Announcement

Collapse
No announcement yet.

Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

Collapse
This is a sticky topic.
X
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

    Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, data di accesso 14 gennaio 2010, editato)

    [Pagina Originale Completa: LINK. EDITATO.]

    Rabbia - Documenti

    In Italia




    Nel mondo

    -
    ------

  • #2
    Rabbia, dinamica di una malattia - opuscolo informativo per gli operatori sanitari (Min. Salute, maggio, estratto e adattato)

    Rabbia, dinamica di una malattia - opuscolo informativo per gli operatori sanitari (Min. Salute, maggio, estratto e adattato)


    [Fonte: Ministero della Salute, Documento Completo PDF (LINK). Estratto, adattato.]

    Rabbia, dinamica di una malattia - opuscolo informativo per gli operatori sanitari


    Campagna informativa sulla rabbia promossa dal Ministero della Salute - Dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la nutrizione e la sicurezza degli alimenti - Direzione generale della sanità animale e del farmaco veterinario in collaborazione con Dipartimento della prevenzione e della comunicazione - Direzione generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali

    A cura di: Centro di referenza nazionale per la rabbia - www.izsvenezie.it


    Rabbia

    La rabbia è una zoonosi che colpisce il sistema nervoso centrale dei mammiferi e riveste un notevole impatto in sanità pubblica poiché non esiste terapia dopo la comparsa dei sintomi.

    Si stima che la rabbia causi almeno 55.000 morti nel mondo ogni anno, la maggior parte dei quali in Asia (56%) e in Africa (44%) particolarmente nelle aree rurali.

    La maggior parte dei decessi nell’uomo (99%) è conseguente al morso di un cane infetto e vittime dei morsi di cane sono, tra il 30% e il 60%, bambini al di sotto dei 15 anni.

    Inoltre, oltre 10 milioni di persone ogni anno vengono sottoposte a trattamento post-contagio a seguito di esposizione ad animali sospetti rabidi.


    Eziologia

    Il virus della rabbia è un lyssavirus, della famiglia Rhabdoviridae. Esistono diversi genotipi di virus della rabbia con specifici reservoir.


    Trasmissione

    La trasmissione avviene a seguito di contatto con la saliva di animali infetti sia domestici che selvatici, quindi tramite morsi, ferite, graffi, lambitura di cute non integra e di mucose. Esistono sporadici casi collegati ad altre vie di trasmissione, quali il trapianto d’organo.

    La trasmissione aerea del virus è limitata a situazioni molto particolari, di elevata concentrazione di virus in aerosol, come potrebbe verificarsi in laboratorio e in grotte con popolazioni di pipistrelli infetti.

    Rari casi di infezione nell’uomo per via alimentare sono stati segnalati recentemente nel Sud Est Asiatico. Le modalità di infezione sono tuttavia ancora da definire.

    La malattia ha un periodo d’incubazione che può variare da alcuni giorni fino ad anni. Mediamente, però, la sintomatologia si manifesta in un intervallo di tempo che va da 3 a 8 settimane, in dipendenza dalla carica virale al momento dell’infezione, dalla localizzazione e dalla severità della lesione cutanea.


    Patologia

    Subito dopo l’infezione, il virus della rabbia entra in una fase di eclissi durante la quale non è facilmente identificabile.

    In questa fase il virus non si moltiplica nel sistema nervoso, ma nel tessuto muscolare. Non c’è inoltre risposta immunitaria, ma il virus viene neutralizzato se sono già presenti anticorpi. Dopo un periodo variabile da alcuni giorni a mesi, il virus raggiunge i nervi periferici e da qui il sistema nervoso centrale (SNC). Già prima della manifestazione clinica, il virus può essere presente nella saliva dell’animale infetto (fino a 15 giorni prima dei sintomi). All’interessamento del SNC, segue la comparsa dei sintomi clinici e successivamente il virus si distribuisce nei tessuti attraverso i nervi periferici (diffusione centrifuga): a questo punto, il virus si ritrova nel tessuto nervoso, nelle ghiandole salivari, nella saliva e nel liquido cefalorachidiano.


