Announcement

Collapse
No announcement yet.

Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, Archivio aggiornamenti OMS, 2014

Collapse
This is a sticky topic.
X
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, Archivio aggiornamenti OMS, 2014

    [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


    Febbre Emorragica Ebola in Guinea

    23 marzo 2014


    Il Ministero della Sanità (MoH) della Guinea ha notificato all’OMS una epidemia – in rapida evoluzione – di Febbre Emorragica Ebola in alcune aree ricoperte da foreste nel sud-est del Paese.

    Al 22 marzo 2014 sono stati riportati complessivamente 49 casi di cui 29 fatali (tasso di mortalità: 59%).

    I casi sono stati registrati nei distretti di Guekedou, Macenta, Nzerekore e Kissidougou.

    Inoltre, su tre casi sospetti (di cui due fatali), identificati a Conakry, le indagini sono ancora in corso.

    Quattro sanitari sono fra le vittime.

    Notizie di casi sospetti sono pervenute da zone di confine con la Liberia e la Sierra Leone e sono oggetto di indagine.

    Sei dei sette campioni clinici prelevati a casi sospetti e analizzati presso l’Institut Pasteur di Lione, Francia, sono risultati positivi al virus Ebola mediante PCR, dando in tal modo conferma della prima epidemia di febbre emorragica Ebola in Guinea.

    I risultati preliminari del sequenziamento di parte del gene ‘’L’’ del virus hanno mostrato una forte omologia con la specie Zaire Ebolavirus; ulteriori accertamenti sono in corso per confermare questi risultati.

    Il Ministero della Sanità (MoH) unitamente all’OMS e ad altri partner hanno attivato le necessarie misure di controllo dell’epidemia e per prevenirne una ulteriore diffusione.

    Il MoH ha attivato inoltre I Comitati di Gestione delle Emergenze Nazionali e distrettuali per coordinare la risposta. Il MoH ha invitato la popolazione ha prendere le misure per evitare la diffusione della malattia e a informare le autorità su ogni possibile caso sospetto.

    Dei gruppi multidisciplinari sono stati dispacciati sul campo per la ricerca attiva dei casi e la gestione clinica, il rintracciamento e la sorveglianza dei soggetti entrati in contatto con I pazienti, la sensibilizzazione delle comunità sui metodi di prevenzione e controllo.

    Medici Senza Frontiere, sezione Svizzera (MSF-CH) sta lavorando nelle aree affette e assiste nell’implementazione dei reparti di isolamento; inoltre supporta il trasporto dei campioni biologici dei casi sospetti e dei loro contatti ai laboratori internazionali di referenza per le analisi urgenti.

    La Rete di Laboratori per I Patogeni Emergenti e Pericolosi (EDPLN) lavora in coordinamento con il Laboratorio della Guinea per le Febbri Emorragiche Virali a Donka, l’Institut Pasteur a Lione, l’Institut Pasteur a Dakar, e il Laboratorio per la Febbre di Lassa di Kenema, in Sierra Leone per rendere disponibile l’appropriata capacità diagnostica per I Filovirus in Guinea e Sierra Leone.

    L’OMS e I partner stanno mobilitando e dispacciando altri esperti per fornire supporto al Ministero della Sanità. Le necessarie forniture e la logistica richieste per il trattamento sintomatico dei pazienti e per la gestione di tutti gli aspetti legati controllo epidemico sono altresì state mobilitate.

    La situazione è in rapida evoluzione e le cifre fornite sono destinate probabilmente a cambiare.

    L’OMS non raccomanda che alcuna misure restrittiva ai viaggi o ai commerci sia applicata nei confronti della Guinea relativamente a questo evento.


    -
    --------

  • #2
    Febbre Emorragica Ebola in Guinea, situazione al 25 marzo 2014 (OMS, adattato)

    [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


    Febbre Emorragica Ebola in Guina, situazione al 25 marzo 2014

    25 marzo 2014


    Il Ministero della Sanità (MoH) della Guinea ha notificato all’OMS una epidemia in rapida evoluzione di febbre emorragica Ebola che sta colpendo alcune zone ricoperte da foreste nel sud-est del Paese.

    I casi sono stati riportati nei distretti di Guekedou, Macenta, e Kissidougou.

    Al 25 marzo 2014 sono stati identificati complessivamente 86 casi sospetti, di cui 60 deceduti (tasso di mortalità: 69.7%).

    Quattro sanitari sono fra le vittime.

    Notizie di casi sospetti in zone confinanti della Liberia e Sierra Leone sono oggetto di indagine.

    Tredici casi sono risultati positivi al virus Ebola tramite diagnosi PCR (6 diagnosticati al CIRI Institut Pasteur Lyon, France, e sette all’Institut Pasteur Dakar, Senegal), confermando in tal modo la prima epidemia di febbre emorragica Ebola in Guinea.

    I risultati del sequenziamento genetico effettuato presso il CIRI Lyon mostrano una elevata omologia (98%) con la specie Zaire Ebolavirus, isolato nel 2009 nella provincia di Kasai-Occidental, nella Rep. Dem. del Congo. Questa specie è stata associata a una elevata mortalità nel corso delle passate epidemie.

    Il MOH in collaborazione con l’OMS e altri partner sta implementando le misure atte a controllare l’epidemia e a prevenirne una ulteriore diffusione.

    Il MOH ha attivato I Comitati di Gestione delle Emergenze a livello nazionale, locale e distrettuale per coordinare la risposta.

    Il MOH ha anche invitato il pubblico a prendere tutte le misure necessarie per evitare la diffusione della malattia e a informare le autorità di ogni caso sospetto.

    Dei gruppi multidisciplinari sono stati dispacciati sul campo per rafforzare la sorveglianza, sensibilizzare ed educare il pubblico, per la gestione clinica dei casi e per l’implementazione delle appropriate misure di prevenzione e controllo delle infezioni nelle strutture sanitarie e fra le comunità affette.

    Il MOH e l’organizzazione MSF hanno installato delle unità di isolamento nel distretto di Guéckédou, e si sta pianificando un’altra struttura di isolamento nel distretto di Macenta.

    La Rete di Laboratori per I Patogeni Emergenti e Pericolosi (EDPLN) lavora con il Laboratorio per le Febbri Emorragiche Virali di Donka, l’Institut Pasteur di Lione, l’Institut Pasteur di Dakar, e il Laboratorio per la Febbre di Lassa di Kenema in Sierra Leone per rendere disponibile l’appropriata capacità diagnostica per I filovirus in Guinea. I Partner internazionali provvederanno a fornire ulteriore capacità diagnostica tramite l’invio di laboratori mobili.

    L’OMS e gli altri partner stanno inviando sul posto altri esperti per fornire supporto al Ministero.

    Le necessarie forniture e la logistica richieste per la gestione clinica dei pazienti e di tutti gli aspetti dell’epidemia sono state altresì mobilitate.

    Il MOH sta preparando anche una richiesta al Fondo per le Emergenze di Sanità Pubblica Africano (APHEF) cosiccome ad altri potenziali donatori per ottenere supporto per la risposta epidemica.

    L’APHEF provvede assistenza per il distaccamento di gruppi di risposta rapida nel corso di epidemie ed emergenze, raccoglie e stanzia le forniture necessarie.

    L’OMS non raccomanda che alcuna misura restrittiva ai viaggi o ai commerci sia applicata nei confronti della Guinea relativamente a questo evento.
    _______

    _____

    Dashboard: Ebola Haemorrhagic Fever in Guinea ( Situation as of 25 March 2014) (546.67 kB)


    -
    -------

    Comment


    • #3
      Febbre Emorragica Ebola in Guinea, situazione al 26 marzo 2014 (OMS, estratto)

      [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


      Febbre Emorragica Ebola in Guinea, situazione al 26 marzo 2014

      26 marzo 2014


      Il numero complessivo di casi sospetti di infezione identificati nel corso dell’epidemia in corso in Guinea di febbre emorragica Ebola rimane stabile a 86.

