Announcement

Collapse
No announcement yet.

Febbre del Nilo nel Vicentino: tre casi, uno fatale

Collapse
X
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Febbre del Nilo nel Vicentino: tre casi, uno fatale

    VICENZA. Ritorna la febbre del Nilo. È il primo caso del 2019 nel Vicentino, il 2° in Veneto. Il West Nile colpisce un uomo di 49 anni di Quinto, che dopo la crisi sta meglio, non accusa sintomi preoccupanti, ed è a casa. Due giorni fa, 9 agosto, la conferma, con una email del laboratorio di virologia di Padova giunto al San Bortolo, che si tratta del virus trasmesso dalla zanzara Culex, la specialista dell’acqua. Non è necessaria alcuna profilassi ma l’Ulss ha fatto scattare le contromisure protettive.

    Il contagiato, un libero professionista che abita in una zona semi-rurale fra Quinto e Valproto, quest’estate non si è mai mosso dal Vicentino, non ha fatto viaggi, per cui ha preso l’infezione sulle strade di casa o al massimo in qualche altro angolo della provincia.

    È il secondo caso che si registra quest’anno nel Veneto. Il primo, il 20 luglio, a Maserà, nel Padovano, vittima un anziano di 79 anni.

    https://www.ilgiornaledivicenza.it/t...tino-1.7547282

  • #2
    Febbre del Nilo
    Altri due casi nel Vicentino


    VICENZA. La febbre del Nilo contagia altri due vicentini. Dopo il primo caso di West Nile emerso appena qualche giorno fa, dal San Bortolo arriva la notizia di altre due persone infettate dal virus. Si tratta di una donna di 62 anni che vive in città e di un anziano di 87 anni che abita a Sarego. Entrambi sono risultati positivi alle analisi effettuate dal laboratorio di virologia dell'università di Padova, dopo che avevano manifestato i sintomi della febbre trasmessa dalla zanzara "Culex pipiens".

    https://www.ilgiornaledivicenza.it/t...tino-1.7553553

    Comment


    • #3
      Febbre del Nilo Prima vittima nel Vicentino

      VICENZA. Non ce l’ha fatta l’anziano di 87 anni aggredito dalla febbre del Nilo. Silverio Pistore, di Sarego, è morto a causa di una encefalite innescata dal morbo. Il decesso nell’ospedale di Arzignano due giorni dopo il ricovero.

      L’uomo, da tempo cardiopatico, è stato trasportato al Cazzavillan e accolto nel reparto di cardiologia dopo che a casa aveva accusato un forte malessere, ma non si è più ripreso. Anzi è andato progressivamente peggiorando. Ha iniziato ad avere vertigini. Poi è entrato in uno stato soporoso, fino al coma e all’arresto cardiaco. È la prima vittima vicentina del virus West Nile.

      «È stato il virus a scatenare l’encefalite per difetto immunitario» spiega il primario di malattie infettive del San Bortolo Vinicio Manfrin. In altre parole, vengono meno le difese organiche e il West Nile trova terreno fertile per far esplodere la sua carica più potente e nociva.

      https://m.ilgiornaledivicenza.it/ter...Glknf6tXCTswMg

      Comment

      Working...
      X