    Manifestazioni cliniche

    Nell’uomo la rabbia provoca paresi o paralisi, convulsioni. Senza interventi terapeutici la morte sopraggiunge in circa 6 giorni, di solito per paralisi respiratoria.

    Negli animali i segni clinici della rabbia variano da improvvise modificazioni del comportamento con manifestazioni di aggressività ad abbattimento e paralisi progressiva con decorso inevitabilmente fatale. In alcuni casi, tuttavia, un animale può venire a morte improvvisamente senza mostrare segni clinici rilevanti o comunque molto limitati.

    (...)
    -
    ------
    Attached Files

    Comment


    • #3
      Rabbia, casi fra gli animali, Regione Veneto (dati IZSVE)

      La tabella che segue proviene dal sito dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venenzie, a cui si rimanda per la documentazione completa e ulteriori informazioni aggiornate sulle epidemie di rabbia nell Regioni del Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. L'indirizzo è http://www.izsvenezie.it

      Attached Files

      Comment


      • #4
        La Rabbia: Cosa si deve sapere (IZSVE)

        Opuscolo informativo in formato PDF a cura della Regione Veneto. In allegato.

        Per accedere al documento presso il sito IZSVE (Istituto Zooprofilattico e Sperimentale delle Venezie), (LINK).
        Attached Files

        Comment


        • #5
          Italia, Rabbia silvestre: precisazioni del Ministero (Min. Salute, adattato)

          Italia, Rabbia silvestre: precisazioni del Ministero (Min. Salute, adattato)


          [Fonte: Ministero della Salute, Documento RTF Originale, (LINK). Adattato.]

          Comunicato n. 276 - 22 LUGLIO 2010

          Ministero della Salute
          UFFICIO STAMPA

          Rabbia silvestre: precisazioni del Ministero


          In riferimento a notizie diffuse da organi di informazione sulla rabbia silvestre nel nord-est d’Italia si forniscono le seguenti precisazioni:

          ''il Ministero della Salute ha attivato dal dicembre 2009 un piano di vaccinazione orale delle volpi nei confronti della rabbia che ha interessato le Regioni del nord-est italiano. Entro la fine del 2010 saranno completate quattro campagne di vaccinazione, effettuate con mezzi aerei, su un’area di oltre 30.000 kmq.

          ''Le procedure messe in atto sono in accordo con le raccomandazioni della Comunità europea e dell’Organizzazione mondiale della sanità animale e consentono di ridurre il rischio che la malattia si estenda alle regioni confinanti.

          ''È inoltre attivo un sistema di sorveglianza negli animali selvatici che garantisce un’individuazione rapida di nuovi casi di malattia. Nelle aree a rischio è obbligatoria la vaccinazione degli animali domestici, cani, gatti, bovini, ovicaprini e cavalli che si recano al pascolo.

          ''Grazie a questi interventi sanitari la malattia è ritenuta sotto controllo e al momento si assiste ad una riduzione dei casi accertati: infatti si è passati dalle 49 positività al virus registrate nelle volpi nel mese di gennaio 2010, ai 9 casi dell’ultimo mese (giugno 2010). Pertanto allo stato attuale non si ritiene necessario apportare modifiche essenziali alle strategia sinora adottata.''

          -
          -----

          Comment


          • #6
            RABBIA IN ITALIA: Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto-Adige (dal 1 gennaio al 11 agosto 2010, adattato)

            RABBIA IN ITALIA: Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto-Adige (dal 1 gennaio al 11 agosto 2010, adattato)


            [Fonte: Istituto Zooprofilatto Sperimentale delle Venezie (IZSVE), documento PDF Originale (LINK). Adattato.]

            Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

            RABBIA IN ITALIA

            Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento e Provincia autonoma di Bolzano negli animali dal 01.01.2010 al 11.08.2010

            • SPECIE - N° testati - N° positivi - % positivi
              • BOVINO - 2 - 1 - 50,00%
              • CAPRIOLO - 418 - 8 - 1,91%
              • CAVALLO - 3 - 1 - 33,33%
              • CERVO - 71 - 1 - 1,41%
              • FAINA - 25 - 3 - 12,00%
              • GATTO - 454 - 9 - 1,98%
              • MARMOTTA - 2 - 1 - 50,00%
              • MARTORA - 9 - 1 - 11,11%
              • TASSO - 87 - 10 - 11,49%
              • VOLPE - 2983 - 170 - 5,70%
              • TOTALE - 4054 - 205 - 5,06%

            -
            -----

            Comment


            • #7
              Re: Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

              RABBIA IN ITALIA - Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige (fonte IZSVE, 18 agosto 2010, adattato)


              [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVE), documento PDF Originale (LINK). Adattato.]

              RABBIA IN ITALIA - Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento e Provincia autonoma di Bolzano negli animali dal 01.01.2010 al 18.08.2010


              [SPECIE - N° testati - N° positivi - % positivi]
              • BOVINO - 4 - 1 - 25,00%
              • CAPRIOLO - 429 - 8 - 1,86%
              • CAVALLO - 3 - 1 - 33,33%
              • CERVO - 71 - 1 - 1,41%
              • FAINA - 25 - 3 - 12,00%
              • GATTO - 455 - 9 - 1,98%
              • MARMOTTA - 2 - 1 - 50,00%
              • MARTORA - 9 - 1 - 11,11%
              • TASSO - 88 - 10 - 11,36%
              • VOLPE - 3058 - 170 - 5,56%
              • TOTALE - 4144 - 205 - 4,95%

              -
              ------

              Comment


              • #8
                Re: Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

                RABBIA IN ITALIA (fonte IZSVE, dati aggiornati al 25 agosto 2010, adattato)


                [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVE), Documento PDF Originale (LINK). Adattato.]

                Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

                RABBIA IN ITALIA

                Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento e Provincia autonoma di Bolzano negli animali dal 01.01.2010 al 25.08.2010


                [SPECIE - N° testati - N° positivi - % positivi]
                • BOVINO - 4 - 1 - 25,00%
                • CAPRIOLO - 430 - 8 - 1,86%
                • CAVALLO - 3 - 1 - 33,33%
                • CERVO - 71 - 1 - 1,41%
                • FAINA - 25 - 3 - 12,00%
                • GATTO - 457 - 9 - 1,97%
                • MARMOTTA - 2 - 1 - 50,00%
                • MARTORA - 9 - 1 - 11,11%
                • TASSO - 88 - 10 - 11,36%
                • VOLPE - 3098 - 170 - 5,49%
                • TOTALE - 4187 - 205 - 4,90%

                -
                ------

                Comment


                • #9
                  Re: Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

                  Rabbia in Italia, Casi identificati in Veneto, Friuli-Venezia Giulia, prov. autonome Trento, Bolzano (fonte IZSVE, 1/9/10, adattato)


                  [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVE), documento PDF Originale (LINK). Adattato.]

                  Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie


                  RABBIA IN ITALIA


                  Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento e Provincia autonoma di Bolzano negli animali dal 01.01.2010 al 01.09.2010

                  [SPECIE - N° testati - N° positivi - % positivi]
                  • BOVINO - 5 - 1 - 20,00%
                  • CAPRIOLO - 430 - 8 - 1,86%
                  • CAVALLO - 3 - 1 - 33,33%
                  • CERVO - 71 - 1 - 1,41%
                  • FAINA - 26 - 3 - 11,54%
                  • GATTO - 457 - 9 - 1,97%
                  • MARMOTTA - 2 - 1 - 50,00%
                  • MARTORA - 9 - 1 - 11,11%
                  • TASSO - 88 - 10 - 11,36%
                  • VOLPE - 3112 - 171 - 5,49%
                  • TOTALE - 4203 - 206 - 4,90%

                  -
                  ------

                  Comment


                  • #10
                    Re: Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

                    UE finanzia piano di vaccinazione antirabbica (Min Salute, 9 settembre 2010, adattato)


                    [Fonte: Ministero della Salute, Documento RTF Originale (LINK). Adattato.]