      Due ulteriori decessi portano il totale a 62 (tasso di mortalità: 72%).

      I casi sono stati registrati in tre distretti nel sud-est del Paese (Guekedou, Macenta, e Kissidougou).

      Fra I casi, sette sono attualmente ricoverati presso la struttura di isolamento nel distretto di Guekedou.

      Sono in corso ulteriori indagini sui casi sospetti riportati in Liberia e Sierra Leone, nelle zone di confine con la Guinea.

      Undici casi sono stati confermati tramite diagnosi di laboratorio effettuate presso l’Institut Pasteur di Lione, Francia, l’Institut Pasteur (IP) di Dakar, Senegal e presso l’Istituto per le Malattie Tropicali ‘Bernhard-Nocht’, ad Amburgo, Germania mediante uso di test PCR.

      (..)

      L’OMS non raccomanda che alcuna misura restrittiva ai viaggi o ai commerci sia applicata nei confronti della Guinea in relazione a questo evento.


      -
      -------

      Comment


      • #4
        Febbre Emorragica Ebola, Guinea, situazione al 27 marzo 2014 (OMS, adattato)

        [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


        Febbre Emorragica Ebola, Guinea, situazione al 27 marzo 2014

        27 marzo 2014


        Il Ministero della Sanità della Guinea ha riportato oggi quattro casi confermati di Febbre Emorragica Ebola (EHF) nella capitale, Conakry.

        Inoltre, un quinto caso sospetto è deceduto senza conferma di laboratorio.

        Indagini intensive sui casi sono in corso per identificare la fonte e la via di infezione per questi pazienti, nonchè tracciare I loro movimenti prima del loro arrivo a Conakry e determinare il loro periodo di infettività allo scopo di rintracciare I soggetti entrati in contatto con essi.

        I Gruppi di Risposta Rapida stanno conducendo le indagini e sensibilizzano il personale sanitario e le comunità coinvolte sull’EHF in modo da ridurre il rischio di trasmissione.

        Il numero complessivo di casi sospetti e confermati registrati nel corso dell’attuale epidemia di EHF in Guinea è salito a 103, di cui 66 deceduti.

        Nella giornata di oggi sono stati riportati in Guinea 15 nuovi casi sospetti (8 nel distretto di Guekedou e 2 in quello di Macenta, oltre ai cinque casi a Conakry). Il tasso di mortalità è al 64%.

        I casi sono distribuiti in tutte le fasce di età ma con maggiore frequenza negli adulti fra I 15 e I 59 anni.

        Quattro sanitari sono fra I deceduti a causa dell’epidemia.

        (…)

        Dall’inizio dell’epidemia la maggior parte dei casi è stata riportata in tre distretti nel sud est del Paese (Guekedou, Macenta, e Kissidougou). Il rintracciamento dei soggetti entrati in contatto con I casi è in corso in queste aree.

        Alla data di oggi, 15 casi hanno ricevuto la conferma di laboratorio tramite test PCR, in seguito alle analisi eseguite presso l’Institut Pasteur di Lione, Francia, l’Institut Pasteur (IP) di Dakar, Senegal e l’Istituto per le Malattie Tropicali Bernhard-Nocht di Amburgo, Germania.

        Gli studi condotti finora hanno dimostrato che la specie responsabile dell’epidemia è lo Zaire ebolavirus.

        (…)

        L’OMS ha allertato I Paesi confinanti con la Guinea circa l’epidemia al fine di intensificare la sorveglianza per ogni tipo di malattia che corrisponda nei sintomi a una febbre emorragica virale, specie lungo le zone di confine.

        Sia la Sierra Leone che la Liberia hanno riportato all’OMS casi sospetti e decessi compatibili con l’EHF in soggetti che avevano compiuto dei viaggi in Guinea prima dell’esordio dei sintomi.

        Fino alla data attuale, l’OMS non ha ricevuto rapporti di febbri emorragiche virali da entrambi I Paesi in individui che non abbiamo compiuto viaggi in Guinea.

        (…)

        La Liberia ha riportato 8 casi sospetti di EHF, di cui 6 fatali, con storia di viaggi nel distretto di Guekedou.

        La Sierra Leone ha riportato 6 casi sospetti, inclusi 5 fatali. Le indagini su questi casi sono ancora in corso.

        (…)

        L’OMS non raccomanda che alcuna misura di restrizione ai viaggi o ai commerci sia applicata nei confronti della Guinea, della Liberia o della Sierra Leone sulla base delle informazioni al momento disponibili su questo evento.


        -
        ------

        Comment


        • #5
          Febbre Emorragica Ebola in Guinea, aggiornamento (OMS, 30 marzo 2014, adattato)

          [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


          Febbre Emorragica Ebola in Guinea, aggiornamento

          30 marzo 2014


          Al 28 marzo il numero totale di casi sospetti e confermati nel corso dell’epidemia in atto di Febbre Emorragica Ebola (EHF) in Guinea è salito a 112, di cui 70 fatali (tasso di mortalità: 62.5%).

          Nuovi casi sospetti sono stati riportati nelle prefetture di Conakry (4 casi), Guékédou (4), Macenta (1) e Dabola (1).

          La data di ricovero in ospedale del caso sospetto più recente risale al 28 marzo.

          Due fra I nuovi casi sospetti riguardano personale sanitario, indicazione della necessità di rafforzare le misure di prevenzione e controllo delle infezioni in ambito ospedaliero.

          Misure di prevenzione delle infezioni in ambito domestico sono supportate per i pazienti che sono gestiti in comunità, e comprendono l’addestramento del personale di cura alle pratiche sicure e nella sepoltura delle salme.

          Inoltre, 235 soggetti entrati in contatto con I casi – di cui 130 sottoposti a sorveglianza continuativa – sono stati rintracciati; ulteriori indagini sui contatti sono in corso.

          Alla data di oggi 24 campioni clinici provenienti dalla Guinea sono risultati positivi ai test PCR per l’ebolavirus; I campioni provengono da pazienti dei distretti di Conakry (11 casi), Guékédou (6) e Macenta (7).

          Oltre a questi casi, la Liberia ha riportato due casi confermati tramite diagnosi di laboratorio in soggetti che avevano compiuto viaggi in Guinea.

          Sia la Sierra Leone che la Liberia hanno rivisto al ribasso il numero dei casi sospetti, rispetto a quelli indicati in precedenza.

          La Liberia ha riferito che tre persone provenienti da Guékédou hanno sviluppato segni e sintomi suggestivi di EHF, e in seguito sono deceduti in Liberia.

          I campioni prelevati prima della morte sono risultati positivi all’ebolavirus in seguito alle analisi effettuate presso il laboratorio mobile dell’Institut Pasteur (IP) di Dakar, stazionato a Conakry.

          La Sierra Leone ha identificato due casi sospetti, entrambi deceduti.

          Tutti I casi – confermati e sospetti – riportati dalla Liberia e dalla Sierra Leone avevano compiuto dei viaggi in Guinea prima dell’esordio dei sintomi.

          Le indagini sui casi sospetti sono in corso. Nessun nuovo caso sospetto è stato riportato dalla Liberia e dalla Sierra Leone.

          In accordo a quanto previsto dai Regolamenti Sanitari Internazionali (IHR, 2005), I Ministeri della Sanità della Guinea, Sierra Leone e Liberia, assieme all’OMS e agli altri partner stanno implementando una risposta coordinata all’epidemia.

