Announcement

Collapse
No announcement yet.

Polio nella Repubblica Araba di Siria (OMS, 29 ottobre 2013, adattato)

Collapse
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Polio nella Repubblica Araba di Siria (OMS, 29 ottobre 2013, adattato)

    [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


    Polio nella Repubblica Araba di Siria

    29 ottobre 2013


    In seguito alla notifica di un cluster di 22 casi di paralisi flaccida acuta (AFP) pervenuta il 17 ottobre scorso dalla Repubblica Araba di Siria, le analisi di laboratorio hanno permesso di indentificare il virus polio selvatico di tipo 1 (WPV1) sui campioni prelevati da dieci casi. Le analisi genetiche finali sono ancora in corso per determinare l’origine dei virus isolati. Il virus polio selvatico non era più stato isolato in Siria dal 1999.

    La maggior parte dei casi coinvolge soggetti pediatrici (bambini al di sotto dei due anni di et&#224, con schedula vaccinale incompleta o non immunizzati.

    Il tasso di vaccinazione anti-polio in Siria si stima sia sceso dal 91% del 2010 al 68% del 2012.

    Prima che la diagnosi di laboratorio fosse pervenuta, le autorità sanitarie siriane e dei Paesi limitrofi hanno iniziato la pianificazione e l’implementazione di una risposta epidemica complessiva.

    Il 24 ottobre scorso una già programmata attività di immunizzazione supplementare su larga scala (SIA) è stata lanciata dalla Siria con l’obiettivo di vaccinare 1,6 milioni di bambini contro la polio, il morbillo, la parotite e la rosolia, sia nelle aree controllate dalle forze governative che in quelle controllate dai ribelli.

    L’implementazione di una SIA nella provincia di Deir Al Zour è iniziata immediatamente dopo la scoperta dei primi casi. Una risposta su più ampia scala, sul territorio dell’intera Siria e nei Paesi limitrofi, è prevista cominci all’inizio di novembre 2013, della durata di sei-otto mesi a seconda dell’area e in relazione all’evoluzione epidemiologica.

    Data la situazione attuale in Siria, ai frequenti movimenti di popolazione nell’area e al livello sotto-ottimale della copertura vaccinale in certe zone dei Paesi della Regione, il rischio di una ulteriore diffusione internazionale del virus polio selvatico di tipo 1 è considerato elevato.

    Un’allerta per la sorveglianza è stata emessa per la Regione allo scopo di identificare attivamente ogni nuovo potenziale caso.

    La sezione dell’OMS che si occupa della Sanità dei Trasporti Internazionali raccomanda che tutti I viaggiatori da e per le aree affette da polio abbiano completato la schedula vaccinale.


    -
    --------
Working...
X