                    Comunicato n.311

                    9 settembre 2010

                    Ministero della Salute
                    UFFICIO STAMPA


                    UE finanzia piano di vaccinazione antirabbica


                    Nel corso del Comitato Veterinario Permanente (Standing Commitee on the Food Chain and Animal Health) tenutosi a Bruxelles il 7-8 settembre scorso è stato approvato all’unanimità dalla Commissione europea e dagli Stati Membri il piano italiano di controllo della rabbia silvestre nel Nord est Italia per l’anno 2010 (documento SANCO/11396/2010 Rev. 5).

                    L’Unione europea finanzierà per un importo pari 2.300.000 euro l’acquisto dei vaccini necessari alla immunizzazione delle volpi attualmente colpite dalla malattia nonché dei mezzi aerei necessari alla distribuzione delle esche vaccinali su tutto il territorio delle province autonome di Trento, Bolzano, della Regione Friuli Venezia Giulia e di gran parte della Regione Veneto.

                    L’approvazione del piano è frutto anche dei favorevoli risultati sinora raggiunti grazie alla effettuazione di diverse campagne vaccinali condotte a partire dal dicembre del 2009 che hanno portato a un forte rallentamento della diffusione della rabbia silvestre nei territori a rischio.

                    -
                    ------

                    Comment


                    • #11
                      Re: Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

                      RABBIA IN ITALIA, aggiornamento a cura dell Ist. Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, 9 settembre 2010, adattato.


                      [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, documento PDF originale (LINK). Adattato.]

                      Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

                      RABBIA IN ITALIA


                      Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento e Provincia autonoma di Bolzano negli animali dal 01.01.2010 al 09.09.2010

                      [SPECIE - N° testati - N° positivi - % positivi]
                      • BOVINO - 5 - 1 - 20,00%
                      • CAPRIOLO - 356 - 7 - 1,97%
                      • CAVALLO - 3 - 1 - 33,33%
                      • CERVO - 71 - 1 - 1,41%
                      • FAINA - 27 - 3 - 11,11%
                      • GATTO - 393 - 8 - 2,04%
                      • MARMOTTA - 2 - 1 - 50,00%
                      • MARTORA - 9 - 1 - 11,11%
                      • TASSO - 88 - 10 - 11,36%
                      • VOLPE - 892 - 147 - 16,48%
                      • Totale - 1846 - 180 - 9,75%

                      -
                      NdM: La discrepanza nel numero di animali testati e in quello dei casi di rabbia rispetto al precedente aggiornamento diffuso dall'IZSVE la settimana scorsa non è spiegato. Ulteriori aggiornamenti sarebbero graditi.]
                      -
                      ------
                      ------

                      Comment


                      • #12
                        Re: Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

                        Rabbia in Italia, aggiornamento a cura dell'IZSVE del 15 settembre 2010 (adattato)


                        [Fonte: IZSVE, documento PDF Originale (LINK). Adattato.]