          L’OMS ha allertato I Paesi confinanti con la Guinea sull’epidemia e sulla necessità di rafforzare la sorveglianza per tutte quellle affezioni che sono compatibili con le febbri emorragiche virali, specie lungo le aree di confine terrestri.

          Data la natura rapidamente evolutiva della situazione, le cifre riportate di casi e decessi, dei soggett entrati in contatto con I casi sottoposti a sorveglianza medica e dei risultati di laboratorio sono soggetti a cambiamento, anche in relazione all’accresciuta sorveglianza e alle attività di rintracciamento dei soggetti entrati in contatto con I casi, al proseguimento delle indagini di laboratorio e al consolidamento dei dati relativi ai casi, ai contatti e ai risultati dei test.

          Le autorità nazionali in Guinea, Sierra Leone e Liberia hanno attivato I rispettivi comitati di emergenza nazionale, oltre ad aver preparato dei piani di risposta all’EHF, e stilato una valutazione sugli approvvigionamenti necessari.

          I gruppi di risposta rapida stanno conducendo il rintracciamento dei soggetti entrati in contatto con I casi e le relative indagini.

          Le attività prioritarie includono la ricerca attiva dei casi nelle comunità affette, l’isolamento dei pazienti e la loro gestione clinica, il rintracciamento dei contatti, e la sensibilizzazione della popolazione sui fattori di rischio e le misure di prevenzione per l’EHF, anche per il personale sanitario.

          Unità di isolamento per I pazienti sono state attivate e pianificate in collaborazione con I partner internazionali; I materiali per l’informazione e l’educazione sono stati sviluppati e distribuiti; attività di informazione multimediale a carattere intensivo sono in corso, cosiccome il supporto psicosociale viene fornito ai pazienti, ai familiari e alle comunità affette.

          L’OMS e I partner coinvolti nella risposta continuano a supportarne le attività tramite la mobilitazione di competenze a livello internazionale (gestione clinica, misure di prevenzione e controllo delle infezioni, inclusi I servizi di isolamento, sorveglianza ed epidemiologia, diagnosi di laboratorio e referenza, logistica e mobilitazione sociale). L’OMS sta sostenendo I Paesi anche nella mobilitazione delle risorse umane e finanziarie e nella fornitura degli equipaggiamenti di protezione personale (PPE).

          L’OMS non raccomanda che alcuna restrizione ai viaggi o ai commerci sia applicata alla Guinea, alla Liberia o alla Sierra Leone sulla base delle informazioni al momento disponibili in relazione a questo evento.


          -
          -------

          Comment


          • #6
            Febbre Emorragica Ebola in Liberia (OMS, 31 marzo 2014, estratto)

            [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina completa in Inglese: (LINK). Porzione di testo tradotto e adattato.]


            Febbre Emorragica Ebola in Liberia

            Notiziario Malattie Epidemiche / 30 marzo 2014


            Il Ministero della Sanità (MoH) della Liberia ha fornito dettagli aggiornati sui casi sospetti e confermati di Febbre Emorragica Ebola (EHF) nel Paese.

            Al 29 marzo, sette campioni clinici, tutti prelevati da pazienti adulti residenti nel distretto di Foya, contea di Lofa, sono stati sottoposti a test PCR sensibili al virus Ebola Zaire, presso il laboratorio mobile dell’Institut Pasteur (IP) di Dakar, stazionato a Conakry.

            Due campioni sono risultati positivi per l’ebolavirus.

            Due decessi sono stati rilevati fra I casi sospetti; una donna di 35 anni, deceduta il 21 marzo, e risultata positiva al test per l’ebolavirus, mentre il secondo paziente, un uomo deceduto il 27 marzo, è risultato negativo.

            Il distretto di Foya rimane l’unico nel Paese ad avere registrato casi sospetti o confermati di EHF.

            Al 26 marzo, 27 soggetti entrati in contatto con I pazienti erano stati identificati e posti sotto sorveglianza medica in Liberia.

            (…)

            L’OMS non raccomanda l’applicazione di alcuna restrizione ai viaggi o ai commerci nei confronti della Liberia, della Guinea o della Sierra Leone sulla base delle informazioni attualmente disponibili su questo evento.

            (…)


            -
            -------

            Comment


            • #7
              Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, aggiornamento al 1° aprile 2014 (OMS, adattato)

              [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina originale in Inglese: (LINK). Porzione di testo tradotto e adattato.]


              Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, aggiornamento al 1° aprile 2014

              1 aprile 2014


              A partire da questo aggiornamento e nei prossimi, la terminologia ‘’Febbre Emorragica Ebola’’ sarà sostituta con ‘’Malattia da Virus Ebola’’ (EVD), in linea con la Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD-10).

              Perciò questo rapporto fornisce un aggiornamento sulla Malattia da Virus Ebola (EVD) in Guinea, Liberia e Sierra Leone.

              Al 31 marzo 2014 il Ministero della Sanità della Guinea ha riportato 122 casi clinicamente compatibili di EVD, di cui 24 confermati tramite diagnosi PCR di laboratorio, mentre I rimanenti 98 sono probabili (78) o sospetti (22).

              Il totale dei casi include 80 decessi, di cui 13 (16%) con conferma di laboratorio mentre I rimanenti 67 sono considerati come casi probabili di EVD.

              Le cifre di cui sopra corrispondono a 19 nuovi casi clinici e a 14 nuovi decessi a partire dal 28 marzo.

              Al 30 marzo, 20 pazienti rimangono in isolamento.

              Undici sanitari sono fra I casi probabili o sospetti.

              I casi sono stati riportati nelle località di Conakry (11), Guekedou (77), Macenta (23), Kissidougou (8), e 3 da Dabola e Djingaraye.

              Le indagini sui casi e il rintracciamento dei soggetti entrati in contatto con I pazienti sono in corso, con 400 persone sottoposte a sorveglianza medica.

              Un ulteriore rafforzamento delle misure di prevenzione e controllo delle infezioni in ambito sanitario è considerato come un intervento prioritario.

              Inoltre, gli sforzi stanno continuando per aumentare la consapevolezza in comunità sull’importanza delle misure di protezione personale per prevenire la trasmissione dell’ebolavirus, incluso il lavaggio delle mani, la presa in carico in sicurezza dei pazienti in comunità, l’uso dell’equipaggiamento di protezione durante la manipolazione di sangue o fluidi biologici potenzialmente contaminati e durante la pulizia degli ambienti e la disinfezione, cosiccome sulla sepoltura delle vittime.

              Il Ministero della Sanità della Liberia ha riportato 8 casi clinicamente compatibili di EVD, compresi 2 confermati tramite diagnosi di laboratorio, dal 14 al 30 marzo. I due casi confermati sono stati riportati nella contea di Lofa. Due pazienti sono deceduti; 1 di questi ha ricevuto la diagnosi di laboratorio, mentre l’altro è relativo a un caso probabile. Il rintracciamento dei soggetti entrati in contatto con I casi è in corso.

              (…)

              Il Ministero della Sanità della Sierra Leone mantiene un elevato livello di vigilanza in seguito ai due decessi di probabile EVD in una famiglia che è deceduta in Guinea, I cui corpi sono stati rimpatriati in Sierra Leone. Alla data attuale, la sorveglianza attiva non ha identificato nuovi casi sospetti e tutti I soggetti entrati in contatto con I deceduti sono rimasti sani.

              (…)

              L’OMS non raccomanda l’adozione di alcuna restrizione ai viaggi o ai commerci nei confronti della Guinea, la Liberia o la Sierra Leone in base alle informazioni disponibili su questo evento.

