[Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


Dichiarazione OMS al termine della Quinta Riunione del Comitato di Emergenza IHR riguardo il MERS-CoV

Dichirazione OMS / 14 maggio 2014


La Quinta Riunione del Comitato di Emergenza è stata convoncata dal Direttore Generale in accordo a quanto previsto dai Regolamenti Sanitari Internazionali (2005) riguardo la Sindrome Respiratoria Mediorientale causata dal virus MERS-CoV; la riunione si è tenuta tramite teleconferenza nel corso della giornata di martedì, 13 maggio 2014, dalle ore 12.07 alle ore 17.12, ora locale di Ginevra (CEST).

Oltre ai Membri del Comitato di Emergenza, hanno partecipato esclusivamente alla sessione informativa tre consiglieri<SUP>1</SUP>. Questi ultimi non hanno partecipato alla stesura del documento per il Direttore Generale.

Rappresentanti di tredici Paesi affetti dal MERS-CoV (Paesi che hanno riportato casi confermati o sospetti sin dal dicembre 2013) hanno altresì partecipato alla prima parte della teleconferenza: Egitto, Grecia, Giordania, Kuwait, Libano, Malaysia, Oman, Filippine, Qatar, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Stati Uniti d’America, e Yemen.

Il Segretariato OMS ha fornito un aggiornamento sulla situazione e una valutazione sugli sviluppi scientifici ed epidemiologici, inclusa una descrizione del recente aumento del numero di casi in comunità e in ambito ospedaliero, sul quadro di trasmissibilità, e sulle principali osservazioni riportate dalla Missione OMS in Arabia Saudita che si è svolta dal 28 aprile al 5 maggio scorsi.

I Paesi affetti hanno fornito informazioni sugli avvenimenti recenti sul proprio territorio, incluse le misure prese e le preoccupazioni riguardo la situazione attuale.

I Membri del Comitato hanno discusso sulle informazioni fornite.

Sulla base delle informazioni attuali, il Comitato indica come la gravità della situazione si è accentuata in termini di impatto sulla salute pubblica, ma che non c’è prova di trasmissione interumana continuativa in comunità.
Al termine delle deliberazioni, il Comitato ha concluso che le condizioni per dichiarare un Evento di Sanità Pubblica di Rilevanza Internazionale (PHEIC) non sono state ancora raggiunte.

Tuttavia il Comitato ha sottolineato che le sue preoccupazioni sulla situazione sono significativamente aumentate.

Queste preoccupazioni si focalizzano sul recente spiccato incremento nel numero di casi; sulla sistemica debolezza delle misure di controllo e prevenzione delle infezioni; sulla mancanza di informazioni di importanza critica; e sulla possibile esportazioni di casi specie verso Paesi vulnerabili.

Il Comitato invita con urgenza l’OMS e I Paesi Membri a prendere misure immediate al fine di:
  • migliorare le politiche nazionali per la prevenzione e il controllo delle infezioni, e ad implementarle in ambito ospedaliero in tutti I Peasi; ciò risulta più urgente per I Paesi affetti;
  • iniziare e acceleare indagini sugli aspetti critici, inclusi studi controllati, sierologici, ambientali, e veterinari, per meglio comprendere l’epidemiologia, e in special modo I fattori di rischio e valutare l’efficacia delle misure di controllo;
  • sostenere quei Paesi che sono particolarmente vulnerabili, specie nell’Africa sub-sahariana, tenuto conto delle problematiche regionali;
  • rafforzare le attività di identificazione e rintracciamento dei soggetti entrati in contatto con I casi e la gestione clinica;
  • migliorare sensibilmente la consapevolezza/conoscenza e implementare una efficace comunicazione del rischio riguardo al MERS-CoV verso la popolazione generale, il personale sanitario, I gruppi a rischio, e nel mondo politico;
  • rafforzare la collaborazione intersettoriale e lo scambio di informazioni fra I Ministeri e le organizzazioni internazionali, specie nei confronti dell’OMS, della FAO e dell’OIE;
  • sviluppare e disseminare avvisi per il pubblico riguardo eventi di massa per prevenire una ulteriore diffusione del MERS-CoV;
  • condividere le informazioni tempestivamenet con l’OMS in accordo a quanto previsto dai Regolamenti Sanitari Internazionali (2005).
Viste le deliberazioni del Comitato, e tenuto conto delle informazioni al momento disponibili, il Direttore Generale ha fatto proprie le conclusioni del Comitato stesso. Il D-G. ha ringraziato il Comitato per il lavoro svolto.

Il Segretariato OMS continuerà a fornire aggiornamenti regolari ai Membri del Comitato e ai Consiglieri. Tenuto conto delle preoccupazioni espresse dal Comitato, lo stesso sarà riconvocato nel corso di giugno 2014 o prima se le circostanze lo richiederanno.
______

<SUP>1</SUP> Elenco dei Membri del Comitato di Emergenza e dei Consiglieri

Biografie dei Membri e dei Consiglieri del Comitato
_____

Per ulteriori informazioni, si prega di contattare:
Christy Feig, Direttore della Comunicazione, Tel.: +41 79 251 7055, Email: feigc@who.int - Tarik Jasarevic, Diparimento Comunicazione OMS, Cell.: + 41 79 367 62 14, Tel.: + 41 22 791 50 99, Email: jasarevict@who.int


-
-------