                        Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

                        RABBIA IN ITALIA

                        Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento e Provincia autonoma di Bolzano negli animali dal 01.01.2010 al 15.09.2010


                        [SPECIE - N° testati - N° positivi - % positivi]
                        • BOVINO - 5 - 1 - 20,00%
                        • CAPRIOLO - 430 - 8 - 1,86%
                        • CAVALLO - 3 - 1 - 33,33%
                        • CERVO - 71 - 1 - 1,41%
                        • FAINA - 27 - 3 - 11,11%
                        • GATTO - 457 - 9 - 1,97%
                        • MARMOTTA - 2 - 1 - 50,00%
                        • MARTORA - 9 - 1 - 11,11%
                        • TASSO - 88 - 10 - 11,36%
                        • VOLPE - 3176 - 172 - 5,42%
                        • TOTALE - 4268 - 207 - 4,85%

                        -
                        ------

                        Comment


                        • #13
                          Re: Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

                          Rabbia in Italia, aggiornamento numero casi a cura dell'IZSVE, 22 settembre 2010 (adattato)


                          [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, documento PDF Originale (LINK). Adattato.]

                          Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

                          RABBIA IN ITALIA

                          Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento e Provincia autonoma di Bolzano negli animali dal 01.01.2010 al 22.09.2010

                          [SPECIE - N° testati - N° positivi - % positivi]
                          • BOVINO - 5 - 1 - 20,00%
                          • CAPRIOLO - 468 - 8 - 1,71%
                          • CAVALLO - 3 - 1 - 33,33%
                          • CERVO - 78 - 1 - 1,28%
                          • FAINA - 29 - 3 - 10,34%
                          • GATTO - 476 - 9 - 1,89%
                          • MARMOTTA - 2 - 1 - 50,00%
                          • MARTORA - 9 - 1 - 11,11%
                          • TASSO - 93 - 10 - 10,75%
                          • VOLPE - 3403 - 172 - 5,05%
                          • TOTALE - 4566 - 207 - 4,53%

                          -
                          ------

                          Comment


                          • #14
                            Re: Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

                            RABBIA IN ITALIA, aggiornamento a cura dell'IZSVE del 29 settembre 2010, adattato.


                            [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVE), documento PDF originale (LINK). Adattato.]

                            Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

                            RABBIA IN ITALIA


                            Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento e Provincia autonoma di Bolzano negli animali dal 01.01.2010 al 29.09.2010

                            [SPECIE - N° testati - N° positivi - % positivi]
                            • BOVINO - 5 - 1 - 20,00%
                            • CAPRIOLO - 477 - 8 - 1,68%
                            • CAVALLO - 3 - 1 - 33,33%
                            • CERVO - 80 - 1 - 1,25%
                            • FAINA - 31 - 3 - 9,68%
                            • GATTO - 477 - 9 - 1,89%
                            • MARMOTTA - 2 - 1 - 50,00%
                            • MARTORA - 9 - 1 - 11,11%
                            • TASSO - 93 - 10 - 10,75%
                            • VOLPE - 3471 - 172 - 4,96%
                            • TOTALE - 4648 - 207 - 4,45%

                            -
                            ------

                            Comment


                            • #15
                              Re: Rabbia - Documenti (da Epi-Centro, Min.Salute, e altre fonti)

                              RABBIA IN ITALIA, aggiornamento a cura dell'IZSVE del 6 ottobre 2010 (adattato)


                              [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVE), documento PDF originale (LINK). Adattato.]

                              Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

                              RABBIA IN ITALIA


                              Casi identificati in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento e Provincia autonoma di Bolzano negli animali dal 01.01.2010 al 06.10.2010

                              [SPECIE - N° testati - N° positivi - % positivi]
                              • BOVINO - 5 - 1 - 20,00%
                              • CAPRIOLO - 484 - 8 - 1,65%
                              • CAVALLO - 3 - 1 - 33,33%
                              • CERVO - 82 - 1 - 1,22%
                              • FAINA - 31 - 3 - 9,68%
                              • GATTO - 486 - 9 - 1,85%
                              • MARMOTTA - 2 - 1 - 50,00%
                              • MARTORA - 9 - 1 - 11,11%
                              • TASSO - 95 - 10 - 10,53%
                              • VOLPE - 3530 - 172 - 4,87%
                              • TOTALE - 4727 - 207 - 4,38%

                              -
                              ------

                              Comment

                              Working...
                              X