Announcement

Collapse
No announcement yet.

H3N2v, Casi Umani in Indiana, aggiornamenti

Collapse
This is a sticky topic.
X
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • H3N2v, Casi Umani in Indiana, aggiornamenti

    [Fonte: WTHR / AP, testo originale completo in Inglese: (LINK). Estratto, tradotto e adattato.]
    Quattro casi umani di infezione da virus influenzale di origine suina nella contea di LaPorte, Indiana


    Pubblicato : 24 luglio 2012 23:51 – Aggiornato: 24 luglio 2012 23:51



    INDIANAPOLIS. Le autorità sanitarie locali riferiscono di aver identificato quattro casi umani di infezione da virus dell’Influenza A di origine suina in altrettanti soggetti con sintomatologia febbrile che erano entrati in contatto con suini durante la fiera della contea di LaPorte County, nel nordovest dello stato dell’Indiana.

    (…)
    - ------

  • #2
    Ufficiali Sanitari indagano su dei casi di sindrome influenzale correlati ad una Fiera tenuta nella Contea di LaPorte (Dip. Sanità, Indiana, USA, 25 luglio 2012)

    [Fonte: Stato dell’Indiana, Dipartimento di Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo Tradotto e adattato.]


    Ufficiali Sanitari indagano su dei casi di sindrome influenzale correlati ad una Fiera tenuta nella Contea di LaPorte


    Data documento: 25 luglio 2012, ore: 12:00 AM



    INDIANAPOLIS — Il Dipartimento di Sanità dello Stato dell’Indiana, l’Ufficio per la Salute Animale e il servizio sanitario della Contea di LaPorte stanno attivamente indagando una epidemia che ha coinvolto quattro residenti, associata alla Fiera tenutasi nella Contea nel periodo compreso fa l’8 e il 14 luglio 2012. Tutti I soggetti hanno avuto contatti diretti con dei maiali e tutti sono guariti dalla malattia.

    Il Dipartimento di Sanità dello Stato continua a raccogliere informazioni per avere un quadro esatto sulle dimensioni del fenomeno. I sintomi riportati dai pazienti comprendono tosse, febbre e mal di gola. Le analisi di laboratorio hanno confermato che I campioni prelevati dai pazienti contenevano un virus dell’Influenza di tipo A di origine suina. I campioni prelevati dagli animali sono altresì risultati positivi per il virus.

    I virus dell’influenza possono trasmettersi direttamente dal maiale all’uomo e dall’uomo al maiale. Le infezioni nell’uomo sono piu’ frequenti laddove I soggetti entrino in contatto ravvicinato con animali infetti, come per esempio granai, fattorie e fiere. I virus dell’influenza non sono trasmessi tramite l’ingestione di prodotti alimentari a base di carne di suino.

    Dal 2011, 17 casi umani di infezione da virus dell’Influenza A di origine suina sono stati notificati a livello federale. Fra questi, sei sono stati identificati in Indiana.

    I cittadini devono sempre lavare le mani con acqua e sapone prima e dopo aver accudito o toccato degli animali. Non mangiare, bere o introdurre qualsiasi cosa in bocca nelle zone dove sono tenuti gli animali. I cittadini anziani, le donne in stato di gravidanza, I bambini piccoli e I soggetti con sistema immunitario debilitato devono adottare ulteriori cautele quando si avvicinano agli animali.

    I cittadini che, entrando in contatto diretto con I maiali con regolarità, come ad esempio lavoratori agricoli o addetti alle fiere, e dovessero soffrire di tosse o sindromi influenzali sono invitati a contattare il centro sanitario piu’ vicino. La sintomatologia include tosse, mal di gola, febbre, dolori muscolari, e in alcuni casi, nausea, vomito o diarrea.

    Mentre l’influenza è una malattia frequente fra I suini, l’Ufficio Statale per la Salute Animale invita tutti I proprietari di suini a contattare un veterinario se I loro animali iniziassero a mostrare I sintomi tipici dell’influenza, come tosse, disturbi respiratori, inappetenza e febbre. La maggior parte delle fiere dispone di medici veterinari privati disponibili su chiamata per visite in sito.

