Announcement

Collapse
No announcement yet.

Malattia da West Nile Virus in Italia, aggiornamenti (Archivio 2013)

Collapse
This is a sticky topic.
X
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • Malattia da West Nile Virus in Italia, aggiornamenti (Archivio 2013)

    [Fonte: EpiCentro, pagina completa: (LINK). Estratto.]


    La sorveglianza dei casi umani di malattia neuro-invasiva da West Nile virus


    Stagione estivo-autunnale 2013

    5 settembre 2013


    In Italia la sorveglianza epidemiologica dei casi umani delle malattie trasmesse da vettori è regolata dalla circolare ministeriale “Sorveglianza dei casi umani delle malattie trasmesse da vettori con particolare riferimento alla Chikungunya, Dengue e West Nile Disease - Aggiornamento 2013” (pdf 660 kb).

    L’ambito temporale dell’applicazione della sorveglianza epidemiologica dei casi umani di queste malattie si estende per tutto l’anno. Tuttavia, nel periodo di attività vettoriale (15 giugno al 30 novembre), il sistema di sorveglianza deve essere particolarmente tempestivo per permettere l’adozione immediata delle necessarie misure di controllo.

    Il reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), grazie al contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del ministero della Salute, pubblica i dati del sistema di sorveglianza in un bollettino.

    Scarica il bollettino epidemiologico: rapporto settimanale del 5 settembre 2013 (pdf 691 Mb)

    (…)


    -
    -------

  • #2
    Bollettino epidemiologico WND - 5 settembre 2013, n. 4 (IZS Teramo, estratto): 35 casi umani WNV finora

    [Fonte: Istituto G. Caporale, IZS Teramo, documento PDF completo: (LINK). Estratto.]


    Bollettino epidemiologico WND - 5 settembre 2013, n. 4

    West Nile Disease in Italia nel 2013


    1 – Introduzione

    Ai sensi del Provvedimento del 13 luglio 2012 (G.U. Serie Generale n. 311 del 10 settembre 2012) e aggiornamenti, la sorveglianza nei confronti della West Nile Disease (WND) si basa sulle seguenti componenti:
    1. sorveglianza su uccelli stanziali di specie “sinantropiche”. In caso di mancato raggiungimento del 50% delle attività previste, è possibile, in alternativa, attuare la sorveglianza su allevamenti avicoli rurali o all’aperto o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella;
    2. sorveglianza negli equidi
    3. sorveglianza entomologica
    4. sorveglianza dell’avifauna selvatica di specie migratorie.
    Le modalità di attuazione delle 4 componenti differiscono a seconda della situazione epidemiologica riscontrata.

    Per il 2013 sono state individuate 3 aree geografiche distinte (Fig. 1):
    • A. Area con Circolazione Virale (ACV), è l’area che è stata interessata dalla circolazione del West Nile virus (WNV) dal 2008 al 2012;
    • B. Area di sorveglianza Esterna alla ACV (AE), è l’area estesa per un raggio di 20 km intorno ai casi verificatisi nelle zone più esterne dell’ACV. È stato incluso nell’AE anche il territorio dei comuni precedentemente inclusi in ACV e non interessati dalla circolazione virale nel corso dei due anni precedenti. Nella Regione Sardegna l’AE comprende tutto il territorio regionale non incluso nell’ACV;
    • C. Otto Aree a Rischio (AR) l’estensione di tali aree è stata ridefinita sulla base dei focolai e delle evidenze di circolazione virale del 2012.
    (…)


    2 - Situazione epidemiologica: Uomo, Animali

    Al 5/09/2013 sono stati segnalati 21 casi confermati di malattia neuro invasiva da West Nile virus (WNND) nelle regioni Veneto, Emilia-Romagna e Lombardia. Due dei casi confermati sono deceduti.

    Le attività di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare 14 casi di febbre da WNV nella regione Veneto (4 casi) ed Emilia Romagna (10).


    Tabella 1. Distribuzione dei casi confermati di WNND per provincia

    [Regione – Provincia - N. casi umani di WNND]
    • Lombardia
      • Mantova – 4
    • Veneto
      • Rovigo – 5
    • Emilia Romagna
      • Bologna – 1
      • Ferrara – 4
      • Modena – 4
      • Reggio Emilia – 3
    • Totale – 21
    Fonte: Reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute
    _____

    Il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) ha confermato la circolazione del virus sul territorio nazionale.

    Tre focolai clinici sono stati confermati nelle regioni Emilia Romagna e Lombardia. Ventuno pool di Culex pipiens distribuiti nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna sono risultati positivi agli accertamenti diagnostici per la ricerca del genoma virale.

    Le analisi condotte hanno confermato l’appartenenza del West Nile virus (WNv) circolante al lineage II.


    3 - Sorveglianza equidi

    La sorveglianza negli equidi è effettuata tramite l’esame periodico di equidi sentinella, controlli a campione su equidi stanziali e verifica di casi sospetti di WND.

    Al 5/09/2013 sono stati confermati 3 focolai clinici nelle regioni Emilia Romagna e Lombardia. Le analisi filogenetiche condotte su campioni di organi di un cavallo abbattuto hanno consentito di definire l’appartenenza del ceppo al WND-lineage II.

    (...)


    4 - Sorveglianza uccelli sinantropici

    La sorveglianza sugli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio è effettuata per evidenziare precocemente la circolazione virale.

    Appartengono alle specie bersaglio:
    • Gazza (Pica pica)
    • Cornacchia grigia (Corvus corone cornix)
    • Ghiandaia (Garrulus glandarius)
    Al 5/09/2013 il CESME non ha confermato positività.


    5 - Sorveglianza avicoli

    La sorveglianza negli allevamenti avicoli o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella è effettuata in alternativa alla sorveglianza sulle specie sinantropiche.

    Al 5/09/2013 il CESME non ha confermato focolai.


    6 - Sorveglianza entomologica

    L’attività entomologica ha lo scopo di identificare il periodo a rischio per la trasmissione vettoriale attraverso la determinazione della composizione della fauna culicidica, l’individuazione delle specie di zanzare responsabili della trasmissione del WNV sia nel ciclo enzootico che epizootico della malattia, la valutazione dell’overwintering.

    Al 5/09/2013 sono state confermate 21 positività alla PCR per WND, di cui 20 appartenenti a WND-lineage II, in 20 pool di zanzare catturate nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna.

    Le zanzare risultate positive appartengono alla specie Culex pipiens.

    (...)


    7 - Sorveglianza mortalità uccelli selvatici

    La sorveglianza sulla mortalità negli uccelli selvatici si effettua su tutto il territorio nazionale.

    Al 5/09/2013 il CESME non ha confermato positività.


    8 - Definizione di caso negli equidi

    La definizione di caso sospetto di WND è stabilita dall’Ordinanza del 4 agosto 2011: “Equide che, nel periodo di attività dei vettori, presenta atassia locomotoria o morte improvvisa in zona a rischio oppure almeno due dei seguenti sintomi:
    • movimenti in circolo;
    • incapacità a mantenere la stazione quadrupedale;
    • paralisi/paresi agli arti;
    • fascicolazioni muscolari;
    • deficit propriocettivi.
    Tali sintomi possono essere accompagnati da:
    • debolezza degli arti posteriori;
    • cecità;
    • ptosi del labbro inferiore, o paresi dei muscoli labiali o facciali;
    • digrignamento dei denti.
    Deve essere considerato come sospetto di encefalomielite di tipo West Nile anche un risultato sierologico positivo in assenza di sintomatologia clinica.


    Conferma del sospetto

    La conferma del sospetto diagnostico avviene quando i campioni prelevati dall’equide sospetto risultano positivi ad un esame di laboratorio di conferma effettuato dal CESME.


    9 - Comuni interessati da circolazione virale negli animali nel 2013

    Tabella 4. Comuni interessati da circolazione virale negli animali 2013

    [Regione - Provincia - Comune - Equidi - Zanzare - Uccelli]
    • Veneto
      • Venezia
        • Jesolo - ... - x – ...
        • Verona - Erbè - ... x – ...
        • Rovigo - Ficarolo - ... - x – ...
    • Lombardia
      • Cremona
        • Soresina - ... - x – ...
        • Palazzo Pignano - x - ... – ...
    • Emilia-Romagna
      • Modena
        • Mirandola - ... - x – ...
        • Nonantola - ... - x – ...
        • Finale Emilia - ... - x – ...
        • Concordia sulla Secchia - ... - x – ...
        • San Possidonio - ... - x – ...
      • Bologna
        • Crevalcore - ... - x – ...
      • Reggio Emilia
        • Bagnolo in Piano - ... - x – ...
      • Ferrara
        • Ferrara - ... - x – ...
        • Sant'Agostino - ... - x – ...
      • Parma
        • Roccabianca - ... - x – ...
        • Colorno - x - ... – ...
        • San Secondo Parmese - x - ... – ...
    -
    ------

    Comment


    • #3
      Bollettino epidemiologico WND - 12 settembre 2013, n. 5 (IZS Teramo): 42 casi umani (23 Wnnd, 19 Wnv; 2 decessi)

      [Fonte: Istituto G. Caporale, IZS Teramo, documento PDF completo: (LINK). Estratto.]


      Bollettino epidemiologico WND - 12 settembre 2013, n. 5

      West Nile Disease in Italia nel 2013


      1*Introduzione

      Ai sensi del Provvedimento del 13 luglio 2012 (G.U. Serie Generale n. 311 del 10 settembre 2012) e aggiornamenti, la sorveglianza nei confronti della West Nile Disease (WND) si basa sulle seguenti componenti:
      1. sorveglianza su uccelli stanziali di specie “sinantropiche”. In caso di mancato raggiungimento del 50% delle attività previste, è possibile, in alternativa, attuare la sorveglianza su allevamenti avicoli rurali o all’aperto o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella;
      2. sorveglianza negli equidi
      3. sorveglianza entomologica
      4. sorveglianza dell’avifauna selvatica di specie migratorie.
      Le modalità di attuazione delle 4 componenti differiscono a seconda della situazione epidemiologica riscontrata.

      Per il 2013 sono state individuate 3 aree geografiche distinte (Fig. 1):
      • A. Area con Circolazione Virale (ACV), è l’area che è stata interessata dalla circolazione del West Nile virus (WNV) dal 2008 al 2012;
      • B. Area di sorveglianza Esterna alla ACV (AE), è l’area estesa per un raggio di 20 km intorno ai casi verificatisi nelle zone più esterne dell’ACV. È stato incluso nell’AE anche il territorio dei comuni precedentemente inclusi in ACV e non interessati dalla circolazione virale nel corso dei due anni precedenti. Nella Regione Sardegna l’AE comprende tutto il territorio regionale non incluso nell’ACV;
      • C. Otto Aree a Rischio (AR) l’estensione di tali aree è stata ridefinita sulla base dei focolai e delle evidenze di circolazione virale del 2012.
      (...)


