Announcement

Collapse
No announcement yet.

Sorveglianza epidemiologica: stagione 2023/24

Collapse
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

  • #16

    Settimana n. 8
    • In lieve diminuzione il numero di casi di sindromi simil-influenzali (ILI) in Italia. Nell’ottava settimana del 2024, l’incidenza è pari a 6,7 casi per mille assistiti (6,9 nella settimana precedente).
    • L’incidenza è in lieve diminuzione in tutte le fasce di età anche se maggiormente nei bambini sotto i cinque anni di età in cui si osserva un livello di incidenza di 19,4 casi per mille assistiti (21,1 nella settimana precedente).
    • Il numero di sindromi simil-influenzali è sostenuto, oltre che dai virus influenzali, anche da altri virus respiratori (maggiori dettagli nel Rapporto Virologico 2024-08).
    • Tutte le Regioni/PPAA, tra quelle che hanno attivato la sorveglianza, registrano un livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali sopra la soglia basale tranne il Molise e la Basilicata che tornano al livello di base.
    • Valle d’Aosta e Calabria non hanno attivato la sorveglianza RespiVirNet.

    Comment


    • #17

      Settimana n. 9
      • Continua lievemente a scendere il numero di casi di sindromi simil-influenzali (ILI) in Italia. Nella nona settimana del 2024, l’incidenza è pari a 6,6 casi per mille assistiti (7,0 nella settimana precedente).
      • L’incidenza è in lieve diminuzione in tutte le fasce di età. Maggiormente colpiti i bambini sotto i cinque anni di età in cui si osserva un livello di incidenza di 19,8 casi per mille assistiti (21,0 nella settimana precedente).
      • Il numero di sindromi simil-influenzali è sostenuto, oltre che dai virus influenzali, anche da altri virus respiratori (maggiori dettagli nel Rapporto Virologico 2024-09).
      • Tutte le Regioni/PPAA, tra quelle che hanno attivato la sorveglianza, regi-strano un livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali sopra la so-glia basale tranne la Basilicata e la PA di Trento che tornano al livello di base.
      • Valle d’Aosta e Calabria non hanno attivato la sorveglianza RespiVirNet.

      Comment


      • #18

        Settimana n. 10
        • Stabile il numero di casi di sindromi simil-influenzali (ILI) in Italia rispetto alla settimana precedente. Nella decima settimana del 2024, l’incidenza è pari a 6,3 casi per mille assistiti (6,4 nella settimana precedente).
        • L’incidenza è stabile in tutte le fasce di età. Maggiormente colpiti i bambini sotto i cinque anni di età in cui si osserva un livello di incidenza di 18,1 casi per mille assistiti (19,4 nella settimana precedente).
        • Il numero di sindromi simil-influenzali è sostenuto, oltre che dai virus influenzali, anche da altri virus respiratori (maggiori dettagli nel Rapporto Virologico 2024-10).
        • Tutte le Regioni/PPAA, tra quelle che hanno attivato la sorveglianza, registrano un livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali sopra la soglia basale tranne il Molise e la Basilicata che tornano al livello di base.
        • Valle d’Aosta e Calabria non hanno attivato la sorveglianza RespiVirNet.

        Comment


        • #19

          Settimana n. 11
          • In lieve diminuzione il numero di casi di sindromi simil-influenzali (ILI) in Italia rispetto alla settimana precedente. Nell’undicesima settimana del 2024, l’incidenza è pari a 5,6 casi per mille assistiti (6,3 nella settimana precedente).
          • Maggiormente colpiti i bambini sotto i cinque anni di età in cui si osserva un livello di incidenza di 17,8 casi per mille assistiti (18,0 nella settimana precedente).
          • Il numero di sindromi simil-influenzali è sostenuto, oltre che dai virus influenzali, anche da altri virus respiratori (maggiori dettagli nel Rapporto Virologico 2024-10).
          • Tutte le Regioni/PPAA, tra quelle che hanno attivato la sorveglianza, registrano un livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali sopra la soglia basale tranne la P.A. di Trento, il Molise, la Puglia e la Basilicata che tornano al livello di base.
          • Valle d’Aosta e Calabria non hanno attivato la sorveglianza RespiVirNet.

          Comment


          • #20

            Settimana n. 12
            • Stabile il numero di casi di sindromi simil-influenzali (ILI) in Italia rispetto alla settimana precedente. Nella dodicesima settimana del 2024, l’incidenza è pari a 5,6 casi per mille assistiti (5,7 nella settimana precedente).
            • Maggiormente colpiti i bambini sotto i cinque anni di età in cui si osserva un livello di incidenza di 16,5 casi per mille assistiti (17,3 nella settimana precedente).
            • Il numero di sindromi simil-influenzali è sostenuto, oltre che dai virus influenzali, anche da altri virus respiratori (maggiori dettagli nel Rapporto Virologico 2024-10).
            • Tutte le Regioni/PPAA, tra quelle che hanno attivato la sorveglianza, registrano un livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali sopra la soglia basale tranne la P.A. di Trento, il Veneto, la Puglia e la Basilicata che tornano al livello di base.
            • Valle d’Aosta e Calabria non hanno attivato la sorveglianza RespiVirNet.

            Comment


            • #21

              Settimana n. 13
              • In lieve diminuzione il numero di casi di sindromi simil-influenzali (ILI) in Italia rispetto alla settimana precedente. Nella tredicesima settimana del 2024, l’incidenza è pari a 5,1 casi per mille assistiti (5,5 nella settimana precedente).
              • Maggiormente colpiti i bambini sotto i cinque anni di età in cui si osserva un livello di incidenza di 15,3 casi per mille assistiti (17,0 nella settimana precedente).
              • Il numero di sindromi simil-influenzali è sostenuto, oltre che dai virus influenzali, anche da altri virus respiratori (maggiori dettagli nel Rapporto Virologico 2024-13).
              • Tutte le Regioni/PPAA, tra quelle che hanno attivato la sorveglianza, registrano un livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali sopra la soglia basale tranne la P.A. di Trento, il Friuli-Venezia Giulia e la Basilicata che tornano al livello di base.
              • Valle d’Aosta e Calabria non hanno attivato la sorveglianza RespiVirNet.

              Comment

              Working...
              X