              Il rischio di infezione per I viaggiatori è molto basso dal momento che la maggior parte delle infezioni umane risultano da contatto diretto con I fluidi corporei o le secrezioni di pazienti infetti, specie negli ospedali (trasmissione nosocomiale) e come risultato di pratiche non sicure, uso di strumenti medici contaminati (inclusi aghi e siringhe), e esposizione non protetta a fluidi corpoei contaminati.

              I viaggiatori dovrebbero evitare ogni contatto con I pazienti infetti.

              Coloro che forniscono assistenza o sono coinvolti nella valutazione di una epidemia dovrebbero indossare l’equipaggiamento di protezione, inclusi guanti, maschere, camici, schermi oculari e praticare le appropriate misure di prevenzione e controllo delle infezioni.

              Chiunque abbia soggiornato nelle aree dove casi di EVD sono stati riportati di recente dovrebbe essere a conoscenza dei sintomi di infezione e richiedere assistenza medica ai primi segni di malattia.

              I medici che dovessero ricevere in gestione dei viaggiatori provenienti dalla aree affette e che mostrino sintomi compatibili sono invitati a prendere in considerazione la possibilità che si tratti di EVD.

              Malaria, febbre tifoide, shigellosi, colera, leptospirosi, peste, rickettsiosi, febbre remittente, meningite, epatite e altri febbri emorragiche virali sono diagnosi differenziali da considerare per questi pazienti.

              Ulteriori linee guida sui rischi sanitari connessi ai viaggi internazionali sono disponibili presso il sito OMS.


              -
              ------

              Comment


              • #8
                Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, aggiornamento del 2 aprile 2014 (OMS, adattato)

                [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


                Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, aggiornamento del 2 aprile 2014

                2 aprile 2014


                Al 1° aprile 2014 il Ministero della Sanità della Guinea ha riportato complessivamente 127 casi clinicalmente compatibili di Malattia da Virus Ebola (EVD), di cui 35 con conferma di laboratorio tramite PCR.

                Il numero include 83 decessi (tasso di mortalità: 65%).

                Le cifre di cui sopra corrispondono a 5 nuovi casi clinici e 3 nuovi decessi, rispetto all’aggiornamento del 31 marzo; 22 pazienti rimangono in isolamento.

                Il numero di casi suddiviso per località di identificazione risulta come segue:
                • Conakry (12 casi, 4 decessi),
                • Guekedou (79 casi, 57 decessi),
                • Macenta (23 casi, 14 decessi),
                • Kissidougou (9 casi, 5 decessi),
                • Dabola e Djingaraye (4 casi, 3 decessi).

                Undici dei casi registrati a Conakry hanno ricevuto la diagnosi di laboratorio di Malattia da Virus Ebola (EVD).

                Quattordici sanitari sono stati altresì diagnosticati come affetti da EVD, 8 dei quali sono deceduti.

                Le indagini e il rintracciamento dei soggetti entrati in contatto con I casi proseguono, con 375 persone sottoposte a sorveglianza sanitaria.

                Il Ministero della Sanità (MOHSW) della Liberia ha riferito che il numero di casi sospetti e confermati è rimasto immutato rispetto al rapporto del 31 marzo, con 8 casi, eccetto per un decesso addizionale (5 decessi in totale).

                Il numero di casi che hanno ricevuto conferma di laboratorio rimane di 2; entrambi I pazienti erano originari della contea di Lofa; uno è deceduto.

                Il 31 marzo il MOHSW ha emesso un comunicato stampa nel quale riferiva che uno dei casi confermati aveva compiuto un viaggio da Foyah, contea di Lofa, diretto a Monrovia, contea di Montserrado, e poi oltre fino alla contea di Margibi. La paziente si trova ora in isolamento mentre le persone che sono entrate in contatto con lei, incluso un autista di taxi che l’ha trasportata da Foyah a Monrovia, la famiglia di questi, sono sottoposti a sorveglianza sanitaria.

                Un gruppo nazionale di esperti, diretto dal Dirigente Capo Sanitario della Liberia, ha visitato la contea di Lofa il 1° aprile per tenervi degli incontri con le autorità di governo locali e le altri parti interessate, nelle città di Voinjama e Foyah.

                Materiali per l’informazione e l’educazione sull’EVD e sulla sua prevenzione sono stati distribuiti e una linea telefonica nazionale è stata attivata per rispondere alle domande del pubblico.

                Altre attività in corso includono incontri per il coordinamento a livello nazionale e di contea, la distribuzione dell’equipaggiamento di protezione personale (PPE) agli ospedali di Montserrado, il dispacciamento di gruppi di risposta nelle contee di Nimba e Bong per supportare le attività locali, educare nell’identificazione clinica dei casi, nella gestione dei pazienti, e sulle misure di prevenzione e controllo nonchè provvedere alla mobilitazione delle comunità al fine di aumentare la consapevolezza sulla malattia, I rischi di contrarre l’ebolavirus da fonti animali e umane, e la sua prevenzione tramite il lavaggio delle mani, la sicurezza alimentare, la protezione mentre ci si prende cura di un malato, sulla sepoltura sicura dei deceduti e sull’igiene ambientale.

                Non ci sono stati cambiamenti nella situazione in Sierra Leone dopo la scoperta di due casi probabili di EVD in una singola famiglia, deceduti in Guinea e I cui corpi sono stati rimpatriati in Sierra Leone.

                (…)

                L’OMS non raccomanda l’applicazione di alcuna restrizione ai viaggi o ai commerci nei confronti della Guinea, della Liberia o della Sierra Leone sulla base delle informaizoni attualmente disponibili su questo evento.


                -
                ------

                Comment


                • #9
                  Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, situazione al 5 aprile 2014 (OMS, adattato)

                  [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina completa in Inglese: (LINK). Porzione di testo tradotto e adattato.]


                  Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, situazione al 5 aprile 2014

                  5 aprile 2014


                  Al 4 aprile 2014, il Ministero della Sanità della Guinea ha riportato complessivamente 143 casi, clinicamente compatibili, di Malattia da Virus Ebola (EVD), di cui 54 hanno ricevuto la diagnosi di laboratorio tramite PCR.

                  Il numero dei casi include 86 decessi (tasso di mortalità: 60%).

                  Nuovi casi sono stati registrati a Conakry, Guekedou e Macenta; 23 pazienti sono attualmente ricoverati nelle unità di isolamento.

                  La data di esordio dei sintomi del caso confermato tramite diagnosi di laboratorio più recente è il 3 aprile.

                  Il numero di casi clinici e confermati e dei decessi suddiviso per località di identificazione, risulta come segue:
                  1. Conakry (18 casi, 5 decessi),
                  2. Guekedou (85 casi, 59 decessi),
                  3. Macenta (27 casi, 14 decessi),
                  4. Kissidougou (9 casi, 5 decessi),
                  5. Dabola e Djingaraye (4 casi, 3 decessi).

                  Sedici dei 18 casi clinici registrati a Conakry hanno ricevuto la diagnosi PCR di laboratorio per EVD.

                  Non c’è stato incremento nel numero di sanitari colpiti da malattia, che rimangono 14, di cui otto deceduti; fra questi, 11 hanno ricevuto la diagnosi confermativa di laboratorio.

                  Sedici degli 86 decessi sono stati confermati tramite analisi di laboratorio, mentre 65 sono classificati come casi probabili e 5 come casi sospetti.

                  Le indagini e le attività di identificazione dei soggetti entrati in contatto con I casi sono in corso; finora 623 persone sono state sottoposte a sorveglianza sanitaria; 74 persone sono state rintracciate il 3 aprile, mentre 49 sono state rilasciate dall’osservazione poichè sono rimaste asintomatiche allo scadere del periodo di incubazione massimo per l’EVD di 21 giorni dopo il contatto più recente con un caso.