      2*Situazione epidemiologica - Uomo, Animali -

      Al 12/09/2013 sono stati segnalati 23 casi confermati di malattia neuro invasiva da West Nile virus (WNND) nelle regioni Veneto, Emilia-Romagna e Lombardia. Due dei casi confermati sono deceduti.

      Le attività di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare 19 casi di febbre da WNV nella regione Veneto (9 casi) ed Emilia Romagna (10).


      Tabella 1. Distribuzione dei casi confermati di WNND per provincia

      [Regione - Provincia - N. casi WNND]
      • Lombardia
        • Mantova – 4
      • Veneto
        • Rovigo – 5
        • Padova – 1
      • Emilia-Romagna
        • Bologna – 1
        • Ferrara – 5
        • Modena – 4
        • Reggio Emilia – 3
      • Totale – 23
      Fonte: Reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute
      _____

      Il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) ha confermato la circolazione del virus sul territorio nazionale.
      Tre focolai clinici sono stati confermati nelle regioni Emilia Romagna e Lombardia.

      Cinquantotto pool di Culex pipiens, distribuiti nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, e 28 uccelli nella regione Emilia Romagna, sono risultati positivi agli accertamenti diagnostici per la ricerca del genoma virale.

      Le analisi condotte hanno confermato l’appartenenza del West Nile virus (WNv) circolante al lineage II.


      3*Sorveglianza equidi

      La sorveglianza negli equidi è effettuata tramite l’esame periodico di equidi sentinella, controlli a campione su equidi stanziali e verifica di casi sospetti di WND.

      Al 12/09/2013 il CESME ha confermato 3 focolai clinici nelle regioni Emilia Romagna e Lombardia. Le analisi filogenetiche condotte su campioni di organi di un cavallo abbattuto hanno consentito di definire l’appartenenza del ceppo al WND-lineage II.

      (...)


      4*Sorveglianza uccelli sinantropici

      La sorveglianza sugli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio è effettuata per evidenziare precocemente la circolazione virale.

      Appartengono alle specie bersaglio:
      • Gazza (Pica pica)
      • Cornacchia grigia (Corvus corone cornix)
      • Ghiandaia (Garrulus glandarius)
      Al 12/09/2013 il CESME ha confermato 6 positività alla PCR per WND lineage II, su organi di 6 gazze catturate nella regione Emilia Romagna.

      (...)


      5*Sorveglianza avicoli

      La sorveglianza negli allevamenti avicoli o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella è effettuata in alternativa alla sorveglianza sulle specie sinantropiche.

      Al 12/09/2013 il CESME non ha confermato focolai.


      6*Sorveglianza entomologica

      L’attività entomologica ha lo scopo di identificare il periodo a rischio per la trasmissione vettoriale attraverso la determinazione della composizione della fauna culicidica, l’individuazione delle specie di zanzare responsabili della trasmissione del WNV sia nel ciclo enzootico che epizootico della malattia, la valutazione dell’overwintering.

      Al 12/09/2013 sono state confermate 58 positività alla PCR per WND, di cui 53 appartenenti a WND-lineage II, in 58 pool di zanzare catturate nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna.

      Le zanzare risultate positive appartengono alla specie Culex pipiens.

      (...)


      7*Sorveglianza mortalità uccelli selvatici

      La sorveglianza sulla mortalità negli uccelli selvatici si effettua su tutto il territorio nazionale. In tale tipo di sorveglianza rientrano anche gli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio trovate morte in aree non da piano.

      Al 12/09/2013 il CESME ha confermato 22 positività alla PCR per WND lineage II, su organi di 22 uccelli catturate nella regione Emilia Romagna.

      (...)


      8*Definizione di caso negli equidi

      La definizione di caso sospetto di WND è stabilita dall’Ordinanza del 4 agosto 2011: “Equide che, nel periodo di attività dei vettori, presenta atassia locomotoria o morte improvvisa in zona a rischio oppure almeno due dei seguenti sintomi:
      • movimenti in circolo;
      • incapacità a mantenere la stazione quadrupedale;
      • paralisi/paresi agli arti;
      • fascicolazioni muscolari;
      • deficit propriocettivi.
      Tali sintomi possono essere accompagnati da:
      • debolezza degli arti posteriori;
      • cecità;
      • ptosi del labbro inferiore, o paresi dei muscoli labiali o facciali;
      • digrignamento dei denti.
      Deve essere considerato come sospetto di encefalomielite di tipo West Nile anche un risultato sierologico positivo in assenza di sintomatologia clinica.


      Conferma del sospetto

      La conferma del sospetto diagnostico avviene quando i campioni prelevati dall’equide sospetto risultano positivi ad un esame di laboratorio di conferma effettuato dal CESME.


      9*Comuni interessati da circolazione virale negli animali nel 2013

      Tabella 6. Comuni interessati da circolazione virale negli animali 2013

      [Regione - Provincia - Comune - Equidi - Zanzare - Uccelli]
      • Veneto
        • Venezia
          • Jesolo - ... - x – ...
        • Verona
          • Casaleone - ... - x – ...
          • Erbè - ... - x – ...
        • Rovigo
          • Ceneselli - ... - x – ...
          • Ficarolo - ... - x – ...
      • Lombardia
        • Cremona
          • Soresina - ... - x – ...
          • Palazzo Pignano - x - ... – ...
        • Modena
          • Mirandola - ... - x – ...
          • Nonantola - ... - x – ...
          • Finale Emilia - ... - x – ...
          • Concordia sulla Secchia - ... - x – ...
          • San Possidonio - ... - x – ...
          • Carpi - ... - x – ...
          • Modena - ... - x – ...
          • Ravarino - ... - ... – x
        • Bologna
          • San Giorgio di Piano - ... - ... – x
          • San Giovanni in Persiceto - ... - x – ...
          • San Pietro in Casale - ... - x – ...
          • Crevalcore - ... - x – ...
        • Reggio Emilia
          • Campegine - ... - x – ...
          • Fabbrico - ... - x – ...
          • San Martino in Rio - ... - x – ...
          • Novellara - ... - x – x
          • Bagnolo in Piano - ... - x – ...
        • Ferrara
          • Cento - ... - ... – x
          • Ferrara - ... - x – x
          • Mirabello - ... - ... – x
          • Ostellato - ... - x – x
          • Poggio Renatico - ... - x – x
          • Berra - ... - x – ...
          • Bondeno - ... - x – ...
          • Massa Fiscaglia - ... - x – ...
          • Sant'agostino - ... - x – ...
        • Parma
          • Roccabianca - ... - x – ...
          • Colorno - x - ... – ...
          • Torrile - ... - x – ...
          • San Secondo parmese - x - ... – ...
        • Piacenza
          • Castelvetro Piacentino - ... - ... – x
        • Ravenna
          • Lugo - ... - x – ...
      -
      -------

      Comment


      • #4
        Bollettino epidemiologico WND, 19 settembre 2013 (IZS Teramo, estratto): 46 casi umani WNV (24 WNND, 3 decessi - 22 WNF)

        [Fonte: IZS Teramo, documento PDF completo: (LINK). Estratto.]


        Bollettino epidemiologico WND, 19 settembre 2013

        West Nile Disease in Italia nel 2013


        1*Introduzione

        Ai sensi del Provvedimento del 13 luglio 2012 (G.U. Serie Generale n. 311 del 10 settembre 2012) e aggiornamenti, la sorveglianza nei confronti della West Nile Disease (WND) si basa sulle seguenti componenti:
        1. sorveglianza su uccelli stanziali di specie “sinantropiche”. In caso di mancato raggiungimento del 50% delle attività previste, è possibile, in alternativa, attuare la sorveglianza su allevamenti avicoli rurali o all’aperto o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella;
        2. sorveglianza negli equidi
        3. sorveglianza entomologica
        4. sorveglianza dell’avifauna selvatica di specie migratorie.
        Le modalità di attuazione delle 4 componenti differiscono a seconda della situazione epidemiologica riscontrata.

        Per il 2013 sono state individuate 3 aree geografiche distinte (Fig. 1):
        • A. Area con Circolazione Virale (ACV), è l’area che è stata interessata dalla circolazione del West Nile virus (WNV) dal 2008 al 2012;
        • B. Area di sorveglianza Esterna alla ACV (AE), è l’area estesa per un raggio di 20 km intorno ai casi verificatisi nelle zone più esterne dell’ACV. È stato incluso nell’AE anche il territorio dei comuni precedentemente inclusi in ACV e non interessati dalla circolazione virale nel corso dei due anni precedenti. Nella Regione Sardegna l’AE comprende tutto il territorio regionale non incluso nell’ACV;
        • C. Otto Aree a Rischio (AR) l’estensione di tali aree è stata ridefinita sulla base dei focolai e delle evidenze di circolazione virale del 2012
        (...)


        2*Situazione epidemiologica - Uomo, Animali -

        Al 19/09/2013 sono stati segnalati 24 casi confermati di malattia neuro invasiva da West Nile virus (WNND) nelle regioni Veneto, Emilia-Romagna e Lombardia. La data insorgenza sintomi dei casi va dal 21 luglio al 6 settembre 2013. Tre dei casi confermati sono deceduti.

        Le attività di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare 22 casi di febbre da WNV nella regione Veneto (9 casi) ed Emilia Romagna (13).


        Tabella 1. Distribuzione dei casi confermati di WNND per provincia

        [Regione - Provincia - N. casi WNND]
        • Lombardia
          • Cremona – 1
          • Mantova – 4
        • Veneto
          • Rovigo – 5
          • Padova – 1
        • Emilia-Romagna
          • Bologna – 1
          • Ferrara – 5
          • Modena – 4
          • Reggio Emilia – 3
        • Totale – 24
        Fonte: Reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute
        ____

        Il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) ha confermato la circolazione del virus sul territorio nazionale.

        Tre focolai clinici sono stati confermati nelle regioni Emilia Romagna e Lombardia.

        Sessantotto pool di Culex pipiens, distribuiti nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna e 28 uccelli nella regione Emilia Romagna, sono risultati positivi agli accertamenti diagnostici per la ricerca del genoma virale.

        Le analisi condotte su equidi e uccelli hanno confermato l’appartenenza del West Nile virus (WNv) circolante al lineage 2 e sulle zanzare al WNv lineage 1 e lineage 2.


        3*Sorveglianza equidi

        La sorveglianza negli equidi è effettuata tramite l’esame periodico di equidi sentinella, controlli a campione su equidi stanziali e verifica di casi sospetti di WND.

        Al 19/09/2013 il CESME ha confermato 3 focolai clinici nelle regioni Emilia Romagna e Lombardia. Le analisi filogenetiche condotte su campioni di organi di un cavallo abbattuto hanno consentito di definire l’appartenenza del ceppo al WND-lineage 2.

        (...)


        4*Sorveglianza uccelli sinantropici

        La sorveglianza sugli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio è effettuata per evidenziare precocemente la circolazione virale.