    Ulteriori informazioni sull’influenza sono disponibili presso il sito del Dipartimento di Sanità dello Stato seguendo il link: www.in.gov/isdh/25462.htm


    ###


    Contact Information:
    Name: Ken Severson
    Phone: 317.233.7104
    Email: kseverson@isdh.in.gov



    - -------

    Comment


    • #3
      Epidemia di virus dell’Influenza A (H3N2) fra visitatori e suini di una fiera di contea, Indiana, luglio 2012 (US CDC, 26 luglio 2012, adattato)

      [Fonte: Centro per il Controllo delle Malattie USA, MMWR Morbidity and Mortality Weekly Report, documento completo in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]
      Epidemia di virus dell’Influenza A (H3N2) fra visitatori e suini di una fiera di contea, Indiana, luglio 2012


      Edizione settimanale, 27 luglio 2012 / 61(29);561-561




      Fra il 12 e il 16 luglio 2012 il Dipartimento di Sanità dello Stato dell’Indiana e l’Ufficio di Stato per la Salute Animale hanno identificato delle malattie respiratorie fra I suini e I visitatori di una fiera tenuta nella contea nel periodo compreso fra l’8 e il 14 luglio 2012. Il 16 luglio campioni biologici sono stati prelevati da quattro soggetti con malattia respiratoria; in due di questi l’esordio dei sintomi risale al 12 luglio; I pazienti sono stati visitati al Pronto Soccorso. Gli altri due casi sono stati individuati in seguito alle indagini epidemiologici successive. Tutti I soggetti erano collegati alla fiera, perchè espositori o membri delle famiglie di questi ed erano entrati in contatto ravvicinato con suini. Il 18 luglio, le analisi (RT-PCR, reverse transcription–polymerase chain reaction) condotte presso il laboratorio del Dipartimento di Sanità hanno identificato un virus di tipo A (H3N2) probabilmente di origine suine, ovvero il tipo A (H3N2v) variante* in tutti e quattro I campioni. Il 21 luglio, una sequenza genetica parziale è stata ottenuta dal CDC e ha confermato la presenza del virus H3N2v contenente il segmento M appartenente al virus A (H1N1)pdm09, simile a quello identificato in altri dodici casi umani di infezione registrati durante il 2011 e in uno all’inizio del 2012 (1). Nessuna della quattro persone ha richiesto il ricovero in ospedale e sono guariti completamente dalla malattia.

      In aggiunta ai campioni umani, altri 12 sono stati raccolti da altrettanti suini presenti in fiera e tutti contenevano il virus A (H3N2) virus. I campioni sono stati inviati presso I Laboratori del Servizio Nazionale di Veterinaria presso il Dipartimento USA dell’Agricoltura per ulteriori analisi. Le indagini genetiche preliminari hanno riscontrato un alto grado di somiglianza fra le sequenze appartenenti ai virus H3N2v presenti nei pazienti e quelle dei virus isolati nei suini.

      Sebbene soltanto una limitata trasmissione interumana del virus H3N2v sia stata dimostrata in precedenti episodi (1), questi virus potrebbero modificarsi così da permetterne una molto piu’ efficiente in futuro. A tale scopo I medici che dovessero sospettare un caso di influenza in un soggetto con recente esposizione ai suini dovrebbero prelevare dei campioni nasofaringei o un aspirato tracheale dal paziente, prepararlo accuratamente per la spedizione e contattare I dipartimenti di sanità statali o locali per il trasporto dei campioni e la diagnosi virologica precoce presso un laboratorio pubblico (1). I medici dovrebbero considerare un trattamento con antivirali (per via orale tramite l’oseltamivir o per via inalatoria con lo zanamivir) nei soggetti con sospetta infezione (2). Le persone coinvolte nell’allevamento dei suini o che entrano in contatto con I maiali presso fiere o in altri luoghi devono tenere conto del rischio potenziale di una trasmissione del virus dell’influenza dagli animali all’uomo. Per ridurre questo rischio si possono seguire delle misure igieniche come il frequente lavaggio delle mani e il mantenimento dell’etichetta respiratoria. Si dovrebbe inoltre evitare il contatto ravvicinato con quegli animali che appaiono ammalati, quando possibile, e qualora si manifestassero dei sintomi influenzali si dovrebbe evitare di avvicinarsi agli animali. Ulteriori informazioni e linee guida sulla prevenzione delle infezioni dai suini all’uomo sono disponibili seguendo qusto link: http://www.cdc.gov/flu/swineflu/industry_guidance.htm .