                  (…)

                  Il Ministero della Sanità (MOHSW) della Liberia ha riportato 18 casi sospetti e 2 casi confermati di EBV, inclusi 7 decessi, a partire dal 24 marzo (tasso di mortalità: 31%); 7 pazienti sono ancora ricoverati nell’unità di isolamento mentre 2 casi sospetti sono stati dimessi.

                  Quattro nuovi casi clinicamente compatibili sono stati registrati il 4 aprile.

                  Fra I casi sospetti c’è un sanitario.

                  I due casi confermati, invece, sono due sorelle residenti nella contea di Lofa, ora decedute.

                  I casi sospetti includono un cacciatore, ricoverato in un ospedale di Tapita, contea di Nimba, deceduto subito dopo essersi presentato presso il centro sanitario, e un bambino di 3 anni con sintomatologia clinicamente compatibile che aveva compiuto un viaggio in Guinea.

                  Il cacciatore deceduto non aveva storia di contatti con casi di cui si è conoscenza in Liberia o in Guinea e la sua fonte di esposizione è in corso di investigazione per escludere la trasmissione da una fonte animale (carne di animali selvatici).

                  I risultati di laboratorio per I casi sospetti non sono ancora pervenuti.

                  Il MOHSW ha posto 46 persone, entrate in contatto con I casi, sotto sorveglianza sanitaria, incluse quelle del secondo caso confermato che aveva compiuto un viaggio da Foyah, contea di Lofa, a Monrovia, contea di Montserrado, e in seguito fino a Firestone, nella contea di Margibi.

                  Ventuno campioni clinici sono stati inviati a Conakry, in Guinea, per I test di laboratorio. Le contee interessate dall’EVD in Liberia includono Lofa, Bong, Nimba, Margibi e Montserrado.

                  (…)

                  Sette unità di isolamento sono state attivate in cinque contee.

                  (…)

                  Il Ministero della Sanità del Mali ha notificato all’OMS 4 casi sospetti di febbre emorragica virale giunti all’attenzione dei sanitari in località Sibiribougou, regione di Koulikoro.

                  Fra questi, due avevano compiuto viaggi in Guinea.

                  I pazienti sono stati posti in isolamento in attesa del completamento delle indagini epidemiologiche e dei risultati dei test di laboratorio. Si stanno rintracciando le persone entrate in contatto con I casi. I campioni clinici sono stati inviati al Centro per il Controllo delle Malattie USA.

                  (…)

                  Non si registra, invece, alcun cambiamento nella situazione in Sierra Leone in seguito al decesso di 2 casi probabili di EVD in una singola famiglia, avvenuto in Guinea e I cui corpi sono stati rimpatriati in Sierra Leone.

                  (…)

                  L’OMS non raccomanda l’applicazione di alcuna restrizione ai viaggi o ai commerci nei confronti della Guinea, della Liberia, della Sierra Leone o del Mali sulla base delle informazioni attualmente disponibili su questo evento.


                  -
                  ------

                  Comment


                  • #10
                    Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, aggiornamento (OMS, 7 aprile 2014, adattato)

                    [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


                    Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, aggiornamento

                    7 aprile 2014


                    Al 5 aprile, il Ministero della Sanità della Guinea ha registrato complessivamente 151 casi, clinicamente compatibili, di malattia da virus Ebola, inclusi 95 con esito fatale.

                    Le indagini di laboratorio continuano da parte dell’unità mobile dell’Institut Pasteur (IP) di Dakar, stazionata a Conakry (65 campioni analizzati di cui 34 positivi all’ebolavirus tramite PCR) e dal gruppo di esperti che gestisce il Laboratorio Mobile dell’Unione Europea (EMLab) stazionato a Guekedou (36 campioni analizzati di cui 20 positivi).

                    La sorveglianza medica continua per 535 persone entrate in contatto con I casi.

                    Non ci sono stati nuovi casi fra il personale sanitario rispetto all’ultimo aggiornamento e nessuna nuova area geografica risulta affetta dall’epidemia.

                    Al 7 aprile, il Ministero della Sanità (MOHSW) della Liberia ha riportato complessivamente 5 casi confermati e 16 casi sospetti e probabili di Malattia da Virus Ebola (EVD), inclusi 10 che sono deceduti.

                    I cinque casi confermati sono deceduti.

                    Il decesso più recente è un caso probabile di EVD residente a Montserrado.

                    Tre casi hanno coinvolto personale saniatrio, tutti deceduti.

                    La data di esordio della malattia per il caso confermato più recente è il 6 aprile; sei pazienti sono tuttora ospedalizzati.

                    Al momento 28 persone entrate in contatto con I pazienti sono sottoposti a sorveglianza medica.

                    Non ci sono stati cambiamenti nella situazione epidemiologica relativa all’EVD in Sierra Leone.

                    Il Ministero della Sanità della Sierra Leone ha confermato che due casi sospetti di febbre emorragica virale hanno ricevuto la diagnosi di laboratorio di Febbre di Lassa, malattia endemica in Sierra Leone.

                    Il Ministero della Sanità del Mali ha riportato complessivamente 6 casi sospetti di EVD al 7 aprile, di cui 2 sono risultati negativi per l’ebolavirus a altre febbri emorragiche virali in seguito ai test eseguiti presso il Centro USA per il Controllo delle Malattie (CDC) di Atlanta.

                    I campioni dei rimanenti quattro casi sospetti saranno inviati oggi al CDC e all’Institut Pasteur di Dakar per le analisi.

                    Il Ministero della Sanità del Ghana ha escluso l’EVD in una ragazza di 12 anni che era deceduta dopo aver sviluppato una malattia febbrile acuta, in località Kumasi City e che era stata riportata dai media locali come caso sospetto di malattia da ebolavirus.

                    Le analisi di laboratorio sui campioni clinici della ragazza sono state condotte presso il Noguchi Memorial Institute for Medical Research, Università del Ghana ad Accra.

                    (…)

                    L’OMS non raccomanda l’adozione di alcuna restrizione ai viaggi o ai commerci nei confronti della Guinea, della Liberia, del Mali o della Sierra Leone sulla base delle informazioni attualmente disponibili su questo evento.


                    -
                    ------

                    Comment


                    • #11
                      Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, situazione al 10 aprile 2014 (OMS, estratto)

                      [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina completa in Inglese: (LINK). Porzione di testo tradotto e adattato.]


                      Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, situazione al 10 aprile 2014

                      10 aprile 2014


                      Al 10 aprile, sono stati riportati complessivamente [in Guinea] 157 casi clinicamente compatibili di Malattia da Virus Ebola (EVD), di cui 101 fatali.

                      Le indagini di laboratorio continuano presso l’unità mobile dell’Institut Pasteur (IP) di Dakar stazionato a Conakry (65 campioni esaminati, di cui 38 positivi all’ebolavirus via PCR) e presso l’European Union Mobile Laboratory (EMLab) a Guekedou (38 campioni esaminati di cui 28 positivi).

                      Complessivamente, 66 campioni clinici hanno ricevuto la diagnosi di laboratorio positiva per EVD (42%), mentre 87 dei rimanenti casi clinici sono classificati come probabili e 4 come casi sospetti.

                      Ventiquattro dei 101 decessi hanno ricevuto la conferma di laboratorio.

                      Sei distretti della Guinea hanno riportato pazienti:
                      1. Conakry (20 pazienti, tutti confermati tramite diagnosi di laboratorio),
                      2. Guekedou (96 casi, 32 confermati),
                      3. Macenta (28 casi, 12 confermati),
                      4. Kissidougou (9 casi, 1 confermato)
                      5. Dabola e Djingaraye (5 casi, 1 confermato).