        Appartengono alle specie bersaglio:
        • Gazza (Pica pica)
        • Cornacchia grigia (Corvus corone cornix)
        • Ghiandaia (Garrulus glandarius)
        Al 19/09/2013 il CESME ha confermato 6 positività alla PCR per WND lineage 2, su organi di 6 gazze catturate nella regione Emilia Romagna.

        (...)


        5*Sorveglianza avicoli

        La sorveglianza negli allevamenti avicoli o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella è effettuata in alternativa alla sorveglianza sulle specie sinantropiche.

        Al 19/09/2013 il CESME non ha confermato focolai.


        6*Sorveglianza entomologica

        L’attività entomologica ha lo scopo di identificare il periodo a rischio per la trasmissione vettoriale attraverso la determinazione della composizione della fauna culicidica, l’individuazione delle specie di zanzare responsabili della trasmissione del WNV sia nel ciclo enzootico che epizootico della malattia, la valutazione dell’overwintering.

        Al 19/09/2013 sono state confermate 86 positività alla PCR per WND, di cui 78 appartenenti a WND-lineage 2 e 1 a WND-lineage 1, in 86 pool di zanzare catturate nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna.

        Le zanzare risultate positive appartengono alla specie Culex pipiens.

        (...)


        7*Sorveglianza mortalità uccelli selvatici

        La sorveglianza sulla mortalità negli uccelli selvatici si effettua su tutto il territorio nazionale. In tale tipo di sorveglianza rientrano anche gli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio trovate morte in aree non da piano.

        Al 19/09/2013 il CESME ha confermato 22 positività alla PCR per WND lineage 2, su organi di 22 uccelli catturate nella regione Emilia Romagna.

        (...)


        8*Definizione di caso negli equidi

        La definizione di caso sospetto di WND è stabilita dall’Ordinanza del 4 agosto 2011: “Equide che, nel periodo di attività dei vettori, presenta atassia locomotoria o morte improvvisa in zona a rischio oppure almeno due dei seguenti sintomi:
        • movimenti in circolo;
        • incapacità a mantenere la stazione quadrupedale;
        • paralisi/paresi agli arti;
        • fascicolazioni muscolari;
        • deficit propriocettivi.
        Tali sintomi possono essere accompagnati da:
        • debolezza degli arti posteriori;
        • cecità;
        • ptosi del labbro inferiore, o paresi dei muscoli labiali o facciali;
        • digrignamento dei denti.
        Deve essere considerato come sospetto di encefalomielite di tipo West Nile anche un risultato sierologico positivo in assenza di sintomatologia clinica.

        Conferma del sospetto

        La conferma del sospetto diagnostico avviene quando i campioni prelevati dall’equide sospetto risultano positivi ad un esame di laboratorio di conferma effettuato dal CESME.


        9*Comuni interessati da circolazione virale negli animali nel 2013

        Tabella 6. Comuni interessati da circolazione virale negli animali 2013

        [Regione - Provincia - Comune - Equidi - Zanzare - Uccelli]
        • Veneto
          • Venezia
            • Jesolo - ... - x – ...
          • Verona
            • Casaleone - ... - x – ...
            • Nogarole Rocca - ... - ... – ...
            • Erbè - ... - x – ...
          • Rovigo
            • Ariano nel Polesine - ... - x – ...
            • Ceneselli - ... - x – ...
            • Castelnovo Bariano - ... - x – ...
            • Occhiobello - ... - x – ...
            • Papozze - ... - x – ...
            • Trecenta - ... - x – ...
            • Ficarolo - ... - x – ...
        • Lombardia
          • Cremona
            • Soresina - ... - x – ...
            • Palazzo Pignano - x - ... – ...
        • Emilia-Romagna
          • Modena
            • Mirandola - ... - x – ...
            • Nonantola - ... - x – ...
            • Finale Emilia - ... - x – ...
            • Concordia sulla Secchia - ... - x – ...
            • San Possidonio - ... - x – ...
            • Carpi - ... - x – ...
            • Modena - ... - x – ...
            • Ravarino - ... - ... – x
          • Bologna
            • San Giorgio di Piano - ... - ... – x
            • San Giovanni in Persiceto - ... - x – ...
            • San Pietro in Casale - ... - x – ...
            • Crevalcore - ... - x – ...
          • Reggio Emilia
            • Campegine - ... - x – ...
            • Fabbrico - ... - x – ...
            • San Martino in Rio - ... - x – ...
            • Novellara - ... - x – x
            • Bagnolo in Piano - ... - x – ...
          • Ferrara
            • Cento - ... - ... – x
            • Ferrara - ... - x – x
            • Mirabello - ... - ... – x
            • Ostellato - ... - x – x
            • Poggio Renatico - ... - x – x
            • Berra - ... - x – ...
            • Bondeno - ... - x – ...
            • Massa Fiscaglia - ... - x – ...
            • Sant'agostino - ... - x – ...
          • Parma
            • Roccabianca - ... - x – ...
            • Colorno - x - ... – ...
            • Torrile - ... - x – ...
            • San Secondo parmese - x - ... – ...
          • Piacenza
            • Castelvetro Piacentino - ... - ... – x
          • Ravenna
            • Lugo - ... - x – ...
        -
        -------

        Comment


        • #5
          Bollettino epidemiologico WND, 26 settembre 2013, n. 7 (IZS Teramo): 59 casi umani: 33 Wnnd (3 decessi), 26 Wnv

          [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Teramo, documento PDF completo: (LINK). Estratti.]


          Bollettino epidemiologico WND, 26 settembre 2013, n. 7

          West Nile Disease in Italia nel 2013


          1*Introduzione

          Ai sensi del Provvedimento del 13 luglio 2012 (G.U. Serie Generale n. 311 del 10 settembre 2012) e aggiornamenti, la sorveglianza nei confronti della West Nile Disease (WND) si basa sulle seguenti componenti:
          1. sorveglianza su uccelli stanziali di specie “sinantropiche”. In caso di mancato raggiungimento del 50% delle attività previste, è possibile, in alternativa, attuare la sorveglianza su allevamenti avicoli rurali o all’aperto o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella;
          2. sorveglianza negli equidi
          3. sorveglianza entomologica
          4. sorveglianza dell’avifauna selvatica di specie migratorie.
          Le modalità di attuazione delle 4 componenti differiscono a seconda della situazione epidemiologica riscontrata.

          Per il 2013 sono state individuate 3 aree geografiche distinte (Fig. 1):
          • A. Area con Circolazione Virale (ACV), è l’area che è stata interessata dalla circolazione del West Nile virus (WNV) dal 2008 al 2012;
          • B. Area di sorveglianza Esterna alla ACV (AE), è l’area estesa per un raggio di 20 km intorno ai casi verificatisi nelle zone più esterne dell’ACV. È stato incluso nell’AE anche il territorio dei comuni precedentemente inclusi in ACV e non interessati dalla circolazione virale nel corso dei due anni precedenti. Nella Regione Sardegna l’AE comprende tutto il territorio regionale non incluso nell’ACV;
          • C. Otto Aree a Rischio (AR) l’estensione di tali aree è stata ridefinita sulla base dei focolai e delle evidenze di circolazione virale del 2012.
          (...)


          2*Situazione epidemiologica: Uomo, Animali

          Al 26/09/2013 sono stati segnalati nell’uomo 33 casi confermati di malattia neuro invasiva da West Nile virus (WNND) nelle regioni Veneto, Emilia-Romagna e Lombardia. La data di insorgenza sintomi dei casi va dal 21 luglio al 15 settembre 2013. Tre dei casi confermati sono deceduti.

          Le attività di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare 26 casi di febbre da WNV nella regione Veneto (11 casi) ed Emilia Romagna (15).


          Tabella 1. Distribuzione dei casi confermati di WNND per provincia

          [Regione - Provincia - N. casi WNND]
          • Lombardia
            • Cremona – 2
            • Mantova – 5
          • Veneto
            • Rovigo – 5
            • Treviso – 3
            • Venezia – 2
            • Padova – 1
          • Emilia-Romagna
            • Bologna – 1
            • Ferrara – 5
            • Modena – 4
            • Parma – 1
            • Reggio Emilia – 4
          • Totale – 33
          Fonte: Reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute
          _____

          Il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) ha confermato 4 focolai negli equidi nelle regioni Emilia Romagna , Lombardia e Veneto. Inoltre 98 pool di Culex pipiens, distribuiti nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna e 28 uccelli nella regione Emilia Romagna, sono risultati positivi agli accertamenti diagnostici per la ricerca del genoma virale.

          Le analisi condotte su equidi e uccelli hanno confermato la circolazione sul territorio nazionale del lineage 1 e 2, per maggior informazioni si rimanda ai paragrafi di dettaglio.


          3*Sorveglianza equidi

          La sorveglianza negli equidi è effettuata tramite l’esame periodico di equidi sentinella, controlli a campione su equidi stanziali e verifica di casi sospetti di WND.

          Al 26/09/2013 il CESME ha confermato 4 focolai nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto. Le analisi filogenetiche condotte su campioni di organi di un cavallo abbattuto in provincia di Parma hanno consentito di definire l’appartenenza del ceppo al WND-lineage 2.

          (...)


          4*Sorveglianza uccelli sinantropici

          La sorveglianza sugli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio è effettuata per evidenziare precocemente la circolazione virale.

          Appartengono alle specie bersaglio:
          • Gazza (Pica pica)
          • Cornacchia grigia (Corvus corone cornix)
          • Ghiandaia (Garrulus glandarius)
          Al 26/09/2013 il CESME ha confermato 6 positività alla PCR per WND lineage 2, su organi di 6 gazze catturate nella regione Emilia Romagna.

          (...)


          5*Sorveglianza avicoli

          La sorveglianza negli allevamenti avicoli o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella è effettuata in alternativa alla sorveglianza sulle specie sinantropiche.

          Al 26/09/2013 il CESME non ha confermato focolai.


          6*Sorveglianza entomologica

          L’attività entomologica ha lo scopo di identificare il periodo a rischio per la trasmissione vettoriale attraverso la determinazione della composizione della fauna culicidica, l’individuazione delle specie di zanzare responsabili della trasmissione del WNV sia nel ciclo enzootico che epizootico della malattia, la valutazione dell’overwintering.

          Al 26/09/2013 la presenza del genoma virale è stata confermata mediante PCR per WND in 99 pool di zanzare catturate nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna.

          Le analisi condotte hanno dimostrato l’appartenenza del ceppo virale al WND-lineage 2 in tutte le province coinvolte da positività entomologiche ad eccezione della provincia di Rovigo che risulta interessata dalla contemporaneamente circolazione del WND-lineage 1 e WND-lineage 2.

          Le zanzare risultate positive appartengono alla specie Culex pipiens.

          (...)


          7*Sorveglianza mortalità uccelli selvatici

          La sorveglianza sulla mortalità negli uccelli selvatici si effettua su tutto il territorio nazionale. In tale tipo di sorveglianza rientrano anche gli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio trovate morte in aree non da piano.