      Compresi I casi citati in questo documento, il totale cumulativo di infezioni umane da virus H3N2v con segmento M proveniente dal virus A (H1N1)pdm09, a partire dall’agosto 2011, ammonta a 17. Le infezione umane da virus dell’influenza A di nuovo tipo sono malattie a notifica obbligatoria a livello nazionale (3) e sottoposte a notifica in accordo al Regolamento Sanitario Internazionale (4). I laboratori di Sanità pubblica statali devono contattare il CDC e inviare tutti I campioni sospetti di influenza A di nuovo tipo per I testi confermativi. Ulteriori informazioni sui virus H3N2v sono disponibili seguendo questo link: http://www.cdc.gov/flu/swineflu/influenza-variant-viruses-h3n2v.htm .



      Relatori

      Shawn Richards, Mark Glazier, Jennifer House, DVM, Pam Pontones, MA, Indiana State Health Dept; Douglas Metcalf, Bret Marsh, DVM, Indiana Board of Animal Health. Sabrina Swenson, DVM, John Korslund, DVM, Animal and Plant Health Inspection Svc, US Dept of Agriculture. Lenee Blanton, MPH, Scott Epperson, MPH, Matthew Biggerstaff, MPH, Lynnette Brammer, MPH, Susan Trock, DVM, Michael Jhung, MD, Joseph Bresee, MD, LaShondra Berman, William Davis, Stephen Lindstrom, PhD, Alexander Klimov, PhD, Daniel Jernigan, MD, Nancy Cox, PhD, Influenza Div, National Center for Immunization and Respiratory Diseases, CDC. Corresponding contributor: Lenee Blanton, lblanton@cdc.gov, 404-639-3747.



      Bibliografia
      1. CDC. Update: influenza A (H3N2)v transmission and guidelines—five states, 2011. MMWR 2012;60:1741–4.
      2. CDC. Antiviral agents for the treatment and chemoprophylaxis of influenza: recommendations of the Advisory Committee on Immunization Practices (ACIP). MMWR 2011;60(No. RR-1).
      3. Council of State and Territorial Epidemiologists. National reporting for initial detections of novel influenza A viruses. Position statement 07-ID01. Atlanta, GA: Council of State and Territorial Epidemiologists; 2007. Available at http://www.cste.org/ps/2007ps/2007psfinal/id/07-id-01.pdf . Accessed July 24, 2012.
      4. World Health Organization. International health regulations (2005), Second edition. Geneva, Switzerland: World Health Organization; 2008. Available at http://whqlibdoc.who.int/publications/2008/9789241580410_eng.pdf . Accessed July 24, 2012.
      * I virus dell’influenza che circolano fra la popolazione suina sono denominati ‘virus dell’influenza suina’ quando sono isolati dall’animale, mentre sono chiamati ‘virus dell’influenza suina variante’ quando vengono isolati nell’uomo. Un virus influenzale di tipo A variante può contenere o no il segmento M appartenente al tipo A (H1N1)pdm09 virus, assieme ad altre mutazioni genetiche. Il virus dell’influenza stagionale di tipo A (H3N2) circola in tutto il mondo fra la popolazione umana e si distingue da quello omonimo suino per le diverse caratteristiche genetiche a antigeniche. Ulteriori informazioni sono disponibili seguendo questo link: http://www.who.int/influenza/gisrs_laboratory/terminology_ah3n2v/en/index.html .
      - ------

      Comment


      • #4
        USA, Indiana. Autorità sanitarie continuano a indagare su casi di influenza H3N2v (Dip. Sanità, 2/8/12)

        [Fonte: Stato federato USA dell’Indiana, Dipartimento di Sanità Pubblica, pagina originale completa in Inglese: (LINK). Estratto tradotto e adattato.]
        USA, Indiana. Autorità sanitarie continuano a indagare su casi di influenza H3N2v


        Documento emesso il 2 agosto 2012, ore 12.00



        INDIANAPOLIS—Il Dipartimento di Sanità dello Stato dell’Indiana ha identificato un caso umano addizionale di infezione da virus dell’influenza di tipo A di origine suina (H3N2v), in un residente della contea di Jackson che porta il totale cumulativo per lo Stato a cinque casi. Tutti sono entrati in contatto con suini. Analisi di laboratorio confermative si stanno conducendo su altri casi potenziali.

