Announcement

Collapse
No announcement yet.

Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, giugno-settembre 2013, adattato)

Collapse
This is a sticky topic.
X
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • #16
    Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

    [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]
    Il bollettino sulle ondate di calore, 28 giugno 2013


    Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

    Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

    Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

    In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

    I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

    Ultima versione aggiornata: 28/06/2013
    ________

    Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

    [Città - 28/06/2013 - 29/06/2013 - 30/06/2013]
    1. ANCONA - 0 - 0 - 0
    2. BARI - 0 - 0 - 0
    3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
    4. BOLZANO - 0 - 0 - 0
    5. BRESCIA - 0 - 0 - 0
    6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
    7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
    8. CATANIA - 0 - 0 - 0
    9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
    10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
    11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
    12. GENOVA - 0 - 0 - 0
    13. LATINA - 0 - 0 - 0
    14. MESSINA - 0 - 0 - 0
    15. MILANO - 0 - 0 - 0
    16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
    17. PALERMO - 0 - 0 - 0
    18. PERUGIA - 0 - 0 - 0
    19. PESCARA - 0 - 0 - 0
    20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
    21. RIETI - 0 - 0 - 0
    22. ROMA - 0 - 0 - 0
    23. TORINO** - 0 - 0 - 0
    24. TRIESTE - 0 - 0 - 0
    25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
    26. VERONA - 0 - 0 - 0
    27. VITERBO - 0 - 0 - 0
    ________

    * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

    ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

    (…)
    -
    ------

    Comment


    • #17
      Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

      [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]
      Il bollettino sulle ondate di calore, 1 luglio 2013


      Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

      Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

      Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

      In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

      I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

      Ultima versione aggiornata: 01/07/2013
      ________

      Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

      [Città - 01/07/2013 - 02/07/2013 - 03/07/2013]
      1. ANCONA - 0 - 0 - 0
      2. BARI - 0 - 0 - 0
      3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
      4. BOLZANO - 0 - 0 - 0
      5. BRESCIA - 0 - 0 - 0
      6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
      7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
      8. CATANIA - 0 - 0 - 0
      9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
      10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
      11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
      12. GENOVA - 0 - 0 - 0
      13. LATINA - 0 - 0 - 0
      14. MESSINA - 0 - 0 - 0
      15. MILANO - 0 - 0 - 0
      16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
      17. PALERMO - 0 - 0 - 0
      18. PERUGIA - 0 - 0 - 0
      19. PESCARA - 0 - 0 - 0
      20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
      21. RIETI - 0 - 0 - 0
      22. ROMA - 0 - 0 - 0
      23. TORINO** - 0 - 0 - 0
      24. TRIESTE - 0 - 0 - 0
      25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
      26. VERONA - 0 - 0 - 0
      27. VITERBO - 0 - 0 - 0
      ________

      * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

      ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

      (…)

      -
      -------

      Comment


      • #18
        Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

        [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]
        Il bollettino sulle ondate di calore, 2 luglio 2013


        Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

        Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

        Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

        In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

        I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

        Ultima versione aggiornata: 02/07/2013
        ________

        Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

        [Città - 02/07/2013 - 03/07/2013 - 04/07/2013]
        1. ANCONA - 0 - 0 - 0
        2. BARI - 0 - 0 - 0
        3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
        4. BOLZANO - 0 - 0 - 0
        5. BRESCIA - 0 - 0 - 0
        6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
        7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
        8. CATANIA - 0 - 0 - 0
        9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
        10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
        11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
        12. GENOVA - 0 - 0 - 0
        13. LATINA - 0 - 0 - 0
        14. MESSINA - 0 - 0 - 0
        15. MILANO - 0 - 0 - 0
        16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
        17. PALERMO - 0 - 0 - 0
        18. PERUGIA - 0 - 0 - 0
        19. PESCARA - 0 - 0 - 0
        20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
        21. RIETI - 0 - 0 - 0
        22. ROMA - 0 - 0 - 0
        23. TORINO** - 0 - 0 - 0
        24. TRIESTE 0 - 0 - 0
        25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
        26. VERONA - 0 - 0 - 0
        27. VITERBO - 0 - 0 - 0
        _________

        * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

        ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

        (…)

        -
        ------

        Comment


        • #19
          Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

          [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]
          Il bollettino sulle ondate di calore, 3 luglio 2013


          Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

          Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

          Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

          In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

          I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

          Ultima versione aggiornata: 03/07/2013
          ________

          Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

          [Città - 03/07/2013 - 04/07/2013 - 05/07/2013]
          1. ANCONA - 0 - 0 - 0
          2. BARI - 0 - 0 - 0
          3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
          4. BOLZANO - 0 - 0 - I
          5. BRESCIA - 0 - 0 - 0
          6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
          7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
          8. CATANIA - 0 - 0 - 0
          9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
          10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
          11. FROSINONE 0 - 0 - 0
          12. GENOVA - 0 - 0 - 0
          13. LATINA - 0 - 0 - 0
          14. MESSINA - 0 - 0 - 0
          15. MILANO - 0 - 0 - 0
          16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
          17. PALERMO - 0 - 0 - 0
          18. PERUGIA - 0 - 0 - 0
          19. PESCARA - 0 - 0 - 0
          20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
          21. RIETI - 0 - 0 - 0
          22. ROMA - 0 - 0 - 0
          23. TORINO** - 0 - 0 - 0
          24. TRIESTE - 0 - 0 - 0
          25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
          26. VERONA - 0 - 0 - 0
          27. VITERBO - 0 - 0 - 0
          ________

          * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

          ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

          (…)

          -
          ------

          Comment


          • #20
            Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

            [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]
            Il bollettino sulle ondate di calore, 4 luglio 2013


            Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

            Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

            Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

            In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

            I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

            Ultima versione aggiornata: 04/07/2013
            ________

            Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

            [Città - 04/07/2013 - 05/07/2013 - 06/07/2013]
            1. ANCONA - 0 - 0 - 0
            2. BARI - 0 - 0 - 0
            3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
            4. BOLZANO - 0 - I - I
            5. BRESCIA - 0 - 0 - 0
            6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
            7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
            8. CATANIA - 0 - 0 - 0
            9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
            10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
            11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
            12. GENOVA - 0 - 0 - 0
            13. LATINA - 0 - 0 - 0
            14. MESSINA - 0 - 0 - 0
            15. MILANO - 0 - 0 - 0
            16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
            17. PALERMO - 0 - 0 - 0
            18. PERUGIA - 0 - 0 - 0
            19. PESCARA - 0 - 0 - 0
            20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
            21. RIETI - 0 - 0 - 0
            22. ROMA - 0 - 0 - 0
            23. TORINO** - 0 - 0 - 0
            24. TRIESTE - 0 - 0 - 0
            25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
            26. VERONA - 0 - 0 - 0
            27. VITERBO - 0 - 0 - 0
            ________

            * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

            ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

            (…)

            -
            -------

            Comment


            • #21
              Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

              [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]
              Il bollettino sulle ondate di calore, 5 luglio 2013


              Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

              Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

              Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

              In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

              I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

              Ultima versione aggiornata: 05/07/2013
              ________

              Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

              [Città - 05/07/2013 - 06/07/2013 - 07/07/2013]
              1. ANCONA - 0 - 0 - 0
              2. BARI - 0 - 0 - 0
              3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
              4. BOLZANO - I - I - I
              5. BRESCIA - 0 - 0 - 0
              6. CAGLIARI - 0 - I - 0
              7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
              8. CATANIA - 0 - 0 - 0
              9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
              10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
              11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
              12. GENOVA - 0 - 0 - 0
              13. LATINA - 0 - 0 - 0
              14. MESSINA - 0 - 0 - 0
              15. MILANO - 0 - 0 - 0
              16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
              17. PALERMO - 0 - 0 - 0
              18. PERUGIA - 0 - 0 - 0
              19. PESCARA - 0 - 0 - 0
              20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
              21. RIETI - 0 - 0 - 0
              22. ROMA - 0 - 0 - 0
              23. TORINO** - 0 - 0 - 0
              24. TRIESTE- 0 - 0 - I
              25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
              26. VERONA - 0 - 0 - 0
              27. VITERBO - 0 - 0 - 0
              ________

              * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

              ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

              (…)

              -
              -------

              Comment


              • #22
                Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

                [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Testo adattato.]
                Il bollettino sulle ondate di calore, 8 luglio 2013


                Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

                Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

                Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

                In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

                I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

                Ultima versione aggiornata: 08/07/2013
                ________

                Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

                [Città - 08/07/2013 - 09/07/2013 - 10/07/2013]
                1. ANCONA - 0 - 0 - 0
                2. BARI - 0 - 0 - 0
                3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
                4. BOLZANO - I - 0 - 0
                5. BRESCIA - 0 - 0 - 0
                6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
                7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
                8. CATANIA - 0 - 0 - 0
                9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
                10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
                11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
                12. GENOVA - 0 - 0 - 0
                13. LATINA - 0 - 0 - 0
                14. MESSINA - 0 - 0 - 0
                15. MILANO - 0 - 0 - I
                16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
                17. PALERMO - 0 - 0 - 0
                18. PERUGIA - I - I - I
                19. PESCARA - 0 - 0 - 0
                20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
                21. RIETI - 0 - 0 - 0
                22. ROMA - 0 - 0 - 0
                23. TORINO** - 0 - 0 - 0
                24. TRIESTE - 0 - 0 - 0
                25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
                26. VERONA - 0 - 0 - 0
                27. VITERBO - 0 - 0 - 0
                ________

                * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

                ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

                (…)

                -
                -------

                Comment


                • #23
                  Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

                  [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Testo adattato.]
                  Il bollettino sulle ondate di calore, 9 luglio 2013


                  Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

                  Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

                  Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

                  In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

                  I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

                  Ultima versione aggiornata: 09/07/2013
                  ________

                  Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

                  [Città - 09/07/2013 - 10/07/2013 - 11/07/2013]
                  1. ANCONA - 0 - 0 - 0
                  2. BARI - 0 - 0 - 0
                  3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
                  4. BOLZANO - I - 0 - I
                  5. BRESCIA - 0 - I - 0
                  6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
                  7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
                  8. CATANIA - 0 - 0 - 0
                  9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
                  10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
                  11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
                  12. GENOVA - 0 - 0 - 0
                  13. LATINA - 0 - 0 - 0
                  14. MESSINA - 0 - 0 - 0
                  15. MILANO - 0 - I - I
                  16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
                  17. PALERMO - 0 - 0 - 0
                  18. PERUGIA - I - I - I
                  19. PESCARA - 0 - 0 - 0
                  20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
                  21. RIETI - 0 - 0 - 0
                  22. ROMA - 0 - 0 - 0
                  23. TORINO** - 0 - I - I
                  24. TRIESTE - 0 - 0 - 0
                  25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
                  26. VERONA - 0 - 0 - 0
                  27. VITERBO - 0 - 0 - 0
                  ________

                  * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

                  ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

                  (…)

                  -
                  ------

                  Comment


                  • #24
                    Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

                    [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Testo adattato.]


                    Il bollettino sulle ondate di calore, 10 luglio 2013


                    Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

                    Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

                    Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

                    In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

                    I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

                    Ultima versione aggiornata: 10/07/2013
                    _________

                    Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

                    [Città - 10/07/2013 - 11/07/2013 - 12/07/2013]
                    1. ANCONA - 0 - 0 - 0
                    2. BARI - 0 - 0 - 0
                    3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
                    4. BOLZANO - 0 - I - I
                    5. BRESCIA - I - 0 - 0
                    6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
                    7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
                    8. CATANIA - 0 - 0 - 0
                    9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
                    10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
                    11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
                    12. GENOVA - 0 - 0 - 0
                    13. LATINA - 0 - 0 - 0
                    14. MESSINA - 0 - 0 - 0
                    15. MILANO - I - I - 0
                    16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
                    17. PALERMO - 0 - 0 - 0
                    18. PERUGIA - I - 0 - 0
                    19. PESCARA - 0 - 0 - 0
                    20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
                    21. RIETI - 0 - 0 - 0
                    22. ROMA - 0 - 0 - 0
                    23. TORINO** - 0 - 0 - 0
                    24. TRIESTE - I - 0 - 0
                    25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
                    26. VERONA - 0 - 0 - 0
                    27. VITERBO - 0 - 0 - 0
                    ________

                    * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

                    ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

                    (…)


                    -
                    -------

                    Comment


                    • #25
                      Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

                      [Fonte: Ministero della Salute, pagina completa: (LINK). Testo adattato.]

                      Il bollettino sulle ondate di calore, 11 luglio 2013


                      Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

                      Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

                      Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

                      In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

                      I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

                      Ultima versione aggiornata: 11/07/2013
                      _________

                      Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

                      [Città - 11/07/2013 - 12/07/2013 - 13/07/2013]
                      1. ANCONA - 0 - 0 - 0
                      2. BARI - 0 - 0 - 0
                      3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
                      4. BOLZANO - I - 0 - 0
                      5. BRESCIA - 0 - 0 - 0
                      6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
                      7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
                      8. CATANIA - 0 - 0 - 0
                      9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
                      10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
                      11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
                      12. GENOVA - 0 - 0 - 0
                      13. LATINA - 0 - 0 - 0
                      14. MESSINA - 0 - 0 - 0
                      15. MILANO - I - 0 - 0
                      16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
                      17. PALERMO - 0 - 0 - 0
                      18. PERUGIA - 0 - I - I
                      19. PESCARA - 0 - 0 - 0
                      20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
                      21. RIETI - 0 - 0 - 0
                      22. ROMA - 0 - 0 - 0
                      23. TORINO** - 0 - 0 - 0
                      24. TRIESTE - I - 0 - 0
                      25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
                      26. VERONA - 0 - 0 - 0
                      27. VITERBO - 0 - 0 - 0
                      ________