          Al 26/09/2013 il CESME ha confermato 22 positività alla PCR per WND lineage 2, su organi di 22 uccelli catturate nella regione Emilia Romagna.

          (...)


          8*Definizione di caso negli equidi

          La definizione di caso sospetto di WND è stabilita dall’Ordinanza del 4 agosto 2011: “Equide che, nel periodo di attività dei vettori, presenta atassia locomotoria o morte improvvisa in zona a rischio oppure almeno due dei seguenti sintomi:
          • movimenti in circolo;
          • incapacità a mantenere la stazione quadrupedale;
          • paralisi/paresi agli arti;
          • fascicolazioni muscolari;
          • deficit propriocettivi.
          Tali sintomi possono essere accompagnati da:
          • debolezza degli arti posteriori;
          • cecità;
          • ptosi del labbro inferiore, o paresi dei muscoli labiali o facciali;
          • digrignamento dei denti.
          Deve essere considerato come sospetto di encefalomielite di tipo West Nile anche un risultato sierologico positivo in assenza di sintomatologia clinica.

          Conferma del sospetto

          La conferma del sospetto diagnostico avviene quando i campioni prelevati dall’equide sospetto risultano positivi ad un esame di laboratorio di conferma effettuato dal CESME.


          9*Comuni interessati da circolazione virale negli animali nel 2013

          Tabella 6. Comuni interessati da circolazione virale negli animali 2013

          [Regione - Provincia - Comune: Equidi - Zanzare - Uccelli]
          • Veneto
            • Venezia
              • Jesolo - ... - x – ...
            • Verona
              • Casaleone - ... - x – ...
              • Nogarole Rocca - ... - ... – ...
              • Erbè - ... - x – ...
            • Rovigo
              • Ariano nel Polesine - ... - x – ...
              • Ceneselli - ... - x – ...
              • Castelnovo Bariano - ... - x – ...
              • Occhiobello - ... - x – ...
              • Papozze - ... - x – ...
              • Trecenta - ... - x – ...
              • Ficarolo - ... - x – ...
            • Padova
              • Bagnoli Di Sopra - x - ... – ...
          • Lombardia
            • Cremona
              • Soresina - ... - x – ...
              • Palazzo Pignano - x - ... – ...
          • Emilia-Romagna
            • Modena
              • Mirandola - ... - x – ...
              • Nonantola - ... - x – ...
              • Finale Emilia - ... - x – ...
              • Concordia sulla Secchia - ... - x – ...
              • San Possidonio - ... - x – ...
              • Carpi - ... - x – ...
              • Modena - ... - x – ...
              • Ravarino - ... - ... – x
            • Bologna
              • San Giorgio di Piano - ... - ... – x
              • San Giovanni in Persiceto - ... - x – ...
              • San Pietro in Casale - ... - x – ...
              • Crevalcore - ... - x – ...
            • Reggio Emilia
              • Campegine - ... - x – ...
              • Fabbrico - ... - x – ...
              • San Martino in Rio - ... - x – ...
              • Novellara - ... - x – x
              • Bagnolo in Piano - ... - x – ...
            • Ferrara
              • Cento - ... - ... – x
              • Ferrara - ... - x – x
              • Mirabello - ... - ... – x
              • Ostellato - ... - x – x
              • Poggio Renatico - ... - x – x
              • Berra - ... - x – ...
              • Bondeno - ... - x – ...
              • Massa Fiscaglia - ... - x – ...
              • Sant'agostino - ... - x – ...
              • Copraro - ... - x – ...
              • Jolanda di Savoia - ... - x – ...
              • Ro - ... - x – ...
            • Parma
              • Roccabianca - ... - x – ...
              • Colorno - x - ... – ...
              • Torrile - ... - x – ...
              • San Secondo parmese - x - ... – ...
            • Piacenza
              • Castelvetro Piacentino - ... - x – x
              • Coarso - ... - x – ...
            • Ravenna
              • Lugo - ... - x – ...
          -
          ------

          Comment


          • #6
            Bollettino epidemiologico WND, 3 ottobre 2013, n. 8: 61 casi umani (35 Wnnd, 26 Wnv) (IZS Teramo, estratto)

            [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Teramo, documento PDF completo: (LINK). Estratto.]


            Bollettino epidemiologico WND, 3 ottobre 2013, n. 8: 61 casi umani (35 Wnnd, 26 Wnv)

            West Nile Disease in Italia nel 2013


            1*Introduzione

            Ai sensi del Provvedimento del 13 luglio 2012 (G.U. Serie Generale n. 311 del 10 settembre 2012) e aggiornamenti, la sorveglianza nei confronti della West Nile Disease (WND) si basa sulle seguenti componenti:
            1. sorveglianza su uccelli stanziali di specie “sinantropiche”. In caso di mancato raggiungimento del 50% delle attività previste, è possibile, in alternativa, attuare la sorveglianza su allevamenti avicoli rurali o all’aperto o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella;
            2. sorveglianza negli equidi
            3. sorveglianza entomologica
            4. sorveglianza dell’avifauna selvatica di specie migratorie.

            Le modalità di attuazione delle 4 componenti differiscono a seconda della situazione epidemiologica riscontrata.

            Per il 2013 sono state individuate 3 aree geografiche distinte (Fig. 1):
            • A. Area con Circolazione Virale (ACV), è l’area che è stata interessata dalla circolazione del West Nile virus (WNV) dal 2008 al 2012;
            • B. Area di sorveglianza Esterna alla ACV (AE), è l’area estesa per un raggio di 20 km intorno ai casi verificatisi nelle zone più esterne dell’ACV. È stato incluso nell’AE anche il territorio dei comuni precedentemente inclusi in ACV e non interessati dalla circolazione virale nel corso dei due anni precedenti. Nella Regione Sardegna l’AE comprende tutto il territorio regionale non incluso nell’ACV;
            • C. Otto Aree a Rischio (AR) l’estensione di tali aree è stata ridefinita sulla base dei focolai e delle evidenze di circolazione virale del 2012.

            (...)


            2*Situazione epidemiologica: Uomo, Animali

            Al 3/10/2013 sono stati segnalati nell’uomo 35 casi confermati di malattia neuro invasiva da West Nile virus (WNND) nelle regioni Veneto, Emilia-Romagna e Lombardia.

            La data di insorgenza sintomi dei casi va dal 21 luglio al 15 settembre 2013.

            Tre dei casi confermati sono deceduti.

            Le attività di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare 26 casi di febbre da WNV nella regione Veneto (11 casi) ed Emilia Romagna (15).


            Tabella 1. Distribuzione dei casi confermati di WNND per provincia

            [Regione - Provincia - N. casi WNND]
            • Lombardia
              • Cremona – 2
              • Mantova – 5

            • Puglia
              • Foggia – 1

            • Veneto
              • Rovigo – 5
              • Treviso – 3
              • Venezia – 2
              • Padova – 1

            • Emilia-Romagna
              • Bologna – 1
              • Ferrara – 5
              • Modena – 5
              • Parma – 1
              • Reggio Emilia – 4

            • Totale – 35

            Fonte: Reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute (http://www.epicentro.iss.it/problemi/westNile/bollettino.asp )

            Il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) ha confermato 21 focolai negli equidi nelle regioni Emilia Romagna , Lombardia e Veneto. Inoltre 105 pool di Culex pipiens, distribuiti nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna e 34 uccelli nella regione Emilia Romagna, sono risultati positivi agli accertamenti diagnostici per la ricerca del genoma virale.

            Le analisi condotte su equidi e uccelli hanno confermato la circolazione sul territorio nazionale del lineage 1 e 2, per maggior informazioni si rimanda ai paragrafi di dettaglio.


            3*Sorveglianza equidi

            La sorveglianza negli equidi è effettuata tramite l’esame periodico di equidi sentinella, controlli a campione su equidi stanziali e verifica di casi sospetti di WND.

            Al 3/10/2013 il CESME ha confermato 21 focolai, di cui 7 clinici, nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto. Le analisi filogenetiche condotte su campioni di organi di un cavallo abbattuto in provincia di Parma hanno consentito di definire l’appartenenza del ceppo al WND-lineage 2.

            (...)


            4*Sorveglianza uccelli sinantropici

            La sorveglianza sugli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio è effettuata per evidenziare precocemente la circolazione virale.

            Appartengono alle specie bersaglio:
            • Gazza (Pica pica)
            • Cornacchia grigia (Corvus corone cornix)
            • Ghiandaia (Garrulus glandarius)

            Al 3/10/2013 il CESME ha confermato 6 positività alla PCR per WND lineage 2, su organi di 6 gazze catturate nella regione Emilia Romagna.

            (...)


            5*Sorveglianza avicoli

            La sorveglianza negli allevamenti avicoli o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella è effettuata in alternativa alla sorveglianza sulle specie sinantropiche.

            Al 3/10/2013 il CESME non ha confermato focolai.


            6*Sorveglianza entomologica

            L’attività entomologica ha lo scopo di identificare il periodo a rischio per la trasmissione vettoriale attraverso la determinazione della composizione della fauna culicidica, l’individuazione delle specie di zanzare responsabili della trasmissione del WNV sia nel ciclo enzootico che epizootico della malattia, la valutazione dell’overwintering.

            Al 3/10/2013 la presenza del genoma virale è stata confermata mediante PCR per WND in 105 pool di zanzare catturate nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna.

            Le analisi condotte hanno dimostrato l’appartenenza del ceppo virale al WND-lineage 2 in tutte le province coinvolte da positività entomologiche ad eccezione della provincia di Rovigo che risulta interessata dalla contemporaneamente circolazione del WND-lineage 1 e WND-lineage 2.

            Le zanzare risultate positive appartengono alla specie Culex pipiens.

            (...)


            7*Sorveglianza mortalità uccelli selvatici

            La sorveglianza sulla mortalità negli uccelli selvatici si effettua su tutto il territorio nazionale. In tale tipo di sorveglianza rientrano anche gli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio trovate morte in aree non da piano.

            Al 3/10/2013 il CESME ha confermato 28 positività alla PCR per WND su organi di uccelli catturati nella regione Emilia Romagna.

            Le analisi condotte hanno dimostrato l’appartenenza del ceppo virale al WND-lineage 2 in tutte le province coinvolte da positività ornitologiche.

            (...)


            8*Definizione di caso negli equidi

            La definizione di caso sospetto di WND è stabilita dall’Ordinanza del 4 agosto 2011: “Equide che, nel periodo di attività dei vettori, presenta atassia locomotoria o morte improvvisa in zona a rischio oppure almeno due dei seguenti sintomi:
            • movimenti in circolo;
            • incapacità a mantenere la stazione quadrupedale;
            • paralisi/paresi agli arti;
            • fascicolazioni muscolari;
            • deficit propriocettivi.

            Tali sintomi possono essere accompagnati da:
            • debolezza degli arti posteriori;
            • cecità;
            • ptosi del labbro inferiore, o paresi dei muscoli labiali o facciali;
            • digrignamento dei denti.