        Il Dipartimento di Sanità ha inoltre registrato un incremento nell’attività influenzale in varie parti dello Stato.

        La sintomatologia include febbre e problemi respiratori come tosse, mal di gola, e raffreddore oltre che a dolori muscolari, nausea, vomito e diarrea. I sintomi regrediscono generalmente dopo 2-5 giorni.

        (…)

        Ulteriori informazioni sono disponibili presso il sito del Dipartimento di Sanità dell’Indiana: www.in.gov/isdh/25462.htm.



        ###

        Contact Information:
        Name: Amy Reel
        Phone: 317.233.7315
        Email: areel@isdh.in.gov
        - ------

        Comment


        • #5
          USA, Indiana, H3N2v: Autorità sanitarie confermano 11 casi di sindrome influenzale nello Stato (Gov. Indiana, 3 agosto 2012, adattato)

          [Fonte: Amministrazione di Governo dello Stato dell’Indiana, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]
          Autorità sanitarie confermano 11 casi di sindrome influenzale nello Stato


          Data documento: 3 agosto 2012, pubblicato alle ore 12:00 AM



          INDIANAPOLIS— Le autorità sanitarie hanno confermato sei casi addizionali di infezione umana da virus dell’Influenza di tipo A H3N2v di origine suina, portando così il totale cumulativo per tutto lo stato a 11 casi.

          Tutti I casi sono entrati in contatto con suini.

          Il Dipartimento di Sanità e le autorità sanitarie locali stanno indagando su possibili altri casi.

          I nuovi casi riguardano soggetti residenti nelle contee di Tipton, Jennings e LaPorte. La contea di Jackson ha registrato invece quattro casi.

          “Al momento non abbiamo rilevato trasmissione del virus da persona a persona,’’ riferisce il consigliere per la Sanità dello Stato dottor Gregory Larkin, M.D. “Tutti I casi confermati hanno avuto contatti diretti con suini. Siccome è stagione di esposizioni e fiere di animali, I cittadini sono invitati a praticare una rigorosa igiene delle mani e a non consumare cibi in prossimita’ degli animali.”

          La sintomatologia comprende febbre e sintomi respiratori come tosse, mal di gola, raffreddore e in certi casi, dolori muscolari, nausea, vomito e diarrea. La sintomatologia si esaurisce in due-cinque giorni.

          (…)

          Ulteriori informazioni sull’influenza sono accessibili sul sito del Dipartimento di Sanità dell’Indiana: www.in.gov/isdh/25462.htm.


          ###


          Contact Information:
          Name: Ken Severson
          Phone: 317.233.7104
          Email: kseverson@isdh.in.gov
          -
          -------

          Comment


          • #6
            USA: Epidemia di Influenza A H3N2v di origine suina in Indiana, aggiornamento (ISDH, 8 agosto 2012, adattato): 113 casi in 18 contee

            [Fonte: Governo dello Stato federato USA dell’Indiana, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


            USA: Epidemia di Influenza A H3N2v di origine suina in Indiana, aggiornamento

            Le autorità confermano 113 casi umani di infezione da virus di tipo A H3N2v di origine suina

            Data/Ora: 8/8/2012 - 12:00 AM



            INDIANAPOLIS—L e autorità sanitarie dello Stato dell’Indiana hanno confermato centrotredici casi umani di infezione da virus dell’influenza di tipo A H3N2v di origine suina; l’epidemia coinvolge 18 contee dello stato.

            Le autorità statali e locali continuano le indagini sull’epidemia; altri casi saranno probabilmente confermati nel corso della settimana.