                      * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

                      ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

                      (…)


                      -
                      ------

                      Comment


                      • #26
                        Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

                        [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]


                        Il bollettino sulle ondate di calore, 12 luglio 2013


                        Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

                        Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

                        Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

                        In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

                        I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

                        Ultima versione aggiornata: 12/07/2013
                        ________

                        Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

                        [Città - 12/07/2013 - 13/07/2013 - 14/07/2013]
                        1. ANCONA - 0 - 0 - 0
                        2. BARI - 0 - 0 - 0
                        3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
                        4. BOLZANO - I - I - I
                        5. BRESCIA - 0 - 0 - 0
                        6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
                        7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
                        8. CATANIA - 0 - 0 - 0
                        9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
                        10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
                        11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
                        12. GENOVA - 0 - 0 - 0
                        13. LATINA - 0 - 0 - I
                        14. MESSINA - 0 - 0 - 0
                        15. MILANO - 0 - 0 - 0
                        16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
                        17. PALERMO - 0 - 0 - 0
                        18. PERUGIA - I - I - I
                        19. PESCARA - 0 - 0 - 0
                        20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
                        21. RIETI - 0 - 0 - 0
                        22. ROMA - 0 - 0 - I
                        23. TORINO** - 0 - 0 - 0
                        24. TRIESTE - 0 - 0 - 0
                        25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
                        26. VERONA - I - I - I
                        27. VITERBO - 0 - 0 - 0
                        ________

                        * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

                        ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

                        (…)


                        -
                        -------

                        Comment


                        • #27
                          Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

                          [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]


                          Il bollettino sulle ondate di calore, 15 luglio 2013


                          Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

                          Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

                          Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

                          In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

                          I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

                          Ultima versione aggiornata: 15/07/2013
                          ________

                          Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

                          [Città - 15/07/2013 - 16/07/2013 - 17/07/2013]
                          1. ANCONA - 0 - 0 - 0
                          2. BARI - 0 - 0 - 0
                          3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
                          4. BOLZANO - 0 - I - II
                          5. BRESCIA - 0 - 0 - 0
                          6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
                          7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
                          8. CATANIA - 0 - 0 - 0
                          9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
                          10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
                          11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
                          12. GENOVA - 0 - 0 - 0
                          13. LATINA 0 - 0 - 0
                          14. MESSINA - 0 - 0 - 0
                          15. MILANO - 0 - 0 - 0
                          16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
                          17. PALERMO - 0 - 0 - 0
                          18. PERUGIA - 0 - 0 - 0
                          19. PESCARA - 0 - 0 - 0
                          20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
                          21. RIETI - 0 - 0 - 0
                          22. ROMA - 0 - 0 - 0
                          23. TORINO** - I - I - I
                          24. TRIESTE - 0 - 0 - 0
                          25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
                          26. VERONA - 0 - 0 - 0
                          27. VITERBO - 0 - 0 - 0
                          ________

                          * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

                          ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

                          (…)


                          -
                          -------

                          Comment


                          • #28
                            Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

                            [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]


                            Il bollettino sulle ondate di calore, 17 luglio 2013


                            Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

                            Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

                            Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

                            In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

                            I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

                            Ultima versione aggiornata: 17/07/2013
                            ________

                            Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

                            [Città - 17/07/2013 - 18/07/2013 - 19/07/2013]
                            1. ANCONA - 0 - 0 - I
                            2. BARI - 0 - 0 - 0
                            3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
                            4. BOLZANO - II - I - I
                            5. BRESCIA - I - I - I
                            6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
                            7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
                            8. CATANIA - 0 - 0 - 0
                            9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
                            10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
                            11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
                            12. GENOVA - 0 - 0 - 0
                            13. LATINA - 0 - 0 - 0
                            14. MESSINA - 0 - I - I
                            15. MILANO - 0 - 0 - 0
                            16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
                            17. PALERMO - 0 - 0 - I
                            18. PERUGIA - I - I - 0
                            19. PESCARA - 0 - 0 - 0
                            20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
                            21. RIETI - 0 - 0 - 0
                            22. ROMA - 0 - 0 - 0
                            23. TORINO** - I - 0 - 0
                            24. TRIESTE - 0 - 0 - I
                            25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
                            26. VERONA - 0 - 0 - I
                            27. VITERBO - 0 - 0 - 0
                            ________