            Deve essere considerato come sospetto di encefalomielite di tipo West Nile anche un risultato sierologico positivo in assenza di sintomatologia clinica.

            Conferma del sospetto

            La conferma del sospetto diagnostico avviene quando i campioni prelevati dall’equide sospetto risultano positivi ad un esame di laboratorio di conferma effettuato dal CESME.


            9*Comuni interessati da circolazione virale negli animali nel 2013

            Tabella 6. Comuni interessati da circolazione virale negli animali 2013

            [Regione - Provincia - Comune: Equidi - Zanzare - Uccelli]
            • Veneto
              • Venezia
                • Jesolo - ... - x – ...

              • Verona
                • Casaleone - x - x – ...
                • Nogarole Rocca - ... - ... – ...
                • Erbè - x - x – ...
                • Sanguinetto - x - ... – ...
                • Ronco all'Adige - ... - x – ...

              • Rovigo
                • Ariano nel Polesine - ... - x – ...
                • Ceneselli - x - x – ...
                • Castelnovo Bariano - ... - x – ...
                • Occhiobello - ... - x – ...
                • Papozze - ... - x – ...
                • Trecenta - ... - x – ...
                • Ficarolo - x - x – ...
                • Gaiba - x - ... – ...
                • Salara - x - ... – ...
                • Calto - x - ... – ...

              • Padova
                • Bagnoli Di Sopra - x - ... – ...

            • Lombardia
              • Cremona
                • Soresina - ... - x – ...
                • Palazzo Pignano - x - ... – ...

              • Mantova
                • Revere - x - ... – ...

              • Modena
                • Mirandola - ... - x – ...
                • Nonantola - ... - x – ...
                • Finale Emilia - ... - x – ...
                • Concordia sulla Secchia - ... - x – ...
                • San Possidonio - ... - x – ...
                • Carpi - ... - x – ...
                • Modena - x - x – ...
                • Ravarino - ... - ... – x

              • Bologna
                • San Giorgio di Piano - ... - ... – x
                • San Giovanni in Persiceto - ... - x – ...
                • San Pietro in Casale - ... - x – ...
                • Crevalcore - ... - x – ...

              • Reggio Emilia
                • Campegine - ... - x – ...
                • Fabbrico - ... - x – ...
                • San Martino in Rio - ... - x – ...
                • Novellara - ... - x – x
                • Bagnolo in Piano - ... - x – ...
                • Albinea - x - ... – ...

              • Ferrara
                • Cento - ... - ... – x
                • Ferrara - ... - x – x
                • Mirabello - ... - ... – x
                • Ostellato - ... - x – x
                • Poggio Renatico - ... - x – x
                • Berra - ... - x – ...
                • Bondeno - ... - x – ...
                • Massa Fiscaglia - ... - x – ...
                • Sant'agostino - ... - x – ...
                • Copraro - ... - x – ...
                • Jolanda di Savoia - ... - x – ...
                • Ro - ... - x – ...
                • Mesola - ... - x – ...
                • Argenta - ... - x – ...
                • Formignana - ... - x – ...

              • Parma
                • Roccabianca - ... - x – ...
                • Colorno - x - ... – ...
                • Torrile - ... - x – ...
                • San Secondo parmese - x - ... – ...
                • Sissa - x - ... – ...

              • Piacenza
                • Castelvetro Piacentino - ... - x – x
                • Coarso - ... - x – ...
                • Calendasco - ... - x – ...

              • Ravenna
                • Lugo - ... - x – ...

            -
            ------

            Comment


            • #7
              Bollettino epidemiologico WND, 10 ottobre 2013, n. 9, IZS Teramo: 66 casi umani (37 Wnnd - 3 morti, 29 Wnv)

              [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Teramo, documento PDF completo: (LINK). Estratto.]


              Bollettino epidemiologico WND, 10 ottobre 2013, n. 9

              West Nile Disease in Italia nel 2013


              1*Introduzione

              Ai sensi del Provvedimento del 13 luglio 2012 (G.U. Serie Generale n. 311 del 10 settembre 2012) e aggiornamenti, la sorveglianza nei confronti della West Nile Disease (WND) si basa sulle seguenti componenti:
              1. sorveglianza su uccelli stanziali di specie “sinantropiche”. In caso di mancato raggiungimento del 50% delle attività previste, è possibile, in alternativa, attuare la sorveglianza su allevamenti avicoli rurali o all’aperto o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella;
              2. sorveglianza negli equidi
              3. sorveglianza entomologica
              4. sorveglianza dell’avifauna selvatica di specie migratorie.

              Le modalità di attuazione delle 4 componenti differiscono a seconda della situazione epidemiologica riscontrata.

              Per il 2013 sono state individuate 3 aree geografiche distinte (Fig. 1):
              • A. Area con Circolazione Virale (ACV), è l’area che è stata interessata dalla circolazione del West Nile virus (WNV) dal 2008 al 2012;
              • B. Area di sorveglianza Esterna alla ACV (AE), è l’area estesa per un raggio di 20 km intorno ai casi verificatisi nelle zone più esterne dell’ACV. È stato incluso nell’AE anche il territorio dei comuni precedentemente inclusi in ACV e non interessati dalla circolazione virale nel corso dei due anni precedenti. Nella Regione Sardegna l’AE comprende tutto il territorio regionale non incluso nell’ACV;
              • C. Otto Aree a Rischio (AR) l’estensione di tali aree è stata ridefinita sulla base dei focolai e delle evidenze di circolazione virale del 2012.



              2*Situazione epidemiologica: Uomo, Animali

              Al 10/10/2013 sono stati segnalati nell’uomo 37 casi confermati di malattia neuro invasiva da West Nile virus (WNND) nelle regioni Veneto, Emilia-Romagna, Lombardia e Puglia. La data di insorgenza sintomi dei casi va dal 21 luglio al 21 settembre 2013.

              Tre dei casi confermati sono deceduti.

              Le attività di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare 29 casi di febbre da WNV nella regione Veneto (12 casi) , Emilia Romagna (16 casi) e Lombardia (1 caso).


              Tabella 1. Distribuzione dei casi confermati di WNND per provincia

              [Regione - Provincia - N. casi WNND]
              • Lombardia
                • Cremona – 2
                • Mantova – 5
                • Lodi – 1
                • Bresscia – 1

              • Puglia
                • Foggia – 1

              • Veneto
                • Rovigo – 5
                • Treviso – 3
                • Venezia – 2
                • Padova – 1

              • Emilia-Romagna
                • Bologna – 1
                • Ferrara – 5
                • Modena – 5
                • Parma – 1
                • Reggio Emilia – 4

              • Totale – 37

              Fonte: Reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute (http://www.epicentro.iss.it/problemi/westNile/bollettino.asp )
              __

              Il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) ha confermato 22 focolai negli equidi nelle regioni Emilia Romagna , Lombardia e Veneto. Inoltre 112 pool di Culex pipiens, distribuiti nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna e 34 uccelli nella regione Emilia Romagna, sono risultati positivi agli accertamenti diagnostici per la ricerca del genoma virale.

              Le analisi condotte su equidi e uccelli hanno confermato la circolazione sul territorio nazionale del lineage 1 e 2, per maggior informazioni si rimanda ai paragrafi di dettaglio.


              3*Sorveglianza equidi

              La sorveglianza negli equidi è effettuata tramite l’esame periodico di equidi sentinella, controlli a campione su equidi stanziali e verifica di casi sospetti di WND.

              Al 10/10/2013 il CESME ha confermato 22 focolai, di cui 7 clinici, nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto. Le analisi filogenetiche condotte su campioni di organi di un cavallo abbattuto in provincia di Parma hanno consentito di definire l’appartenenza del ceppo al WND-lineage 2.

              (...)


              4*Sorveglianza uccelli sinantropici

              La sorveglianza sugli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio è effettuata per evidenziare precocemente la circolazione virale.

              Appartengono alle specie bersaglio:
              • Gazza (Pica pica)
              • Cornacchia grigia (Corvus corone cornix)
              • Ghiandaia (Garrulus glandarius)

              Al 10/10/2013 il CESME ha confermato 6 positività alla PCR per WND lineage 2, su organi di 6 gazze catturate nella regione Emilia Romagna.

              (...)


              5*Sorveglianza avicoli

              La sorveglianza negli allevamenti avicoli o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella è effettuata in alternativa alla sorveglianza sulle specie sinantropiche.

              Al 10/10/2013 il CESME non ha confermato focolai.


              6*Sorveglianza entomologica

              L’attività entomologica ha lo scopo di identificare il periodo a rischio per la trasmissione vettoriale attraverso la determinazione della composizione della fauna culicidica, l’individuazione delle specie di zanzare responsabili della trasmissione del WNV sia nel ciclo enzootico che epizootico della malattia, la valutazione dell’overwintering.

              Al 10/10/2013 la presenza del genoma virale è stata confermata mediante PCR per WND in 112 pool di zanzare catturate nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna.

              Le analisi condotte hanno dimostrato l’appartenenza del ceppo virale al WND-lineage 2 in tutte le province coinvolte da positività entomologiche ad eccezione della provincia di Rovigo che risulta interessata dalla contemporaneamente circolazione del WND-lineage 1 e WND-lineage 2.

              Le zanzare risultate positive appartengono alla specie Culex pipiens.

              (...)


              7*Sorveglianza mortalità uccelli selvatici

              La sorveglianza sulla mortalità negli uccelli selvatici si effettua su tutto il territorio nazionale. In tale tipo di sorveglianza rientrano anche gli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio trovate morte in aree non da piano.

              Al 10/10/2013 il CESME ha confermato 28 positività alla PCR per WND su organi di uccelli catturati nella regione Emilia Romagna.

              Le analisi condotte hanno dimostrato l’appartenenza del ceppo virale al WND-lineage 2 in tutte le province coinvolte da positività ornitologiche.

              (...)


              8*Definizione di caso negli equidi

              La definizione di caso sospetto di WND è stabilita dall’Ordinanza del 4 agosto 2011: “Equide che, nel periodo di attività dei vettori, presenta atassia locomotoria o morte improvvisa in zona a rischio oppure almeno due dei seguenti sintomi:
              • movimenti in circolo;
              • incapacità a mantenere la stazione quadrupedale;
              • paralisi/paresi agli arti;
              • fascicolazioni muscolari;
              • deficit propriocettivi.

              Tali sintomi possono essere accompagnati da:
              • debolezza degli arti posteriori;
              • cecità;
              • ptosi del labbro inferiore, o paresi dei muscoli labiali o facciali;
              • digrignamento dei denti.

              Deve essere considerato come sospetto di encefalomielite di tipo West Nile anche un risultato sierologico positivo in assenza di sintomatologia clinica.

              Conferma del sospetto

              La conferma del sospetto diagnostico avviene quando i campioni prelevati dall’equide sospetto risultano positivi ad un esame di laboratorio di conferma effettuato dal CESME.


