


      • #4
        Nuovo Coronavirus (NCoV), aggiornamento (OMS, 16 febbraio 2013)

        [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]
        Nuovo Coronavirus (NCoV), aggiornamento

        16 febbraio 2013


        La Gran Bretagna ha informato l’OMS di un altro caso di infezione da nuovo coronavirus (NCoV). Questo è il terzo caso confermato nel Paese nel corso di questo mese e riguarda lo stesso cluster familiare dei due precedenti casi confermati.

        Il paziente in questione non ha storia di viaggi recenti all’estero. Il paziente è in via di guarigione dopo aver sviluppato una lieve malattia respiratoria e le sue condizioni sono buone.

        La conferma di una infezione da NCoV in questo caso privo di storia di viaggi all’estero indica che l’infezione è stata acquisita in Gran Bretagna. Sebbene questi nuovi casi offrano ulteriori indicazioni di una trasmissione interumana del virus, nessuna trasmissione sostenuta da persona a persona è stata identificata.

        L’Agenzia per la Protezione della Salute (HPA) ha posto sotto sorveglianza tutti I soggetti che potrebbero essere stati esposti ai casi confermati più recenti.

        Alla data del 16 febbraio 2013, l’OMS è stata informata su un totale di 12 casi confermati di infezione umana da NCoV, di cui 5 fatali.

        In base alla situazione attuale e alle informazioni disponibili, l’OMS incoraggia tutti gli Stati Membri a continuare la sorveglianza per le infezioni respiratorie acute severe (SARI) e di valutare accuratamente ogni quadro inusuale. Il test per la ricerca del nuovo coronavirus dovrebbe essere considerato per I pazienti con polmoniti inesplicabili o in pazienti con malattie inspiegabilmente gravi, progressive o complicate che non rispondono ai trattamenti.

        Qualsiasi cluster di SARI o la comparsa di SARI fra il personale sanitario dovrebbero essere attentamente vagliati, in qualsiasi parte del mondo si verifichino.

        I nuovi casi e I cluster di casi di NCoV dovrebbero essere prontamente notificati sia alle autorità nazionali sia all’OMS.

        L’OMS non consiglia l’istituzione di speciali screening ai punti di ingresso frontalieri nè raccomanda l’adozione di misure di restrizione ai viaggi o ai commerci in relazione a questo evento.

        L’OMS continua a monitorare attentamente la situazione.
        -
        ------

        Comment


        • #5
          Nuovo Coronavirus (NCoV)–aggiornamento (OMS, 26 marzo 2013): 1 caso fatale importato in Germania

          [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]
          Nuovo Coronavirus (NCoV)–aggiornamento

          26 marzo 2013


          Il Robert Koch Institute [di Germania] ha informato l’OMS di un nuovo caso umano confermato di infezione da nuovo coronavirus (nCoV).

          Il paziente, un residente degli Emirati Arabi Uniti di 73 anni di età, che era stato trasferito da un ospedale di Abu Dhabi a Monaco con un volo-ambulanza il 19 marzo scorso, è deceduto il 26 marzo 2013.

          In Gran Bretagna il caso indice del cluster di casi che ha coinvolto una famiglia, riportato l’11 febbraio scorso e con storia di recenti viaggi in Pakistan e Arabia Saudita nel periodo precedente l’esordio dei sintomi, è deceduto.

          Alla data di oggi, l’OMS è stata informata su 17 casi confermati a livello globale di infezioni umane da nuovo coronavirus (NCoV), di cui 11 con esito fatale.

          In base alla situazione attuale e alle informazioni disponibili l’OMS incoraggia tutti gli Stati Membri a continuare la sorveglianza per le infezioni respiratorie acute severe (SARI) e ad esaminare con attenzione ogni quadro inusuale.

          L’OMS sta lavorando con esperti internazionali e i Paesi dove i casi sono stati identificati per effettuare una valutazione della situazione e attuare una revisione delle raccomandazioni per la sorveglianza e il controllo.

          Tutti gli Stati Membri devono esaminare e notificare prontamente all’OMS ogni nuovo caso di infezione da nuovo coronavirus (NCoV), unitamente alle informazioni sulle potenziali fonti di esposizione che potrebbero aver causato le infezioni e la descrizione dei decorsi clinici.

          L’OMS non consiglia screening speciali ai punti di ingresso frontalieri riguardo questo evento, nè raccomanda l’adozione di misure di restrizione ai viaggi o ai commerci.

          L’OMS continua a seguire la situazione da vicino.
          -
          ------

          Comment


          • #6
            Infezione da Nuovo Coronavirus (NCoV), aggiornamento (OMS, 8 maggio 2013): 1° caso importato in Francia

            [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]
            Infezione da Nuovo Coronavirus (NCoV), aggiornamento

            8 maggio 2013


            Il Ministero degli Affari Sociali e della Sanità della Francia ha informato l’OMS su un caso confermato di infezione umana da Nuovo Coronavirus (NCoV).

            Il paziente, sofferente di condizioni mediche pregresse, risultava anche in uno stato di immunocompromissione.

            Il paziente ha sviluppato sintomatologia il 23 aprile 2013 e in seguito anche disturbi respiratori.

            La conferma di laboratorio dell’infezione da Nuovo Coronavirus (NCoV) è pervenuta il 7 maggio 2013 dall’Istituto Pasteur.

