Announcement

Collapse
No announcement yet.

Ebola in Uganda - aggiornamenti OMS e notizie (2012)

Collapse
X
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • #16
    Febbre Emorragica di Ebola in Uganda, aggiornamento (ProMedMail.org, 16 novembre 2012, adattato)

    [Fonte: ProMedMail.org, pagina originale completa in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]
    Data Pubblicazione: 2012-11-16 02:35:36
    Oggetto: PRO/AH/EDR> Ebola virus disease - Uganda (27): (LO) family deaths
    Numero Archivio: 20121116.1411532

    FEBBRE EMORRAGICA DI EBOLA – UGANDA (Agg. n. 27): (LUWEERO), Decessi in un nucleo famigliare
    ************************************************** ********


    A ProMED-mail post http://www.promedmail.org / ProMED-mail is a program of the International Society for Infectious Disease http://www.isid.org

    Data: giovedì 15 Nov 2012 / Fonte: New Vision [adattato,http://www.newvision.co.ug/news/637326-ebola-death-toll-rises-to-3.html ]


    E’ stato confermato che almeno tre persone sono morte a causa di una infezione da virus Ebola dalla fine di ottobre (2012), secondo quanto riferito dal Ministero della Sanità (ugandese). Tutti erano parte di un nucleo famigliare residente in località Kakute, Sambu, [e?] Nyimbwa [?].

    "Complessivamente, tre persone sono morte dall’inizio dell’epidemia nel distretto di Luweero," ha riferito il Ministro della Sanità Dr Christine Odoa, durante una conferenza stampa tenuta giovedì 15 novembre 2012. Il primo caso, un conducente di boda-boda, è deceduto il 25 ottobre scorso dopo aver sviluppato febbre alta e fenomeni emorragici, sebbene non siano stati raccolti campioni biologici nè il caso sia stato notificato al centro sanitario locale.

    Il secondo caso, una donna di venticinque anni, è morta sabato 10 novembre dopo essersi presa cura dell’uomo, mentre il terzo caso, membro della stessa famiglia, è deceduto lunedì 12 novembre presso il Centro Medico Nyimbwa IV. Almeno cinque persone, sospettate di essere entrate in contatto con I soggetti infettati o deceduti, si trovano ora in isolamento. Fra queste, due sono state ricoverate all’ospedale Mulago, mentre un’altra si trova all’ospedale Bombo e le restanti tre a Luweero. [Curiosamente, il caso fatale riportato nel distretto di Koboko, nel nordovest dell’Uganda, e descritto nel post pubblicato da ProMed ‘’Ebola virus disease - Uganda (26): (OK) susp. fatal 20121115.1410865’’, era un conducente di boda boda. - Mod.CP]

    Il direttore generale facente-funzione dei servizi sanitari, Dr Dennis Lwamafa, ha riferito che il personale medico sta ora seguendo almeno quindici casi sospetti in varie parti del Paese.

    L’attuale epidemia di Ebola è comparsa a meno di due mesi dalla fine ufficiale della precedente. Il Ministero della Sanità ha inviato un gruppo di esperti per compiere una valutazione della situazione nel distretto di Luweero, e ha predisposto la creazione di centri di isolamento presso Il centro sanitario Nyimbywa IV e l’ospedale di Bombo.

    La dottoressa Miriam Nanyunja, consigliere OMS per il controllo e la prevenzione delle malattie, ha comunicato che un gruppo di specialisti è già arrivato per incrementare gli sforzi diretti al controllo dell’epidemia.

    [articolo di: Taddeo Bwambale]
    --
    comunicato da: via HealthMap alerts

    [La posizione geografica del distretto di Luweero è visualizzabile seguendo questo link: http://www.weinformers.net/wp-content/uploads/2010/03/Map-of-Uganda2.jpg. I tre casi confermati di ebola fanno parte di un singolo gruppo famigliare. La relazione parentale fra I soggetti che si trovano ora in isolamento e I tre casi confermati non è al momento nota. Si attendono ulteriori informazioni. - Mod.CP La mappa elaborata da HealthMap/ProMED-mail è accessibile seguendo questo link: http://healthmap.org/r/1wa6.]


    (…)
    -
    -------

    Comment


    • #17
      Ebola in Uganda (OMS, 17 novembre 2012, adattato)

      [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]


      Ebola in Uganda

      17 novembre 2012



      Il Ministero della Sanità (MoH) dell’Uganda ha notificato all’OMS una epidemia di febbre emorragica virale di Ebola nel distretto di Luweero, nel centro del Paese.

      Sono stati registrati quattro casi, di cui tre fatali.

      I campioni clinici prelevati da due casi sono stati esaminati presso I laboratori dell’Istituto Ugandese per la Ricerca sui Virus di Entebbe e sono risultati positivi per il virus Ebola (variante Sudan) tramite metodica PCR e sierologia.

      Il Ministero della Sanità, l’OMS e Medici Senza Frontiere (MSF) hanno inviato un gruppo di esperti sul posto per effettuare le indagini preliminari sull’epidemia. Le autorità sanitarie sono impegnate nell’individuazione dei casi e dei soggetti entrati in contatto con I pazienti con infezione probabile e confermata.