              9*Comuni interessati da circolazione virale negli animali nel 2013

              Tabella 6. Comuni interessati da circolazione virale negli animali 2013

              [Regione - Provincia - Comune: Equidi - Zanzare - Uccelli]
              • Veneto
                • Venezia
                  • Jesolo - ... - x – ...

                • Verona
                  • Casaleone - x - x – ...
                  • Nogarole - ... - ... – ...
                  • Rocca – … – … – …
                  • Erbè - x - x – ...
                  • Sanguinetto - x - ... – ...
                  • Ronco all'Adige - ... - x – ...

                • Rovigo
                  • Ariano nel Polesine - ... - x – ...
                  • Ceneselli - x - x – ...
                  • Castelnovo Bariano - ... - x – ...
                  • Occhiobello - ... - x – ...
                  • Papozze - ... - x – ...
                  • Trecenta - ... - x – ...
                  • Ficarolo - x - x – ...
                  • Gaiba - x - ... – ...
                  • Salara - x - ... – ...
                  • Calto - x - ... – ...

                • Padova
                  • Bagnoli Di Sopra - x - ... – ...

              • Lombardia
                • Cremona
                  • Soresina - ... - x – ...
                  • Palazzo Pignano - x - ... – ...

                • Mantova
                  • Revere - x - ... – ...

              • Emilia-Romagna
                • Modena
                  • Mirandola - ... - x – ...
                  • Nonantola - ... - x – ...
                  • Finale Emilia - ... - x – ...
                  • Concordia sulla Secchia - ... - x – ...
                  • San Possidonio - ... - x – ...
                  • Carpi - ... - x – ...
                  • Modena - x - x – ...
                  • Ravarino - ... - ... – x

                • Bologna
                  • San Giorgio di Piano - ... - ... – x
                  • San Giovanni in Persiceto - ... - x – ...
                  • San Pietro in Casale - ... - x – ...
                  • Crevalcore - ... - x – ...
                  • Galliera - ... - x – ...

                • Reggio Emilia
                  • Campegine - ... - x – ...
                  • Fabbrico - ... - x – ...
                  • San Martino in Rio - ... - x – ...
                  • Novellara - ... - x – x
                  • Bagnolo in Piano - ... - x – ...
                  • Albinea - x - ... – ...

                • Ferrara
                  • Cento - ... - ... – x
                  • Ferrara - ... - x – x
                  • Mirabello - ... - ... – x
                  • Ostellato - ... - x – x
                  • Poggio Renatico - ... - x – x
                  • Berra - ... - x – ...
                  • Bondeno - ... - x – ...
                  • Massa Fiscaglia - ... - x – ...
                  • Sant'agostino - ... - x – ...
                  • Copraro - ... - x – ...
                  • Jolanda di Savoia - ... - x – ...
                  • Ro - ... - x – ...
                  • Mesola - ... - x – ...
                  • Argenta - ... - x – ...
                  • Formignana - ... - x – ...

                • Parma
                  • Roccabianca - ... - x – ...
                  • Colorno - x - ... – ...
                  • Torrile - ... - x – ...
                  • San Secondo parmese - x - ... – ...
                  • Sissa - x - ... – ...

                • Piacenza
                  • Castelvetro Piacentino - ... - x – x
                  • Coarso - ... - x – ...
                  • Calendasco - ... - x – ...

                • Ravenna
                  • Lugo - ... - x – ...

              -
              -------

              Comment


              • #8
                Bollettino epidemiologico WND, 17 ottobre 2013, n. 10 (IZS Teramo): 68 casi umani (39 Wnnd, 6 decessi; 29 Wnv)

                [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Teramo, document PDF completo: (LINK). Estratto.]


                Bollettino epidemiologico WND, 17 ottobre 2013, n. 10

                West Nile Disease in Italia nel 2013


                1*Introduzione

                Ai sensi del Provvedimento del 13 luglio 2012 (G.U. Serie Generale n. 311 del 10 settembre 2012) e aggiornamenti, la sorveglianza nei confronti della West Nile Disease (WND) si basa sulle seguenti componenti:
                1. sorveglianza su uccelli stanziali di specie “sinantropiche”. In caso di mancato raggiungimento del 50% delle attività previste, è possibile, in alternativa, attuare la sorveglianza su allevamenti avicoli rurali o all’aperto o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella;
                2. sorveglianza negli equidi
                3. sorveglianza entomologica
                4. sorveglianza dell’avifauna selvatica di specie migratorie.

                Le modalità di attuazione delle 4 componenti differiscono a seconda della situazione epidemiologica riscontrata.

                Per il 2013 sono state individuate 3 aree geografiche distinte (Fig. 1):
                • A. Area con Circolazione Virale (ACV), è l’area che è stata interessata dalla circolazione del West Nile virus (WNV) dal 2008 al 2012;
                • B. Area di sorveglianza Esterna alla ACV (AE), è l’area estesa per un raggio di 20 km intorno ai casi verificatisi nelle zone più esterne dell’ACV. È stato incluso nell’AE anche il territorio dei comuni precedentemente inclusi in ACV e non interessati dalla circolazione virale nel corso dei due anni precedenti. Nella Regione Sardegna l’AE comprende tutto il territorio regionale non incluso nell’ACV;
                • C. Otto Aree a Rischio (AR) l’estensione di tali aree è stata ridefinita sulla base dei focolai e delle evidenze di circolazione virale del 2012.

                (...)


                2*Situazione epidemiologica: Uomo, Animali

                Al 17/10/2013 sono stati segnalati nell’uomo 39 casi confermati di malattia neuro invasiva da West Nile virus (WNND) nelle regioni Veneto, Emilia-Romagna, Lombardia e Puglia.

                La data di insorgenza sintomi dei casi va dal 21 luglio al 21 settembre 2013.

                Sei dei casi confermati sono deceduti.

                Le attività di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare 29 casi di febbre da WNV nella regione Veneto (12 casi) , Emilia Romagna (16 casi) e Lombardia (1 caso).


                Tabella 1. Distribuzione dei casi confermati di WNND per provincia

                [Regione - Provincia - N. casi WNND]
                • Lombardia
                  • Cremona – 1
                  • Mantova – 6
                  • Lodi – 1
                  • Bresscia – 1

                • Puglia
                  • Foggia – 1

                • Veneto
                  • Rovigo – 5
                  • Treviso – 4
                  • Venezia – 2
                  • Padova – 1
                  • Verona – 1

                • Emilia-Romagna
                  • Bologna – 1
                  • Ferrara – 5
                  • Modena – 5
                  • Parma – 1
                  • Reggio Emilia – 4

                • Totale – 39

                Fonte: Reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute (http://www.epicentro.iss.it/problemi/westNile/bollettino.asp )

                Il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) ha confermato 22 focolai negli equidi nelle regioni Emilia Romagna , Lombardia e Veneto. Inoltre 129 pool di Culex pipiens, distribuiti nelle regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Sardegna e 45 uccelli nella regione Emilia Romagna, sono risultati positivi agli accertamenti diagnostici per la ricerca del genoma virale.

                Le analisi condotte su equidi e uccelli hanno confermato la circolazione sul territorio nazionale del lineage 1 e 2, per maggior informazioni si rimanda ai paragrafi di dettaglio.


                3*Sorveglianza equidi

                La sorveglianza negli equidi è effettuata tramite l’esame periodico di equidi sentinella, controlli a campione su equidi stanziali e verifica di casi sospetti di WND.

                Al 17/10/2013 il CESME ha confermato 22 focolai, di cui 7 clinici, nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto. Le analisi filogenetiche condotte su campioni di organi di un cavallo abbattuto in provincia di Parma hanno consentito di definire l’appartenenza del ceppo al WND-lineage 2.

                (...)


                4*Sorveglianza uccelli sinantropici

                La sorveglianza sugli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio è effettuata per evidenziare precocemente la circolazione virale.

                Appartengono alle specie bersaglio:
                • Gazza (Pica pica)
                • Cornacchia grigia (Corvus corone cornix)
                • Ghiandaia (Garrulus glandarius)

                Al 17/10/2013 il CESME ha confermato 10 positività alla PCR per WND lineage 2, su organi di 9 gazze e una cornacchia catturate nella regione Emilia Romagna.

                (...)


                5*Sorveglianza avicoli

                La sorveglianza negli allevamenti avicoli o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella è effettuata in alternativa alla sorveglianza sulle specie sinantropiche.

                Al 17/10/2013 il CESME non ha confermato focolai.


                6*Sorveglianza entomologica

                L’attività entomologica ha lo scopo di identificare il periodo a rischio per la trasmissione vettoriale attraverso la determinazione della composizione della fauna culicidica, l’individuazione delle specie di zanzare responsabili della trasmissione del WNV sia nel ciclo enzootico che epizootico della malattia, la valutazione dell’overwintering.

                Al 17/10/2013 la presenza del genoma virale è stata confermata mediante PCR per WND in 129 pool di zanzare catturate nelle regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Sardegna.

                Le analisi condotte hanno dimostrato l’appartenenza del ceppo virale al WND-lineage 2 in tutte le province coinvolte da positività entomologiche ad eccezione della provincia di Rovigo che risulta interessata dalla contemporanea circolazione del WND-lineage 1 e WND-lineage 2.

                Le zanzare risultate positive appartengono alla specie Culex pipiens.

                (...)


                7*Sorveglianza mortalità uccelli selvatici

                La sorveglianza sulla mortalità negli uccelli selvatici si effettua su tutto il territorio nazionale. In tale tipo di sorveglianza rientrano anche gli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio trovate morte in aree non da piano.

                Al 17/10/2013 il CESME ha confermato 35 positività alla PCR per WND su organi di uccelli catturati nella regione Emilia Romagna.

                Le analisi condotte hanno dimostrato l’appartenenza del ceppo virale al WND-lineage 2 in tutte le province coinvolte da positività ornitologiche.

                (...)


                8*Definizione di caso negli equidi

                La definizione di caso sospetto di WND è stabilita dall’Ordinanza del 4 agosto 2011: “Equide che, nel periodo di attività dei vettori, presenta atassia locomotoria o morte improvvisa in zona a rischio oppure almeno due dei seguenti sintomi:
                • movimenti in circolo;
                • incapacità a mantenere la stazione quadrupedale;
                • paralisi/paresi agli arti;
                • fascicolazioni muscolari;
                • deficit propriocettivi.

                Tali sintomi possono essere accompagnati da:
                • debolezza degli arti posteriori;
                • cecità;
                • ptosi del labbro inferiore, o paresi dei muscoli labiali o facciali;
                • digrignamento dei denti.

                Deve essere considerato come sospetto di encefalomielite di tipo West Nile anche un risultato sierologico positivo in assenza di sintomatologia clinica.

                Conferma del sospetto

                La conferma del sospetto diagnostico avviene quando i campioni prelevati dall’equide sospetto risultano positivi ad un esame di laboratorio di conferma effettuato dal CESME.