                      La data di esordio dei sintomi dei casi clinici identificati più recentemente a Conakry e Guekedou è l’8 aprile.

                      Dal 7 aprile scorso, un altro sanitario risulta essere stato colpito dalla malattia , portando così il totale a 15 (10 con conferma di laboratorio e 5 casi probabili).

                      488 soggetti entrati in contatto con I pazienti continuano a essere sottoposti a sorveglianza medica mentre 453 sono stati dimessi.

                      Nessun’altra persona che abbia avuto contatti con pazienti è stata identificata dall’8 aprile.

                      (…)

                      Al 10 aprile il Ministero della Sanità (MOHSW) della Liberia ha riportato complessivamente 5 casi confermati e 20 casi (fra probabili e sospetti) di Malattia da Virus Ebola (EVD).

                      La data di esordio del caso confermato più recente è il 6 aprile; sei pazienti rimangono in ospedale.

                      La contea di Lofa conta il 32% dei casi clinici riportati fino ad oggi (4 con conferma di laboratorio e sei casi sospetti), seguita da quella di Margibi (27%, 1 caso confermato e cinque casi sospetti).

                      Altre contee a rischio sono Bong (4 casi sospetti) e Nimba (3 casi sospetti).

                      Le contee di Montserrado e Grand Cape Mount hanno riportato ciascuna un caso sospetto.

                      Al momento attuale sono 32 le persone entrate in contatto con I pazienti sottoposte a sorveglianza medica.

                      Sono state attribuiti al EVD 12 decessi: Lofa (9), Nimba (1), Margibi (1) e Montserrado (1).

                      I cinque casi confermati sono deceduti. I decessi con malattia confermata tramite analisi di laboratorio sono stati riportati nella contea di Lofa (4) e Margibi (1).

                      (…)

                      Non ci sono stati cambiamenti nella situazione epidemiologica relativa all’EVD in Sierra Leone.

                      Il Ministero della Sanità della Sierra Leone ha confermato che 2 casi sospetti di febbre emorragica virale hanno ricevuto la diagnosi di laboratorio per Febbre di Lassa, malattia endemica nel Paese.

                      Al 10 aprile, il Ministero della Sanità (MOH) del Mali ha riportato complessivamente 9 casi sospetti, di cui uno deceduto.

                      Il caso sospetto più recente riguarda la morte inspiegabile di una donna che aveva compiuto un viaggio dalla prefettura di Siguiri, regione di Kankan, Guinea, a Bamako.

                      Campioni clinici sono stati raccolti da tutti I casi sospetti identificati fino a questo momento.

                      Due dei pazienti erano risultati negativi ai test per l’ebolavirus e altre febbri emorragiche virali in seguito alle analisi effettuate presso il Centro USA per il Controllo delle Malattie (CDC) di Atlanta.

                      I sette campioni rimanenti sono stati inviati presso l’Institut Pasteur, a Dakar, per le analisi.

                      I pazienti risultati negativi ai testi sono stati rilasciati dalla sorveglianza medica e alle famiglie è stata fornita l’appropriata consulenza.

                      (…)

                      Casi sospetti sono stati riportati anche a Kourémalé (2) e Bankoumana (1) nella regione di Koulikoro, Mali.

                      (…)

                      L’OMS non raccomanda che alcuna restrizione ai viaggi o ai commerci sia applicata nei confronti della Guinea, della Liberia, del Mali o della Sierra Leone sulla base delle informazioni attualmente disponibili su questo evento.


                      -
                      ------

                      Comment


                      • #12
                        Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, situazione al 14 aprile 2014 (OMS, adattato)

                        [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


                        Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, situazione al 14 aprile 2014


                        Guinea

                        Al 14 aprile, il Ministero della Sanità della Guinea ha riportato complessivamente 168 casi clinicamente compatibili di Malattia da Virus Ebola (EVD), inclusi 108 decessi.

                        Il rapporto dettagliato sulla situazione è datato 11 aprile e descrive 159 casi clinicamente compatibili di Malattia da Virus Ebola (EVD), inclusi 106 decessi.

                        Le indagini di laboratorio continuano presso l’unità mobile dell’Institut Pasteur (IP) di Dakar stazionata a Conakry (66 campioni analizzati di cui 39 positivi all’ebolavirus tramite PCR) e presso il gruppo dell’European Union Mobile Laboratory (EMLab) stazionato a Guekedou (55 campioni analizzati di cui 36 positivi).

                        Sono stati confermati tramite analisi di laboratorio 71 casi clinicamente compatibili (45%), mentre dei rimanenti, 34 sono classificati come casi probabili e 54 come sospetti.

                        Quarantadue dei 106 decessi (40%) hanno ricevuto la conferma di laboratorio.

                        Alcuni casi hanno ricevuto più di una diagnosi di laboratorio.

                        Sei distretti della Guinea hanno riportato pazienti:
                        1. Conakry (31 pazienti, 22 confermati),
                        2. Guekedou (95 casi, 35 confermati),
                        3. Macenta (21 casi, 12 confermati),
                        4. Kissidougou (6 casi, 1 confermato),
                        5. Dabola (5 casi, 1 confermato)
                        6. Djingaraye (1 caso sospetto).

                        La data di esordio per I casi clinici sospetti più recenti a Conakry e Guekedou è il 10 aprile.

                        Un altro sanitario (HCW) è stato colpito dalla malattia, portando così il totale a 16 (11 confermati e 5 probabili).

                        Undici pazienti rimangono ricoverati in ospedale al 10 aprile, mentre 37 sono stati dimessi.

                        Complessivamente sono stati identificati 941 soggetti entrati in contatto con I casi a partire dall’inizio dell’epidemia.

                        L’osservazione medica continua per 396 persone, mentre 545 soggetti sono stati rilasciati.

                        I medici dell’unità di isolamento del Donka Hospital a Conakry stanno indagando su un cluster di casi, I quali che hanno avuto contatti con il cadavere di una persona nel corso di un funerale; la persona era deceduta il 1° aprile per sospetta malaria.

                        Due soggetti entrati in contatto con questo paziente sono stati ricoverati il 12 aprile e sono risultati positivi per l’ebolavirus.

                        Un medico è coinvolto nella catena di trasmissione; si tratta un medico di medicina generale che si era preso cura del paziente risultato poi positivo per EVD in seguito alle analisi post-mortem. Il medico ha sviluppato una malattia con le caratteristiche dell’EVD ma senza segni emorragici.

                        (…)


                        Liberia

                        All’11 aprile il Ministero della Sanità (MOHSW) della Liberia ha riportato complessivamente 26 casi clinici di EVD (6 confermati, e 20 fra casi porbabili e sospetti), inclusi 13 decessi.

                        Il caso clinico più recente è stato identificato l’11 aprile mentre la data di ricovero del caso confermato più recente risale al 4 aprile; 3 pazienti sono tuttora ricoverati in ospedale mentre cinque casi sospetti che sono risultati negativi ai test per l’ebolavirus sono stati dimessi (4 residenti nella contea di Bong e uno residente nella contea di 1 Nimba).

                        La contea di Lofa conta il 38% dei casi clinici identificati fino ad oggi (4 confermati, e 6 sospetti), seguita dalla contea di Margibi (23%, 1 caso confermato e 5 sospetti).

                        Le altre contee a rischio includono quella di Bong (5 casi sospetti) e Nimba (3 casi sospetti).

                        Le contee di Montserrado e Grand Cape Mount hanno riportato un caso sospetto ciascuna.

                        Al momento 35 persone entrate in contatto con I casi sono sottoposte a sorveglianza medica, mentre 32 sono state rilasciate.