            La diagnosi di laboratorio è stata possibile dopo l’analisi di un campione prelevato tramite lavaggio broncoalveolare (una procedura medica che consiste nell’introduzione di un broncoscopio attraverso la bocca o il naso di un paziente per raggiungerne i polmoni e prelevarne liquidi da esaminare), poichè il campione nasofaringeo prelevato in precedenza aveva dato esito negativo.

            Il paziente si trova tuttora ricoverato in ospedale.

            Le indagini preliminari indicano che il paziente aveva compiuto un viaggio a Dubai, Emirati Arabi Uniti. Ulteriori indagini sul caso sono in corso.

            Da settembre 2012 alla data di oggi, l’OMS è stata informata su un totale complessivo, a livello globale, di 31 casi confermati di infezione umana da nuovo coronavirus (NCoV), di cui 18 con esito fatale. I casi sono stati confermati tramite analisi di laboratorio.

            In base alla situazione attuale e alle informazioni disponibili l’OMS incoraggia tutti gli Stati Membri a continuare la sorveglianza per le Infezioni Respiratorie Acute Severe (SARI) e di verificare con attenzione ogni quadro inusuale.

            Questo nuovo caso sottolinea la necessità di vigilare i soggetti di ritorno da un viaggio recente nelle aree affette dal virus e anche sull’utilità di impiegare campioni dell basse vie respiratorie qualora si possa ottenerli.

            A tutti gli Stati Membri si ricorda di valutare e notificare immediatamente all’OMS ogni nuovo caso di infezione da NCoV, comunicando anche le informazioni sulle possibili fonti di esposizione che potrebbero aver causato l’infezione oltre che alla descrizione del decorso clinico dei casi.

            L’OMS non consiglia screening speciali ai punti di ingresso frontalieri, nè raccomanda l’adozione di misure di restrizione ai viaggi o ai commerci in relazione a questo evento.

            L’OMS continua a seguire da vicino la situazione.

            Per ulteriori informazioni si prega di visitare il sito web del Ministero degli Affari Sociali e della Sanità francese.

            -
            -------

            Comment


            • #7
              Infezione da Nuovo Coronavirus (NCoV), aggiornamento (OMS, 12 maggio 2013)

              [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


              Infezione da Nuovo Coronavirus (NCoV), aggiornamento

              12/05/2013


              Il Ministero degli Affari Sociali e della Sanità Francese ha informato l’OMS di un caso umano addizionale di infezione da nuovo coronavirus (NCoV). Il caso è stato confermato tramite analisi di laboratorio.

              Il paziente è stato individuato nel corso delle indagini epidemiologiche condotte dalla autorità francesi in seguito alla conferma di laboratorio del primo caso identificato nel Paese il 7 maggio scorso.

              Il paziente ha soggiornato nella stessa sala di degenza presso l’ospedale di Valenciennes dove il primo caso confermato era stato ricoverato fra il 27 e il 29 aprile 2013.

              Attualmente il paziente è ricoverato in isolamento in un ospedale infettivologico.

              Fra i 120 soggetti che sono entrati in contatto con il primo paziente in Francia, cinque hanno ricevuto una diagnosi di laboratorio per il nuovo coronavirus: quattro erano negativi mentre uno (il paziente di cui sopra), positivo. Le analisi sono state effettuate dal Pasteur Institute di Parigi.

              In Arabia Saudita, indagini sono in corso su una epidemia nosocomiale, dove quindici pazienti, di cui sette deceduti, sono stati confermati infetti dal virus NCoV.

              Dal settembre 2012 fino alla data di oggi, l’OMS è stata informata su un totale, a livello globale, di 34 casi confermati di infezione da NCoV, di cui 18 con esito fatale.

              In base alla situazione attuale e alle informazioni disponibili, l’OMS incoraggia tutti gli Stati Membri a continuare la sorveglianza per la Infezioni Respiratorie Acute Severe (SARI) e ad esaminare con attenzione ogni quadro inusuale.

              Al personale sanitario si consiglia di mantenere una vigilanza per i viaggiatori provenienti dalle aree affette e che presentino un quadro di grave SARI.

              Campioni delle basse vie respiratorie dovrebbero essere prelevati, quando possibile, per i test di laboratorio.

              Ai medici si ricorda che l’infezione da NCoV dovrebbe essere presa in considerazione in pazienti immunocompromessi che presentino anche segni e sintomi atipici.

              A tutti gli Stati Membri si ricorda di notificare immediatamente all’OMS ogni nuovo caso di infezione da NCoV e di comunicare tutte le informazioni riguardo le possibili fonti di esposizione all’origine dell’infezione e i dati sul decorso clinico.

              L’OMS non consiglia screening speciali ai punti di ingresso frontalieri nè raccomanda l’adozione di misure di restrizione ai viaggi o ai commerci in relazione a questo evento.

              L’OMS continua a seguire da vicino la situazione.


              -
              ------

              Comment


              • #8
                MERS-CoV, Regione Europea, aggiornamenti OMS (Archivio 2013)

                Questo archivio contiene gli aggiornamenti OMS sui casi di MERS-CoV confermati nella Regione Europea (Italia esclusa).

                Comment

                Working...
                X