                9*Comuni interessati da circolazione virale negli animali nel 2013

                Tabella 6. Comuni interessati da circolazione virale negli animali 2013

                [Regione - Provincia - Comune: Equidi - Zanzare - Uccelli]
                • Veneto
                  • Venezia
                    • Jesolo - ... - x – ...

                  • Verona
                    • Casaleone - x - x – ...
                    • Nogarole Rocca - ... - x – ...
                    • Erbè - x - x – ...
                    • Sanguinetto - x - ... – ...
                    • Ronco all'Adige - ... - x – ...

                  • Rovigo
                    • Ariano nel Polesine - ... - x – ...
                    • Ceneselli - x - x – ...
                    • Castelnovo Bariano - ... - x – ...
                    • Occhiobello - ... - x – ...
                    • Papozze - ... - x – ...
                    • Trecenta - ... - x – ...
                    • Ficarolo - x - x – ...
                    • Gaiba - x - ... – ...
                    • Calto - x - ... – ...

                  • Padova
                    • Bagnoli Di Sopra - x - ... – ...

                • Lombardia
                  • Cremona
                    • Soresina - x - x – ...
                    • Palazzo Pignano - x - ... – ...

                  • Mantova
                    • Revere - x - ... – ...
                    • Felonica - x - ... – ...

                  • Brescia
                    • Leno - ... - x – ...

                • Emilia-Romagna
                  • Modena
                    • Mirandola - ... - x – ...
                    • Nonantola - ... - x – ...
                    • Finale Emilia - ... - x – ...
                    • Concordia sulla Secchia - ... - x – ...
                    • San Possidonio - ... - x – ...
                    • Carpi - ... - x – ...
                    • Modena - x - x – ...
                    • Ravarino - ... - ... – x
                    • Camposanto - ... - x – ...
                    • Medolla - ... - x – ...

                  • Bologna
                    • San Giorgio di Piano - ... - ... – x
                    • San Giovanni in Persiceto - ... - x – ...
                    • San Pietro in Casale - ... - x – ...
                    • Crevalcore - ... - x – ...
                    • Galliera - ... - x – ...

                  • Reggio Emilia
                    • Campegine - ... - x – ...
                    • Fabbrico - ... - x – ...
                    • San Martino in Rio - ... - x – ...
                    • Novellara - ... - x – x
                    • Bagnolo in Piano - ... - x – ...
                    • Albinea - x - ... – ...
                    • Luzzara - ... - x – ...

                  • Ferrara
                    • Cento - ... - ... – x
                    • Ferrara - ... - x – x
                    • Mirabello - ... - ... – x
                    • Ostellato - ... - x – x
                    • Poggio Renatico - ... - x – x
                    • Berra - ... - x – ...
                    • Bondeno - ... - x – ...
                    • Massa Fiscaglia - ... - x – ...
                    • Sant'agostino - ... - x – x
                    • Copraro - ... - x – ...
                    • Jolanda di Savoia - ... - x – x
                    • Ro - ... - x – ...
                    • Mesola - ... - x – ...
                    • Argenta - ... - x – ...
                    • Formignana - ... - ... – x
                    • Portomaggiore - ... - ... – x

                  • Parma
                    • Roccabianca - ... - x – ...
                    • Colorno - x - ... – ...
                    • Torrile - ... - x – ...
                    • San Secondo parmese - x - ... – ...
                    • Sissa - x - ... – ...

                  • Piacenza
                    • Castelvetro Piacentino - ... - ... – x
                    • Caorso - ... - x – ...
                    • Calendasco - ... - x – ...
                    • Cadeo - ... - x – ...

                  • Ravenna
                    • Lugo - ... - x – ...

                • Sardegna
                  • Olbia Tempio
                    • Olbia - ... - x – ...

                -
                ------

                Comment


                • #9
                  Bollettino epidemiologico WND, 24 ottobre 2013, n. 11 (IZS Teramo, estratto): No Nuovi Casi Umani

                  [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Teramo, documento PDF completo: (LINK). Estratto.]


                  Bollettino epidemiologico WND, 24 ottobre 2013, n. 11

                  West Nile Disease in Italia nel 2013


                  1*Introduzione

                  Ai sensi del Provvedimento del 13 luglio 2012 (G.U. Serie Generale n. 311 del 10 settembre 2012) e aggiornamenti, la sorveglianza nei confronti della West Nile Disease (WND) si basa sulle seguenti componenti:
                  1. sorveglianza su uccelli stanziali di specie “sinantropiche”. In caso di mancato raggiungimento del 50% delle attività previste, è possibile, in alternativa, attuare la sorveglianza su allevamenti avicoli rurali o all’aperto o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella;
                  2. sorveglianza negli equidi
                  3. sorveglianza entomologica
                  4. sorveglianza dell’avifauna selvatica di specie migratorie.

                  Le modalità di attuazione delle 4 componenti differiscono a seconda della situazione epidemiologica riscontrata.

                  Per il 2013 sono state individuate 3 aree geografiche distinte (Fig. 1):
                  • A. Area con Circolazione Virale (ACV), è l’area che è stata interessata dalla circolazione del West Nile virus (WNV) dal 2008 al 2012;
                  • B. Area di sorveglianza Esterna alla ACV (AE), è l’area estesa per un raggio di 20 km intorno ai casi verificatisi nelle zone più esterne dell’ACV. È stato incluso nell’AE anche il territorio dei comuni precedentemente inclusi in ACV e non interessati dalla circolazione virale nel corso dei due anni precedenti. Nella Regione Sardegna l’AE comprende tutto il territorio regionale non incluso nell’ACV;
                  • C. Otto Aree a Rischio (AR) l’estensione di tali aree è stata ridefinita sulla base dei focolai e delle evidenze di circolazione virale del 2012.

                  (...)


                  2*Situazione epidemiologica: Uomo, Animali

                  Al 24/10/2013 sono stati segnalati nell’uomo 39 casi confermati di malattia neuro invasiva da West Nile virus (WNND) nelle regioni Veneto, Emilia-Romagna, Lombardia e Puglia.

                  La data di insorgenza sintomi dei casi va dal 21 luglio al 21 settembre 2013.

                  Sei dei casi confermati sono deceduti.

                  Le attività di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare 29 casi di febbre da WNV nella regione Veneto (12 casi) , Emilia Romagna (16 casi) e Lombardia (1 caso).


                  Tabella 1. Distribuzione dei casi confermati di WNND per provincia

                  [Regione - Provincia - N. casi WNND]
                  • Lombardia
                    • Cremona – 1
                    • Mantova – 6
                    • Lodi – 1
                    • Bresscia – 1

                  • Puglia
                    • Foggia – 1

                  • Veneto
                    • Rovigo – 5
                    • Treviso – 4
                    • Venezia – 2
                    • Padova – 1
                    • Verona – 1

                  • Emilia-Romagna
                    • Bologna – 1
                    • Ferrara – 5
                    • Modena – 5
                    • Parma – 1
                    • Reggio Emilia – 4

                  • Totale – 39

                  Fonte: Reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute (http://www.epicentro.iss.it/problemi/westNile/bollettino.asp )

                  Il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) ha confermato 26 focolai negli equidi nelle regioni Emilia Romagna , Lombardia, Veneto Calabria e Sardegna. Inoltre 130 pool di Culex pipiens, distribuiti nelle regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Sardegna e 48 uccelli nella regione Emilia Romagna, sono risultati positivi agli accertamenti diagnostici per la ricerca del genoma virale.

                  Le analisi condotte su equidi e uccelli hanno confermato la circolazione sul territorio nazionale del lineage 1 e 2, per maggior informazioni si rimanda ai paragrafi di dettaglio.


                  3*Sorveglianza equidi

                  La sorveglianza negli equidi è effettuata tramite l’esame periodico di equidi sentinella, controlli a campione su equidi stanziali e verifica di casi sospetti di WND.

                  Al 24/10/2013 il CESME ha confermato 26 focolai, di cui 8 clinici, nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Calabria e Sardegna. Le analisi filogenetiche condotte su campioni di organi di un cavallo abbattuto in provincia di Parma hanno consentito di definire l’appartenenza del ceppo al WND-lineage 2.

                  (...)


                  4*Sorveglianza uccelli sinantropici

                  La sorveglianza sugli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio è effettuata per evidenziare precocemente la circolazione virale.

                  Appartengono alle specie bersaglio:
                  • Gazza (Pica pica)
                  • Cornacchia grigia (Corvus corone cornix)
                  • Ghiandaia (Garrulus glandarius)

                  Al 24/10/2013 il CESME ha confermato 10 positività alla PCR per WND lineage 2, su organi di 9 gazze e una cornacchia catturate nella regione Emilia Romagna.

                  (...)


                  5*Sorveglianza avicoli

                  La sorveglianza negli allevamenti avicoli o tramite il posizionamento di gruppi di polli sentinella è effettuata in alternativa alla sorveglianza sulle specie sinantropiche. Al 24/10/2013 il CESME non ha confermato focolai.


                  6*Sorveglianza entomologica

                  L’attività entomologica ha lo scopo di identificare il periodo a rischio per la trasmissione vettoriale attraverso la determinazione della composizione della fauna culicidica, l’individuazione delle specie di zanzare responsabili della trasmissione del WNV sia nel ciclo enzootico che epizootico della malattia, la valutazione dell’overwintering.

                  Al 24/10/2013 la presenza del genoma virale è stata confermata mediante PCR per WND in 130 pool di zanzare catturate nelle regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Sardegna.

                  Le analisi condotte hanno dimostrato l’appartenenza del ceppo virale al WND-lineage 2 in tutte le province coinvolte da positività entomologiche ad eccezione della provincia di Rovigo che risulta interessata dalla contemporanea circolazione del WND-lineage 1 e WND-lineage 2.

                  Le zanzare risultate positive appartengono alla specie Culex pipiens.

                  (...)


                  7*Sorveglianza mortalità uccelli selvatici

                  La sorveglianza sulla mortalità negli uccelli selvatici si effettua su tutto il territorio nazionale. In tale tipo di sorveglianza rientrano anche gli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio trovate morte in aree non da piano.

                  Al 24/10/2013 il CESME ha confermato 38 positività alla PCR per WND su organi di uccelli catturati nella regione Emilia Romagna. Le analisi condotte hanno dimostrato l’appartenenza del ceppo virale al WND-lineage 2 in tutte le province coinvolte da positività ornitologiche.

                  (...)


                  8*Definizione di caso negli equidi

                  La definizione di caso sospetto di WND è stabilita dall’Ordinanza del 4 agosto 2011: “Equide che, nel periodo di attività dei vettori, presenta atassia locomotoria o morte improvvisa in zona a rischio oppure almeno due dei seguenti sintomi:
                  • movimenti in circolo;
                  • incapacità a mantenere la stazione quadrupedale;
                  • paralisi/paresi agli arti;
                  • fascicolazioni muscolari;
                  • deficit propriocettivi.