                        Complessivamente si sono avuti 13 decessi per EVD; Lofa (9 decessi), Nimba (1), Margibi (2) e Montserrado (1).

                        I sei casi confermati sono deceduti. Fra questi ci sono tre sanitari.


                        Mali

                        Al 14 aprile il Ministero della sanità (MOH) del Mali ha riportato un totale di 6 casi sospetti di EVD, che rimangono sottoposti a sorveglianza medica (3 nella capitale, Bamako, e 2 a Kourémalé e 1 a Bankoumana, regione di Koulikoro).

                        I risultati dei test di laboratorio eseguiti presso l’Institut Pasteur di Dakar, Senegal, sono attesi a breve.


                        Sierra Leone

                        Non c’è stato alcun cambiamento nella situazione epidemiologica relativa all’EVD in Sierra Leone.
                        __

                        L’OMS non raccomanda che alcuna misura di restrizione ai viaggi o ai commerci sia applicata nei confronti della Guinea, della Liberia, del Mali o della Sierra Leone sulla base dell informazioni attualmente disponibili su questo evento.


                        -
                        ------

                        Comment


                        • #13
                          Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, Situazione al 16 aprile 2014 (OMS, 17 aprile 2014, estratto)

                          [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina completa in Inglese: (LINK). Porzione di testo tradotto e adattato.]


                          Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, Situazione al 16 aprile 2014


                          Guinea

                          Al 15 aprile 2014 (ore 18) il Ministero della Sanità (MOH) della Guinea ha riportato complessivamente 197 casi clinicamente compatibili con la malattia da virus Ebola (EVD), inclusi 121 decessi.

                          Fino alla data attuale, 101 casi hanno ricevuto la conferma di laboratorio, inclusi 56 decessi; 41 casi (32 decessi) invece corrispondono alla definizione di caso probabile, mentre 52 casi (33 decessi) sono classificati come casi sospetti.

                          Ventritre (23) sanitari sono stati colpiti dalla malattia, di cui 13 con esito fatale.

                          Casi clinicamente compatibili di EVD sono stati riportati nelle contee di:
                          1. Conakry (47 casi, 16 decessi),
                          2. Guekedou (117/80),
                          3. Macenta (22/16),
                          4. Kissidougou (6/5),
                          5. Dabola (4/4)
                          6. Djingaraye (1/1).

                          Dall’11 aprile (ore 18:00) al 15 aprile, 35 nuovi casi clinici sono stati identificati, inclusi 10 nuovi decessi.

                          Le attività di localizzazione dei soggetti entrati in contatto con I casi continuano in tutte le aree affette, compresi I soggetti entrati in contatto con il medico deceduto tre giorni fa.

                          A Conakry, 60 volontari stanno assistendo il MOH e I partner coinvolti nella risposta all’epidemia nelle attività di sorveglianza medica di 217 persone.

                          Fra queste, sette hanno sviluppato sintomatologia e sono stati poste in isolamento, come misura precauzionale.

                          Complessivamente, 249 persone sono sottoposte a sorveglianza sanitaria a Guekedou, 76 a Macenta e 16 a Kissidougou.

                          36 pazienti sono tuttora in isolamento: 23 a Conakry, 12 a Guéckédou e 1 a Macenta.

                          (…)


                          Mali

                          Il Ministero della Sanità (MOH) del Mali ha riportato oggi che I campioni clinici di 6 casi sospetti sono risultati negativi ai test per la ricerca dell’ebolavirus.

                          I campioni sono stati analizzato presso il Centro di Collaborazione con l’OMS per gli Arbovirus e le Febbri Emorragiche Virali presso l’Institut Pasteur, a Dakar, Senegal.

                          I campioni sono stati analizzati utilizzando anche la PCR in tempo reale presso il laboratorio mobile ad elevato biocontenimento, recentemente attivato, al Centro SEREFO per l’addestramento e la ricerca sull’HIV e la TB, Università di Bamako.

                          Gli esperti di laboratorio del Mali del Centro SEREFO, dell’Istituto nazionale di Sanità Pubblica (INRSP), del Centro Nazionale d’appoggio alla lotta contro le malattie (CNAM), del Centro trasfusionale nazionale (CNTS) e della Facoltà di Medicina e Odontoiatria, Università delle Science, Tecniche e Tecnologia di Bamako (FMOS) sono stati addestrati nella diagnosi degli ebolavirus da un gruppo dell’Istituto Nazionale di Sanità (NIH) USA.

                          Al 16 aprile nessun nuovo caso sospetto è stato riportato dal Mali.

                          (…)


                          Liberia

                          Al 16 aprile il Ministero della Sanità (MOHSW) della Liberia ha riportato complessivamente 27 casi clinicamente compatibili di EVD, inclusi 13 decessi.

                          Un nuovo caso sospetto è stato riportato ieri dalla contea di Nimba ed è stato confermato essere di Febbre di Lassa.

                          Due pazienti rimangono in ospedale e 33 soggetti entrati in contatto con I casi rimangono sottoposti a sorveglianza medica.

                          (…)


                          Sierra Leone

                          Il 15 aprile, il Ministero della Sanità (MOHS) ha fornito un rapporto consolidato sulle attività di sorveglianza condotte nel Paese dal 19 marzo in poi.

                          Complessivamente 12 casi sospetti sono stati identificati nel corso di questo periodo di tempo.

                          Due casi fatali sospetti di EVD sono stati riportati in precedenza relativi ai membri di una famiglia deceduta in Guinea e I cui corpi erano stati rimpatriati in Sierra Leone per la sepoltura.

                          Tutti I quindici soggetti entrati in contatto con I casi hanno completato I 21 giorni di sorveglianza medica e sono rimasti sani.

                          Il gruppo che gestisce il laboratorio Metabiota presso l’unità di isolamento all’ospedale pubblico per la Febbre di Lassa di Kenema ha ricevuto e testato 11 campioni di casi sospetti utilizzando due distinti protocolli PCR in tempo reale per l’Ebola Zaire, altre febbri emorragiche virali e altri patogeni di rilevanza locale.

                          Tutti I campioni sono risultati negativi per l’ebolavirus e gli altri patogeni inclusi nel pannello.

                          (…)

                          L’OMS non raccomanda che alcuna restrizione ai viaggi o ai commerci sia applicata nei confronti della Guinea, della Liberia, del Mali o della Sierra Leone sulla base delle informazioni attualmente disponibili su questo evento.


                          -
                          ------

                          Comment


                          • #14
                            Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, situazione al 19 aprile 2014 (OMS, adattato)

                            [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina completa in Inglese: (LINK). Porzione di testo tradotto e adattato.]


                            Malattia da Virus Ebola, Africa Occidentale, situazione al 19 aprile 2014


                            Guinea

                            Al 17 aprile, ore 18:00, il Ministero della Sanità (MOH) della Guinea ha riportato complessivamente 203 casi clinicamente compatibili di Malattia da Ebola Virus (EVD), inclusi 129 decessi.

                            Fino alla data attuale, 158 pazienti sono stati sottoposti a test per l’ebolavirus e 109 sono stati confermati, inclusi 61 decessi.

                            Inoltre, 41 casi (34 decessi) corrispondono alla definizione di caso probabile di EVD mentre 53 casi (34 decessi) sono classificati come casi sospetti.

                            Ventiquattro sanitari (24) sono stati colpiti dalla malattia (di cui 18 confermati), con 15 decessi (11 confermati).

                            Casi clinici di EVD sono stati riportati nelle seguenti località:
                            1. Conakry (50 casi, inclusi 20 decessi),
                            2. Guekedou (120/83),
                            3. Macenta (22/16),
                            4. Kissidougou (6/5),
                            5. Dabola (4/4)
                            6. Djingaraye (1/1).