                            * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

                            ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

                            (…)


                            -
                            ------

                            Comment


                            • #29
                              Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

                              [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]


                              Il bollettino sulle ondate di calore, 18 luglio 2013


                              Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

                              Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

                              Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

                              In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

                              I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

                              Ultima versione aggiornata: 18/07/2013
                              ________

                              Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

                              [Città - 18/07/2013 - 19/07/2013 - 20/07/2013]
                              1. ANCONA - 0 - I - I
                              2. BARI - 0 - 0 - 0
                              3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
                              4. BOLZANO - I - I - II
                              5. BRESCIA - 0 - 0 - I
                              6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
                              7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
                              8. CATANIA - 0 - 0 - 0
                              9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
                              10. FIRENZE - 0 - 0 - 0
                              11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
                              12. GENOVA - 0 - 0 - I
                              13. LATINA - 0 - 0 - 0
                              14. MESSINA - 0 - I - I
                              15. MILANO - 0 - 0 - 0
                              16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
                              17. PALERMO - 0 - 0 - I
                              18. PERUGIA - I - 0 - I
                              19. PESCARA - 0 - 0 - 0
                              20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
                              21. RIETI - 0 - 0 - 0
                              22. ROMA - 0 - 0 - 0
                              23. TORINO** - 0 - 0 - 0
                              24. TRIESTE - 0 - I - II
                              25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
                              26. VERONA - 0 - I - I
                              27. VITERBO - 0 - 0 - 0
                              _______

                              * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

                              ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

                              (…)


                              -
                              -------

                              Comment


                              • #30
                                Re: Bollettino sulle ondate di calore (Ministero della Salute, a partire da giugno 2013, adattato)

                                [Fonte: Ministero della Salute, pagina originale: (LINK). Adattato.]


                                Il bollettino sulle ondate di calore, 19 luglio 2013


                                Il Ministero della salute attiva dal 3 giugno al 15 settembre 2013 il Sistema nazionale di previsione allarme, con il supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, Centro di competenza del Dipartimento della protezione civile.

                                Il sistema permette la previsione, sorveglianza e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione.

                                Dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), consente di individuare, dal lunedì al venerdì, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute dei soggetti vulnerabili.

                                In base a questi modelli vengono elaborati dei bollettini giornalieri per ogni città, in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore.

                                I bollettini sono inviati ai centri locali individuati dalle Amministrazioni competenti, per l'attivazione in caso di necessità di piani di intervento a favore della popolazione vulnerabile.

                                Ultima versione aggiornata: 19/07/2013
                                ________

                                Legenda: 0 Livello 0 - I Livello 1 - II Livello 2 - III Livello 3

                                [Città - 19/07/2013 - 20/07/2013 - 21/07/2013]
                                1. ANCONA - 0 - I - I
                                2. BARI - 0 - 0 - 0
                                3. BOLOGNA* - 0 - 0 - 0
                                4. BOLZANO - I - II - II
                                5. BRESCIA - 0 - I - I
                                6. CAGLIARI - 0 - 0 - 0
                                7. CAMPOBASSO - 0 - 0 - 0
                                8. CATANIA - 0 - 0 - 0
                                9. CIVITAVECCHIA - 0 - 0 - 0
                                10. FIRENZE - 0 - I - I
                                11. FROSINONE - 0 - 0 - 0
                                12. GENOVA - 0 - I - I
                                13. LATINA - 0 - 0 - 0
                                14. MESSINA - I - I - I
                                15. MILANO - 0 - 0 - 0
                                16. NAPOLI - 0 - 0 - 0
                                17. PALERMO - 0 - I - I
                                18. PERUGIA - 0 - I - I
                                19. PESCARA - 0 - 0 - 0
                                20. REGGIO CALABRIA - 0 - 0 - 0
                                21. RIETI - 0 - 0 - 0
                                22. ROMA - 0 - 0 - I
                                23. TORINO** - 0 - 0 - 0
                                24. TRIESTE - 0 - I - I
                                25. VENEZIA - 0 - 0 - 0
                                26. VERONA - 0 - I - 0
                                27. VITERBO - 0 - 0 - 0
                                ________

                                * bollettino emesso a cura dell'ARPA Emilia-Romagna

                                ** bollettino emesso a cura dell'ARPA Piemonte. I dati di Torino verranno aggiornati dopo le ore 15.00 del giorno corrente

                                (…)


                                -
                                -------

                                Comment

                                Working...
                                X