                  Tali sintomi possono essere accompagnati da:
                  • debolezza degli arti posteriori;
                  • cecità;
                  • ptosi del labbro inferiore, o paresi dei muscoli labiali o facciali;
                  • digrignamento dei denti.

                  Deve essere considerato come sospetto di encefalomielite di tipo West Nile anche un risultato sierologico positivo in assenza di sintomatologia clinica.

                  Conferma del sospetto

                  La conferma del sospetto diagnostico avviene quando i campioni prelevati dall’equide sospetto risultano positivi ad un esame di laboratorio di conferma effettuato dal CESME.



                  9*Comuni interessati da circolazione virale negli animali nel 2013

                  Tabella 6. Comuni interessati da circolazione virale negli animali 2013

                  [Regione - Provincia - Comune: Equidi - Zanzare - Uccelli]
                  • Veneto
                    • Venezia
                      • Jesolo - ... - x – ...

                    • Verona
                      • Casaleone - x - x – ...
                      • Nogarole Rocca - ... - x – ...
                      • Erbè - x - x – ...
                      • Sanguinetto - x - ... – ...
                      • Ronco all'Adige - ... - x – ...

                    • Rovigo
                      • Ariano nel Polesine - ... - x – ...
                      • Ceneselli - x - x – ...
                      • Castelnovo Bariano - ... - x – ...
                      • Occhiobello - ... - x – ...
                      • Papozze - ... - x – ...
                      • Trecenta - ... - x – ...
                      • Ficarolo - x - x – ...
                      • Gaiba - x - ... – ...
                      • Calto - x - ... – ...

                    • Padova
                      • Bagnoli Di Sopra - x - ... – ...

                  • Lombardia
                    • Cremona
                      • Soresina - x - x – ...
                      • Palazzo Pignano - x - ... – ...

                    • Mantova
                      • Revere - x - ... – ...
                      • Felonica - x - ... – ...

                    • Brescia
                      • Leno - ... - x – ...

                  • Emilia-Romagna
                    • Modena
                      • Mirandola - ... - x – ...
                      • Nonantola - ... - x – ...
                      • Finale Emilia - ... - x – ...
                      • Concordia sulla Secchia - ... - x – ...
                      • San Possidonio - ... - x – ...
                      • Carpi - ... - x – ...
                      • Modena - x - x – ...
                      • Ravarino - ... - ... – x
                      • Camposanto - ... - x – ...
                      • Medolla - ... - x – ...
                      • Novi di Modena - ... - x – ...

                    • Bologna
                      • San Giorgio di Piano - ... - ... – x
                      • San Giovanni in Persiceto - ... - x – ...
                      • San Pietro in Casale - ... - x – ...
                      • Crevalcore - ... - x – ...
                      • Galliera - ... - x – ...

                    • Reggio Emilia
                      • Campegine - ... - x – ...
                      • Fabbrico - ... - x – ...
                      • San Martino in Rio - ... - x – ...
                      • Novellara - ... - x – x
                      • Bagnolo in Piano - ... - x – ...
                      • Albinea - x - ... – ...
                      • Luzzara - ... - x – ...

                    • Ferrara
                      • Cento - ... - ... – x
                      • Ferrara - ... - x – x
                      • Mirabello - ... - ... – x
                      • Ostellato - ... - x – x
                      • Poggio Renatico - ... - x – x
                      • Berra - ... - x – ...
                      • Bondeno - ... - x – ...
                      • Massa Fiscaglia - ... - x – ...
                      • Sant'agostino - ... - x – x
                      • Copraro - ... - x – ...
                      • Jolanda di Savoia - ... - x – x
                      • Ro - ... - x – ...
                      • Mesola - ... - x – ...
                      • Argenta - ... - x – ...
                      • Formignana - ... - ... – x
                      • Portomaggiore - ... - ... – x

                    • Parma
                      • Roccabianca - ... - x – ...
                      • Colorno - x - ... – ...
                      • Torrile - ... - x – ...
                      • San Secondo parmese - x - ... – ...
                      • Sissa - x - ... – ...
                      • Parma - x - ... – ...

                    • Piacenza
                      • Castelvetro Piacentino - ... - ... – x
                      • Caorso - ... - x – ...
                      • Calendasco - ... - x – ...
                      • Cadeo - ... - x – ...

                    • Ravenna
                      • Lugo - ... - x – ...

                  • Sardegna
                    • Olbia Tempio
                      • Olbia - ... - x – ...

                    • Nuoro
                      • Irgoli - x - ... – ...

                  • Calabria
                    • Crotone
                      • Cirò - x - ... – ...


                  -
                  ------

                  Comment


                  • #10
                    Malattia da West Nile Virus in Italia, aggiornamenti (Archivio 2013)

                    Questo thread contiene gli aggiornamenti ufficiali sulla situazione relativa alla diffusione del virus West Nile nell'uomo e negli animali in Italia nel corso del 2013.

                    Comment


                    • #11
                      Re: Malattia da West Nile Virus in Italia, aggiornamenti (Archivio 2013)

                      [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Teramo, documento completo PDF: (LINK). Estratto.]


                      Bollettino epidemiologico WND, 31 ottobre 2013, n. 12

                      West Nile Disease in Italia nel 2013

                      (...)


                      2*Situazione epidemiologica: Uomo, Animali

                      Al 31/10/2013 sono stati segnalati nell’uomo 40 casi confermati di malattia neuro invasiva da West Nile virus (WNND) nelle regioni Veneto, Emilia-Romagna, Lombardia e Puglia.

                      La data di insorgenza sintomi dei casi va dal 21 luglio al 21 settembre 2013.

                      Sei dei casi confermati sono deceduti.

                      Le attività di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare 29 casi di febbre da WNV nella regione Veneto (12 casi) , Emilia Romagna (16 casi) e Lombardia (1 caso).


                      Tabella 1. Distribuzione dei casi confermati di WNND per provincia

                      [Regione - Provincia - N. casi WNND]
                      • Lombardia
                        • Cremona – 1
                        • Mantova – 6
                        • Lodi – 1
                        • Brescia – 2

                      • Puglia
                        • Foggia – 1

                      • Veneto
                        • Rovigo – 5
                        • Treviso – 4
                        • Venezia – 2
                        • Padova – 1
                        • Verona – 1

                      • Emilia-Romagna
                        • Bologna – 1
                        • Ferrara – 5
                        • Modena – 5
                        • Parma – 1
                        • Reggio Emilia – 4

                      • Totale - 40

                      __

                      Fonte: Reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute (http://www.epicentro.iss.it/problemi/westNile/bollettino.asp )
                      ______

                      Il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) ha confermato 29 focolai negli equidi nelle regioni Emilia Romagna , Lombardia, Veneto Calabria e Sardegna.

                      Inoltre 134 pool di Culex pipiens, distribuiti nelle regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Sardegna e 66 uccelli nella regione Emilia Romagna e Lombardia sono risultati positivi agli accertamenti diagnostici per la ricerca del genoma virale.

                      Le analisi condotte su equidi e uccelli hanno confermato la circolazione sul territorio nazionale del lineage 1 e 2, per maggior informazioni si rimanda ai paragrafi di dettaglio.

                      (...)


                      -
                      -------

                      Comment


                      • #12
                        Re: Malattia da West Nile Virus in Italia, aggiornamenti (Archivio 2013)

                        [Fonte: Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Teramo, documento PDF completo: (LINK). Estratto.]


                        Bollettino epidemiologico WND, 8 novembre 2013, n. 13

                        West Nile Disease in Italia nel 2013

                        (...)


                        2*Situazione epidemiologica: Uomo, Animali

                        Al 8/11/2013 sono stati segnalati nell’uomo 40 casi confermati di malattia neuro invasiva da West Nile virus (WNND) nelle regioni Veneto, Emilia-Romagna, Lombardia e Puglia.

                        La data di insorgenza sintomi dei casi va dal 21 luglio al 21 settembre 2013.

                        Sei dei casi confermati sono deceduti.

                        Le attività di sorveglianza delle febbri virali estive hanno consentito di confermare 29 casi di febbre da WNV nella regione Veneto (12 casi) , Emilia Romagna (16 casi) e Lombardia (1 caso).


                        Tabella 1. Distribuzione dei casi confermati di WNND per provincia

                        [Regione - Provincia - N. casi WNND]
                        • Lombardia
                          • Cremona – 1
                          • Mantova – 6
                          • Lodi – 1
                          • Brescia – 2

                        • Puglia
                          • Foggia – 1

                        • Veneto
                          • Rovigo – 5
                          • Treviso – 4
                          • Venezia – 2
                          • Padova – 1
                          • Verona – 1

                        • Emilia-Romagna
                          • Bologna – 1
                          • Ferrara – 5
                          • Modena – 5
                          • Parma – 1
                          • Reggio Emilia – 4

                        • Totale – 40

                        Fonte: Reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità, e con il coordinamento dell’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute (http://www.epicentro.iss.it/problemi/westNile/bollettino.asp )

                        Il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche (CESME) ha confermato 32 focolai negli equidi nelle regioni Emilia Romagna , Lombardia, Veneto, Calabria e Sardegna.

                        Inoltre 135 pool di Culex pipiens, distribuiti nelle regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Sardegna e 72 uccelli nella regione Emilia Romagna, Lombardia e Sardegna sono risultati positivi agli accertamenti diagnostici per la ricerca del genoma virale.

                        Le analisi condotte su equidi e uccelli hanno confermato la circolazione sul territorio nazionale del lineage 1 e 2, per maggior informazioni si rimanda ai paragrafi di dettaglio.

                        (...)


                        -
                        -------

                        Comment


                        • #13
                          Re: Malattia da West Nile Virus in Italia, aggiornamenti (Archivio 2013)

                          [Fonte: EpiCentro, pagina completa: (LINK).]


                          5 dicembre 2013

                          Sorveglianza dei casi umani di malattia neuroinvasiva da West Nile virus


                          Come stabilito nella circolare ministeriale pubblicata a giugno 2013 “Sorveglianza dei casi umani delle malattie trasmesse da vettori con particolare riferimento alla Chikungunya, Dengue e West Nile Disease - Aggiornamento 2013” (pdf 660 kb), il 30 novembre scorso si è conclusa, anche per quest’anno, la sorveglianza umana della malattia neuroinvasiva da West Nile.

                          La pubblicazione del bollettino settimanale – curato dal reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss), con il contributo del Dipartimento di Malattie infettive parassitarie immunomediate (Mipi) dell’Istituto superiore di sanità e delle Regioni, in collaborazione con l’Ufficio V della Direzione Generale della Prevenzione del ministero della Salute – con i dati nazionali del sistema di sorveglianza è dunque sospesa fino alla stagione estivo-autunnale 2014.

                          Tuttavia, il bollettino sarà aggiornato qualora venissero riportati ulteriori casi con data di insorgenza dei sintomi entro il 30 novembre 2013 e non ancora segnalati entro il termine della sorveglianza.


                          -
                          ------

                          Comment

                          Working...
                          X