            I casi di influenza A H3N2v sono stati identificati fra I residenti delle seguenti contee:
            • Bartholomew,
            • Greene,
            • Hamilton,
            • Hendricks,
            • Jackson,
            • Jennings,
            • Johnson,
            • Kosciusko,
            • LaPorte,
            • Lawrence,
            • Monroe,
            • Morgan,
            • Owen,
            • Porter,
            • Scott,
            • Tipton,
            • Washington, and
            • White.
            Al momento non sono stati identificati casi nella contea di Marion.

            Il Dipartimento di Sanità dello stato dell’Indiana ha instituito un call center per rispondere alle domande dei cittadini riguardo l’influenza di origine suina H3N2v. Il numero è attivo dalle ore 8:15 alle ore 16:45, dal lunedì al venerdì: (877) 826-0011 .

            “E’ importante che le persone ricordino che si tratta di una malattia lieve con sintomi comuni all’influenza stagionale,’’ ha ribadito il Consigliere per la Sanità dottor Gregory Larkin. “Poichè si tratta di un ceppo relativamente recente, isolato soltanto nel luglio dello scorso anno, un vaccino specifico non è ancora disponibile. Tuttavia, ci si può proteggere attraverso il lavaggio accurato e frequente delle mani e prestando attenzione a non consumare cibi e bevande quando ci si trova nei pressi dei suini.’’

            I sintomi comunemente osservati comprendono febbre e problemi respiratori, come tosse, mal di gola, raffreddore e in certi casi anche dolori muscolari, nausea, vomito e diarrea. La sintomatologia tende ad esaurirsi in tre-otto giorni.

            Per evitare di prendere l’influenza e le altre malattie respiratorie, I cittadini si ricordino di prendere le seguenti precauzioni:
            • lavare le mani frequentemente, specie prima e dopo aver toccato degli animali;
            • non mangiare o bere o portare qualunque cosa alla bocca quando ci si si trova nelle vicinanze degli animali;
            • gli anziani, le donne in gravidanza, I bambini piccoli e coloro che hanno il sistema immunitario indebolito devono essere molto prudenti quando si avvicinano agli animali;
            • tossire o sternutire nell’incavo del braccio o sulle maniche dei vestiti;
            • se possibile evitare il contatto con I soggetti ammalati;
            • rimanere a casa quando si è ammalati di influenza e contattare il proprio medico.
            Le autorità sanitarie non hanno confermato al momento la trasmissione della malattia da persona a persona anche se si sta indagando per appurarlo.

            Il virus dell’Influenza di tipo A H3N2v di origine suina può trasmettersi direttamente dall’animale all’uomo e viceversa. Le persone possono infettarsi piu’ facilmente quando si trovano a distanza ravvicinata dai maiali per motivi lavorativi o espositivi.

            L’influenza non si trasmette tramite prodotti contenenti la carne di maiale.
            Per maggiori informazioni visitare il sito del Dipartimento di Sanità dell’Indiana: www.in.gov/isdh/25462.htm.




            Contact Information:
            Name: Ken Severson
            Phone: 317.233.7104
            Email: kseverson@isdh.in.gov



            - -------

            Comment


            • #7
              Indiana, 2 casi confermati di infezione da virus H3N2v nella contea di Tippecanoe (Dip. Sanità, 9 agosto 2012, adattato)

              [Fonte: Dipartimento di Sanità, Stato dell’Indiana, pagina originale completa: (LINK). Estratto tradotto e adattato.]
              Indiana, 2 casi confermati di infezione da virus H3N2v nella contea di Tippecanoe

              8/9/2012, 12:00 AM



              INDIANAPOLIS—Le autorità sanitarie hanno confermato oggi due casi addizionali di infezione umana da virus dell’influenza A di origine suina H3N2v fra I residenti della contea di Tippecanoe; è stato inoltre rilevato un lieve incremento dell’attività influenzale in alcune contee già affette. I nuovi casi portano il totale per lo stato a 120 casi confermati. Diciannove contee dell’Indiana sono state colpite dall’epidemia.


              (…)

              -
              ------

              Comment


              • #8
                H3N2v, Casi Umani in Indiana, aggiornamenti

                Questo archivio contiene gli aggiornamenti sui casi umani di influenza da virus H3N2v in Indiana.

                Comment

                Working...
                X