                            Casi e decessi con diagnosi di laboratorio positiva per ebolavirus sono stati identificati a Conakry (36 casi, inclusi 15 decessi), Guekedou (58/34), Macenta (13/10), Kissidougou (1/1) e Dabola (1/1).

                            Queste cifre includono quattro nuovi casi identificati il 17 aprile, incluso uno che ha ricevuto la conferma di laboratorio, e quattro decessi in soggetti già ricoverati; di questi, 3 avevano ricevuto la diagnosi di laboratorio di EVD.

                            Ventinove (29) pazienti sono attualmente ricoverati a Conakry (17), Guekedou (11) e Macenta (1), mentre 15, guariti dalla malattia, sono stati dimessi dall’ospedale.

                            Il rapporto fra femmine e maschi fra I casi confermati è pari a 1.2 : 1. L’età mediana fra I 198 I casi clinici noti è pari a 35 anni, mentre la distribuzione dei casi per classi di età è la seguente: 0-19 anni (11% dei casi), 20-59 anni (72%) e con età uguale o superiore ai 60 (11%).

                            Le attività di rintracciamento dei soggetti entrati in contatto con I casi continuano in tutte le aree affette.

                            Complessivamente 230 soggetti sono attualmente sottoposti a sorveglianza medica, mentre 53 hanno completato il periodo di osservazione di 21 giorni.

                            Sette soggetti sotto osservazione hanno sviluppato sintomatologia e sono tenuti a scopo precauzionale in isolamento.

                            (…)


                            Liberia

                            In Liberia, la situazione epidemiologica rimane immutata.

                            Attività intensive di sorveglianza e altre attività di prevenzione continuano.

                            Nessun nuovo caso confermato di EVD è stato riportato dalla Liberia nel corso della giornata di oggi.

                            L’OMS non raccomanda che alcuna misura restrittiva ai viaggi o ai commerci sia applicata nei confronti della Guinea o della Liberia sulla base delle informazioni al momento disponibili su questo evento.

                            Ulteriori informazioni sono disponibili all’interno dell’aggiornamento rilasciato il 17 aprile 2014.


                            -
                            ------

                            Comment


                            • #15
                              Malattia da Ebola Virus, Africa Occidentale, situazione al 22 aprile 2014 (OMS, estratto)

                              [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, Ufficio Regionale per l’Africa, pagina originale in Inglese: (LINK). Porzione di testo tradotto e adattato.]


                              Malattia da Ebola Virus, Africa Occidentale, situazione al 22 aprile 2014


                              Alle ore 18.00 del 20 aprile 2014, il Ministero della Sanità (MOH) della Guinea ha riportato complessivamente 208 casi clinici di Malattia da Ebola Virus (EVD), inclusi 136 decessi.

                              Fino alla data attuale, 169 pazienti sono stati sottoposti a test per l’ebolavirus, e 112 hanno ricevuto la conferma di laboratorio, inclusi 69 decessi.

                              Inoltre, 41 casi (34 decessi) corrispondono alla definizione di caso probabile di EVD, mentre 55 casi (33 decessi) sono classificati come casi sospetti.

                              Venticinque (25) sanitari (HCW) sono stati colpiti dalla malattia (18 confermati), con 16 decessi (12 confermati).

                              Casi clinici di EVD sono stati riporati nelle seguenti località:
                              1. Conakry (53 casi, inclusi 23 decessi),
                              2. Guekedou (122/87),
                              3. Macenta (22/16),
                              4. Kissidougou (6/5),
                              5. Dabola (4/4)
                              6. Djingaraye (1/1).

                              Casi con conferma di laboratorio sono stati identificati nelle seguenti località:
                              1. Conakry (37 casi, inclusi 19 decessi),
                              2. Guekedou (60/38),
                              3. Macenta (13/10),
                              4. Kissidougou (1/1)
                              5. Dabola (1/1).

                              Le cifre di cui sopra includono 3 nuovi casi, isolati il 20 aprile a Conakry e Guekedou, 2 dei quali hanno ricevuto la conferma di laboratorio.

                              Cinque nuovi decessi sono stati riportati fra I casi già identificati; tutti avevano ricevuto conferma di laboratorio per una infezione EVD.

                              Ventuno (21) pazienti rimangono ricoverati in isolamento a Conakry (12), Guekedou (8) e Macenta (1), mentre 16 pazienti che sono guariti dalla malattia sono stati dimessi.

                              Le attività di rintracciamento dei soggetti entrati in contatto con I casi continuano in tutte le aree affette. Attualmente 217 persone si trovano sottoposte a sorveglianza medica, mentre 92 hanno completato la sorveglianza di 21 giorni.

                              (…)


                              Liberia

                              Dal 13 marzo, data di esordio dei sintomi del primo caso confermato di EVD in Liberia, fino al 21 aprile, il Ministero della Sanità ha riportato complessivamente 34 casi clinicamente compatibili di EVD; 6 sono stati confermati, inclusi 6 decessi; 2 sono I casi probabili e 26 I casi sospetti.

                              La data di esordio del più recente caso confermato è il 6 aprile mentre la data di ricovero dell’ultimo caso confermato è il 10 aprile.

                              I casi confermati e probabili sono stati riportati nelle contee di Lofa e Margibi, mentre I casi sospetti sono stati identificati nelle contee di Bong, Grand Cape Mount, Montserrado e Nimba, e sono il risultato della rafforzata sorveglianza e delle attività di rintracciamento dei soggetti entrati in contatto con I casi.

                              Il numero di casi confermati fra il personale sanitario è stato aggiornato: da 3 casi a 2, in seguito alla revisione della definizione di caso e alle risultanze di laboratorio.

                              Il numero totale di decessi è stato rivisto da 13 a 11, poichè uno di questi era stato conteggiato nelle statistiche epidemiologiche della Guinea, mentre l’altro decesso faceva parte dei casi esclusi.

                              Siccome su 32 campioni clinici soltanto 6 sono risultati positivi per l’ebolavirus finora, ci si attende che la maggior parte dei casi sospetti riportati dalla Liberia saranno riclassificati come casi ‘esclusi’ e rimossi dal computo dei casi nei prossimi giorni.

                              In seguito alla revisione dei dati, il numero dei soggetti entrati in contatto con I casi è ora di 162 in totale; il distretto di Foya, contea di Lofa, l’epicentro dell’epidemia di ebola in Liberia conta il 72% (116) del totale dei contatti, seguito dalla contea di Margibi (17%, 28 contatti).

                              Cinquantanove (36% del totale) hanno completato I 21 giorni di sorveglianza medica e sono stati dimessi.


                              Sierra Leone

                              Al 22 aprile 2014, I campioni clinici provenienti da 19 casi clinicamente compatibili di EVD sono stati sottoposti ad analisi presso il Kenema Government Hospital. Tutti I campioni sono risultati negativi all’ebolavirus.

                              Come parte delle attività di sorveglianza, il Ministero della Sanità della Sierra Leone ha deciso di sottoporre a test per la presenza dell’ebolavirus I campioni dei pazienti ricoverati presso il reparto di isolamento per la Febbre di Lassa presso il Kenema Hospital che erano risultati negativi ai test per il virus Lassa.

                              I 24 campioni clinici raccolti a partire dal 16 marzo 2014 sono stati analizzati e sono risultati negativi per l’ebolavirus.

                              L’OMS non raccomanda che alcuna restrizione ai viaggi o ai commerci sia applicata nei confronti della Guinea o della Liberia sulla base delle informazioni attualmente disponibili su questo evento.


                              -
                              -------

                              Comment

                              Working...
                              X