      L’unità di isolamento istituita presso l’ospedale Mulago a Kampala è stata riattivata mentre una seconda unità è stata allestita presso il Centro Medico Nyimbwa IV, nell’epicentro dell’epidemia.

      L’ospedale militare a Bombo, distretto di Luweero, sta temporaneamente servendo come unità di confinamento finchè quella in allestimento al Centro Medico Nyimbwa IV non sarà pronta a ricevere I pazienti.

      Fra I soggetti entrati in contatto con I casi confermati e probabili, sette hanno sviluppato I sintomi della malattia e si trovano ricoverati in isolamento.

      L’OMS e I suoi partner, fra cui il Centro per il Controllo delle Malattie USA (CDC), la Croce Rossa Ugandese (URCS), la Rete Africana di Epidemiologia Operativa (AFENET) e Medici Senza Frontiere (MSF) stanno sostenendo le autorità locali nella risposta all’epidemia.

      Esperti in epidemiologia, promozione della salute, gestione della logistica e controllo e prevenzione delle malattie sono stati individuati tramite la Rete Globale di Allerta e Risposta Epidemica (GOARN) e sono pronti a fornire assitenza quando richiesto.

      In relazione a questo evento, l’OMS non raccomanda che alcuna misura di restrizione ai viaggi o ai commerci nei confronti dell’Uganda sia presa.



      -
      -------

      Comment


      • #18
        Ebola in Uganda, aggiornamento (OMS, 23 novembre 2012)

        [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Testo tradotto e adattato.]
        Ebola in Uganda

        23 novembre 2012



        Al 23 novembre 2012 il Ministero della Sanità (MoH) dell’Uganda ha riportato 10 casi (di cui 6 confermati e 4 probabili, compresi 5 decessi), di febbre emorragica da virus Ebola nei distretti di Luweero e Kampala.

        Il caso confermato più recente è stato ricoverato in ospedale il 17 novembre scorso.

        I soggetti entrati in contatto ravvicinato con I pazienti affetti da Ebola sono in corso di identificazione e saranno sottoposti a sorveglianza sanitaria per un periodo di 21 giorni.

        Tutti I casi che pervengono all’attenzione dei gruppi sul campo sono sottoposti ad indagine.

        L’OMS, con I suoi partner internazionali, inclusi il Centro per il Controllo delle Malattie USA (CDC), Medici Senza Frontiere (MSF), la Croce Rossa ugandese (URCS), la Rete Africana di Epidemiologia Operativa (AFENET) e Plan Uganda, stanno sostenendo le autorità nazionali nelle indagini e nella risposta all’epidemia.

        Esperti nelle aree dell’epidemiologia, della promozione della salute, gestione della logistica, e della prevenzione e controllo delle infezioni sono stati mobilitati dall’OMS tramite la Rete Globale di Allerta e Risposta Epidemica (GOARN), per fornire ulteriore supporto alle attività in corso.


        Rispetto all’epidemia in corso, l’OMS non raccomanda l’adozione di alcuna misura di restrizione ai viaggi o ai commerci nei confronti dell’Uganda.
        -
        -------

        Comment


        • #19
          Ebola in Uganda, aggiornamento (OMS, 30 novembre 2012, adattato)

          [Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità, pagina originale in Inglese: (LINK). Tradotto e adattato.]
          Ebola in Uganda, aggiornamento

          30 novembre 2012



          Al 28 novembre 2012 il Ministero della Sanità dell’Uganda ha notificato 7 casi di febbre emorragica di Ebola (di cui 6 confermati e 1 probabile), nei distretti di Luweero e Kampala, di cui 4 con esito fatale.

          I gruppi dispiegati sul campo continuano le indagini sui casi potenziali di cui vengono a conoscenza dalle comunità delle aree colpite.

          Il principale ostacolo che si incontra nelle comunità affette dalla malattia è che queste ritengono la stregoneria sia la causa e non il virus Ebola, nonostante sia in atto una intensa campagna di sensibilizzazione.

          I gruppi addetti alla sensibilizzazione stanno collaborando con I guaritori e I leader religiosi per cercare di aumentare la conoscenza dei metodi per prevenire l’infezione e controllare la malattia.

          L’OMS e I suoi partner, fra cui I Centri per il Controllo delle Malattie USA (CDC), Medici Senza Frontiere (MSF), la Croce Rossa ugandese (URCS), la Rete Africana di Epidemiologia Operativa (AFENET) e Plan Uganda, continuano a sostenere le autorità nazionali nelle attività di risposta all’epidemia.

          Tramite l’OMS, un esperto in prevenzione e controllo delle infezioni è stato inviato sul campo.

          Rispetto a questo evento, l’OMS non raccomanda l’adozione di misure di restrizione ai viaggi o ai commerci nei confronti dell’Uganda.

          Nota: Il numero totale dei casi riportati nell’aggiornamento del 23 novembre 2012 era di dieci (6 confermati e 4 probabili). I casi probabili I cui campioni risultano negativi per il virus Ebola vengono classificati come ‘Non-Casi’ ed esclusi dal conteggio.
          -
          ------

          Comment

          Working...
          X